Tutti gli articoli su sicurezza stradale

AIUTACI A TRASFORMARE LE SCAFFE DI CATANIA IN VERI E PROPRI SEMINTERRATI

Scritto da: il 16.01.09 — 2 Commenti
Il tema "buche" va forte in questi giorni, e non c'è momento migliore per la proposta che segue: AMICI CON LE PIOGGE DI QUESