The revenge of Dancing Bilancio and Tarsu the Bill

Scritto da: il 24.06.11
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Aumenti TARSU in arrivo. 28 € all’anno in più in media. E pagheranno TUTTI, anche le “fasce deboli”, che pagheranno prima salvo attendere il rimborso, poi. Martedì il Consiglio comunale dovrebbe confermare questo aumento per far quadrare quanto previsto nel bilancio di previsione redatto un paio di settimane fa dalla giunta. Perché? Al comune di Catania il “rischio dissesto” è tutt’altro che scongiurato: mancano milioni di euro per far quadrare i conti. Da dove “mancano”, questi soldi? Principalmente dalla riduzione dei trasferimenti statali, almeno una ventina di milioni di euro in meno. Conseguenze? Tagli aiservizi sociali (denominazione ufficiale “razionalizzazione”), tagli in ogni direzione. Stringere la cinghia comunque non fa mai male, e certo di “razionalizzazione” nel tempio degli sprechi (il palazzo degli elefanti, s’intende) c’è grande bisogno.

Ma il problema è che nonostante questo, qualche mese fa è stato stipulato un folle contratto per lo smaltimento dei rifiuti: i limiti di raccolta differenziata da raggiungere sono inferiori agli standard previsti dalla legge (comunitaria, che sia recepita anche dalla Sicilia non importa: dovrà esserlo a breve), e tra qualche anno ci ritroveremo a dover pagare delle pesanti multe dalla comunità europea semplicemente perché l’ATO rifiuti che si occupa della sola Catania città (ente inutile e doppione?) ha “sbagliato” a fare il bando. Certamente erano in buona fede… Come quando, rispetto alla vecchia concessione, hanno aumentato la cifra di parecchi milioni di euro, arrivando a un totale di 165 milioni in 5 anni, ala faccia della crisi…

Tutte vicende note e di cui si è già discusso ampiamente (vedi anche ArgoVirgilio Catania). Come se questo non bastasse, martedì in consiglio comunale si voterà questo aumento. E a breve, se andrà in porto l’aumento, la bozza di bilancio di previsione. Tra le varie “agevolazioni” alle fasce deboli lo “sgravio della tarsu”. Cioè? Chi ha un ISEE inferiore agli 8000 € non pagherà l’aumento della TARSU.

«Che bello bravi!» dissero i catanesi leggendo questa notizia su La Sicilia. Qualcuno ha anche capito che non pagherà più la TARSU. Scrivere le cose in modo poco chiaro aiuta a soffrire meno…

In realtà pagano tutti, poi arriveranno i rimborsi. Martedì i nostri solerti rappresentanti (i consiglieri) vediamo che cosa decideranno. Scommettiamo che dopo tante votazioni a vuoto, diranno  all’aumento, e agli aumenti TARSU, con il numero legale ridotto? Perché le tasse devono approvarsi entro il 30 giugno, se salta questa seduta, addio aumenti, e addio pareggio di bilancio.

Significa che non c’erano altri sistemi per far quadrare i conti? NO, significa che come al solito nell’incapacità degli amministratori ci finiscono in mezzo i cittadini. Aumentare le tasse perché si è fatto un bando folle non è certo un’amministrazione da “buon padre di famiglia”. Il sindaco Stancanelli somiglia invece a quei padri burberi e autoritari che picchiano i figli quando li infastidiscono. Non fanno nulla per mesi e mesi, poi ad un certo punto SBAM, arriva lo schiaffo. E se la prende di botto con i senza casa, con gli immigrati, con i paninari abusivi… Nessuno può dire che stia sbagliando formalmente, sta semplicemente sbagliando strategia per rilanciare questa città abbandonata per tanti anni.

 

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple