Tutti gli articoli su Sport

Mondiali di scherma a Catania 2011 – un video “ispirato”

Scritto da: il 30.12.09 — 0 Commenti
Catania ospieterà i mondiali di scherma nel 2011: l'annuncio, dato al congresso internazionale della Federazione mondiale della scherma poco più di un mese fa, è ora seguito da un video promozionale realizzato dal gruppo Sitcom (di Roma). [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yDMd7V07DKI[/youtube] Il bel video promozionale esalta la "sicilianità" dell'evento, ma soprattutto parla dello sport come rituale sacro, nella ripetizione dei gesti, una routine che si ripete ogni giorno, fin dagli spogliatoi. Un tipo di video che abbiamo però già visto ultimamente, negli spot su articoli o eventi sportivi: in particolare lo spot di "Catania 2011" mi ricorda molto quello del 6 Nazioni di Rugby andato in onda per un breve periodo su la7. Ve lo ripropongo: [HTML1] Ok, a sua volta lo spot del 6 nazioni vi ricorda qualcos'altro? Ecco "l'ispiratore originale": [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ej8-Rqo-VT4[/youtube] La sigla di apertura della serie televisiva Dexter, che si chiama guarda caso "Morning routine". Dalla Florida alla Sicilia, da Dexter ai Mondiali di scherma: un quasi gemellaggio video sancito dalle lame.

4 km di corsa per il Centro storico di Catania – domenica 29 marzo

Scritto da: il 26.03.09 — 0 Commenti
"Corri Catania" è una corsa non competitiva che domenica 29 marzo si svolgerà a Catania. Prenderà il via alle ore 10 in Piazza Vittorio Emanuele (meglio conosciuta come Piazza Umberto), e i 4 chilometri del percorso (vedere immagine) si snoderanno per le vie del centro storico: dalla partenza si prosegue per Via Umberto, Via Etnea, Piazza Università, Via Vittorio Emanuele II, Via Rabbordone, Via Francesco Crispi, Via Umberto e arrivo in Piazza Vittorio Emanuele. Anni fa veniva organizzata in questo periodo la "Marcialonga di Primavera", e una iniziativa simile è una lieta notizia: la corsa è una  buona occasione per rivedere (non per forza correndo, anche passeggiando) il nostro centro storico normalmente invaso dalle auto, percorrerlo in una bella domenica primaverile divertendosi, in maniera sana e "sportiva". Per partecipare alla manifestazione, bisogna acquistare la pettorina con il numero al costo di 3 euro, soldi che verranno destinati a un progetto di solidarietà (spiegato di seguito). Scopo della Corri Catania è quello di promuovere la pratica sportiva e, insieme, fare solidarietà. La manifestazione, infatti, ha come obiettivo quello di raccogliere fondi, attraverso la vendita del pettorale di gara al costo di 3 euro, per il sostegno di un progetto di solidarietà da realizzarsi nel reparto di Pediatria del Policlinico di Catania, in particolare per la realizzazione di un’area verde attrezzata a parco giochi destinata ai bambini ricoverati. Le pettorine di partecipazione possono essere acquistate presso i "Corri Catania Point": Ragazzini Generali di Via Umberto 38; Palestre Altair di Via Pantano 38; Bar Prestipino c/o Centro Commerciale Etnapolis Sabato 28 (dalle 10 alle13 e dalle 16 alle 20) e Domenica 29 (dalle 8.30 alle 9.30) al Corri catania Village allestito in piazza Umberto (Piazza Vittorio Emanuele III).

Niente più bonifico – una complicazione inutile per tutte le Società Sportive catanesi…

Scritto da: il 28.02.09 — 0 Commenti
Nel precedente post ho parlato della dimostrazione "sportiva" messa su in piazza Università dai Centri Experia Gapa e Iqbal Masih, che hanno voluto dimostrare alla città come lo sport "per tutti" può essere una realtà! Purtroppo la realtà non è questa, le Società sportive che usufruiscono degli impianti comunali pagando per l'uso notano da ormai parecchi anni difficoltà enormi nella gestione degli stessi, e purtroppo c'è anche una novità "burocratica" che non farà certo piacere, perché potenzialmente può far perdere intere giornate: da domani 1 marzo il pagamento delle tariffe per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali si potrà effettuare solo attraverso bollettino postale, non più possibile il comodo bonifico. Ecco una nota a riguardo sul sito del comune Bisogna anche dover leggere su "Lo dico a La Sicilia", la pagina delle lettere del più diffuso quotidiano catanese, delle pessime condizioni del Campo Scuola, il centro da decenni dell'Atletica catanese, che si trova nel quartiere di Picanello, in una zona considerata "a rischio", al pari di Librino o San Cristoforo. L'Assessore comunale allo Sport Scalia risponde con la lettera che segue: “Ringrazio gli autori della (giusta) critica alle condizioni del campo scuola, anche perché mi permettono di fare alcuni chiarimenti sullo stato dell’intera impiantistica sportiva comunale. Quando sono stato nominato assessore allo Sport, nell’agosto 2008, ho per così dire ‘ereditato’ una delibera, adottata nel mese di maggio, dal precedente Consiglio comunale (su proposta del commissario straordinario) che imponeva il pagamento dell’utenza per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali in base a tariffe determinate dalla medesima delibera. Purtroppo però, al contrario di quello che molti credono, non è stato previsto che gli importi versati dalle società ed associazioni sportive confluissero in un capitolo vincolato alla manutenzione degli impianti stessi (il che ci avrebbe permesso di risolvere i problemi della manutenzione ordinaria, come quelli del campo scuola). ...

SiciliaSport.net – tutto lo Sport in Sicilia

Scritto da: il 12.11.08 — 1 Commento
Oggi vi segnalo un ambizioso progetto frutto della passione di un giovane giornalista catanese: si chiama SiciliaSport.net ed è un portale unico che tiene d'occhio tutto (o quasi) quel che accade nel mondo dello Sport in Sicilia. Attualmente ci sono le News e le classifiche dei principali campionati sia maschili che femminili di Calcio Basket Pallamano Pallanuto Pallavolo Rugby che vedono impegnate società siciliane, sempre aggiornate all'ultima giornata. Poi ci sono i video con il meglio presente in rete, tante foto, le sottosezioni con gli articoli relativi alle singole Serie e alle singole Società, i feed rss divisi per Sport... Insomma si tratta di una idea semplice ma certamente unica: è la prima volta che si da alle Società siciliane un punto di riferimento per diffondere facilmente le notizie sulla propria attività, al'interno di un portale unico e di facile consultazione. Se siete i responsabili di una Società Sportiva siciliana e volete segnalare le vostre news, se siete dei giovani aspiranti giornalisti che vogliono scrivere del proprio Sport, se avete delle foto o dei video da segnalare riguardo la vostra Squadra, se avete dubbi, critiche o complimenti da fare, scrivete tutti a redazione@siciliasport.net

I Briganti Rugby si raccontano al Nievski

Scritto da: il 29.09.08 — 0 Commenti
[youtube 0GbNpEjLsXw] I ragazzini che avete visto nel video sopra, uno di quelli che Marco Paolini ha preparato per il Sei nazioni su La7, sono di Catania, giocano nell’ASD i Briganti Rugby Librino. Oggi presenteranno la stagione sportiva 2008/09. E, per la cronaca, quest'anno la Touche la sanno fare molto meglio. E’ possibile lavorare per il riscatto di un territorio attraverso lo sport? Dal 2006 una piccola società sportiva prova a farlo nel quartiere di Librino. I “briganti rugby Librino” nascono da un laboratorio del saas Centro Iqbal Masih e dopo aver lavorato per due anni esclusivamente nei settori giovanili si cimentano per la prima volta nel campionato di serie C nazionale. Sport ed impegno sociale, sport come momento di confronto e di aggregazione, questo è l’obiettivo del progetto dei briganti. Un racconto di quel che è stato e di quel che sarà. Appuntamento allora a… LUNEDI’ 29 settembre 2008 dalle ore 19 presso il Nievski scalinata Alessi n° 15 Presenteremo il progetto per la stagione sportiva alle porte, gli sponsor che hanno deciso di sostenerci, vedremo in anteprima le nuove maglie di gioco, racconteremo delle difficoltà di fare sport a Catania, a Librino in particolare. A seguire “aperitivo” brigante (rinforzato un po’) ed anteprima del documentario “Briganti a Treviso”, girato lo scorso maggio, durante la trasferta della squadra under 11 dei briganti che ha letteralmente attraversato l’Italia per partecipare al Trofeo Topolino: una settimana “on the road” molto particolare. www.ibrigantirugbylibrino.it [youtube Vx06WFbWO5Y] [youtube 1ONhMxZN15Q]

Impianti sportivi a Catania

Scritto da: il 21.08.08 — 2 Commenti
1.Stadio Cibali 2.PalaCatania 3.Cittadella dello Sport 4.Rugby S.M. Goretti 5.Hockey Nizzeti 6.Softball 7.Campo Scuola 8.Piscina Playa 9.Tennis Playa 10.Villa Fazio 11.Campo Monte Po 12.PalaNitta 13.PalaGalermo 14.Impianti CUS Ieri sera ho pubblicato la prima parte della lunga intervista a Giuseppe Parito, architetto e ideatore della campagna Hainer vs Parker. In un passaggio dell'intervista, con un paragone molto semplice mi ha fatto capire qual è uno dei problemi fondamentali degli impianti comunali: "Se un impianto sportivo fosse costruito da uno dei grandi marchi dello Sport come Adidas e Nike, probabilmente non subirebbero gli atti di vandalismo che invece ci sono quando a fare il campo è il Comune di Catania. La gente lo sa che è una presa in giro, che il brand “Comune di Catania” non è credibile.". Purtroppo credo che abbia perfettamente ragione, e lo stato di alcuni degli impianti sportivi comunali lo conferma. Vediamoli nel dettaglio. Villa Fazio, al numero 10 dell'elenco sopra, è completamente distrutta (e ovviamente inutilizzata) da anni, ma figura comuque nell'elenco. Guardate anche i video per capire in che stato si trova. Vi risparmio le foto dell'incendio di pochi mesi fa.Il PalaNitta, sempre a Librino, dove si allena la CataniaRing che sta ottenendo grandissimi risultati nella Boxe professionistica, e la squadra di Pallamano "PGS Risurrezione", va avanti praticamente senza manutenzione, che viene effettuata spessissimo a spese delle due società. Il parquet è pieno di "cicatrici", e si rompe con troppa facilità. Sembra che la causa principale di questi danni così frequenti sia un atto vandalico di qualche tempo fa: nottetempo "ignoti" sono entrati forzando un ingresso e hanno allagato il campo utilizzando i rubinetti dell'impianto antincendio...Stando a quanto mi riferiscono degli amici che si allenano li (basket), anche il Palasport "S. G.GALERMO" di V.le Adriatico (non il PalaGalermo) non se la passa tanto bene: ...

Hainer, Parker e lo sport a Catania – parte 1

Scritto da: il 20.08.08 — 5 Commenti
Alle Olimpiadi tutti i cinque atleti della provincia di Catania sono stati eliminati senza conseguire risultati di rilievo, mentre Usain Bolt che viene dalla poverissima Jamaica ha stracciato i record mondiali nelle più seguite specialità dell'atletica. Un paragone che forse è azzardato, ma certamente lo Sport catanese è in crisi. Credo che sia venuto il momento di affrontare seriamente il problema: mancano le infrastrutture, mancano i soldi, manca l'impegno "politico" nel promuovere lo Sport. Manca in sostanza la "mentalità sportiva" diffusa, e i pochi che fanno Sport ad alti livelli nella nostra città lo fanno grazie alla propria forza di volontà, Calcio Catania compreso. Chiara Brancati, Claudio Licciardello, Maddalena Musumeci, Anita Pistone e Cinzia Ragusa vanno ammirati per i grandi sacrifici che fanno ogni giorno allenandosi. Ma per quale motivo seguire il loro esempio è così difficile? Per capire qual'è il cuore del "problema Sport" a Catania partirò da un episodio clamoroso di qualche tempo fa, ovvero una strana campagna elettorale di due improbabili candidati a sindaco: Hainer vs Parker, che significava Adidas contro Nike (i due sono i massimi dirigenti delle due società). Quella campagna, a detta di quello che finalmente ho scoperto esserne l'ideatore, cioè Giuseppe Parito,  significava "Sport e creatività contro Politica" e, aggiungo io, potenziale contro reale. Piccolo riassunto: eravamo all'inizio della campagna elettorale, quella dei candidati veri, quella per il sindaco, e come tutti i siciliani ero reduce da una doppia tornata da brividi, politiche più regionali, e ne avevo davvero viste di tutti i colori. Un giorno però alla Facoltà di Scienze Politiche ho visto per caso un volantino strano, un certo Hainer candidato a sindaco. Bel volantino, grafica curata, ci metto qualche secondo ad accorgermi che quelle che sembrano decorazioni sono in realtà le tre strisce dell'Adidas,  dietro il volantino la biografia del "candidato". Grande ...

Fra pochi giorni tutta la verità su Hainer vs Parker

Scritto da: il 20.07.08 — 0 Commenti
Elezioni comunali. Non parliamo di questo tema da un bel pezzo, da quando cioè Raffaele Stancanelli è diventato sindaco della nostra amatissima città al primo turno e con un largo consenso. Ma in questo mese di silenzio 095 si è dato da fare per svelare l'ultimo mistero elettorale della città. Vi ricordate i manifesti con i due (falsi) candidati a sindaco Hainer e Parker? Secondo i manifesti i due presidenti rispettivamente di Adidas e Nike si sarebbero candidati come sindaco di Catania, con un programma elettorale incentrato sullo sport. Beh dopo delle dure e lunghissime indagini* abbiamo fatto luce su questa operazione di marketing non convenzionale, di campagna virale, di goliardata elettorale. Tra pochi giorni saprete quindi tutto quello che c'è da sapere su questi due improbabili super-candidati a sindaco. In attesa di tutta la verità vi consiglio di vedere il video che segue [youtube _rph36YnesM] *in realtà sono state semplici e comode, ma vi racconterò meglio in seguito...

La tappa più bella del Giro d’Italia

Scritto da: il 12.05.08 — 0 Commenti
[youtube C4-Tuh-Ob7Q] La Catania - Milazzo che si corre oggi, lunedì 12 Maggio, sarà la tappa più bella del Giro d'Italia. Sono di parte, sono catanese, ma oggettivamente lo scenario che offre il versante ovest dell'Etna è unico al mondo. Parlo dell'aspetto storico e paesaggistico, perchè le previsioni sulla tappa, appena la terza di questo giro 2008, non preannunciano particolari sfide o prestazioni atletiche fuori dalla norma. Una semplice tappa di 220 km, con una salitina di appena 30 km fino ai circa 1000 metri di Maletto (salita defiita agevole in alcuni siti di appassionatidi ciclismo). Visto che la tappa sarà comunque solo una formalità, tanto vale soffermarsi sui territori attraversati dal Giro. Partenza dal centro di Catania, i ciclisti imboccheranno la circonvallazione, per poi proseguire lungo la Catania Paternò - Strada Statale 121, lambendo i territori di Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, Paternò. Si prosegue lungo la SS 284, e a Santa Maria di Licodia inizia la vera salita. Seguono Biancavilla, e Adrano. Superato Adrano inizia l'immersione nella natura, lungo una strada che è stata definita più volte fra le più belle d'Italia. Il versante occidentale dell'Etna è infatti quello meno abitato, dove il vulcano più alto d'Europa appare in tutta la sua maestosità (da queste parti nasce il Simeto). Si sale, fino a Bronte, storica cittadina il cui nome è legato ai Mille, all'ammiraglio Nelson e grandi scrittori: Giovanni Verga e le sorelle Bronte. Senza dimenticare il pistacchio. Maletto, a 1017 metri, è il punto più alto della tappa, e Gran premio della Montagna. E inizia la discesa, lunga 40km. L'immersione nella natura prosegue con Randazzo, Solicchiata Linguaglossa, Piedimonte Etneo. La discesa è finita, il Giro proseguirà pianeggiante lungo la costa ionica siciliana, da Giardini Naxos in poi, fino a Milazzo, dove i velocisti si daranno battaglia. La costa ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple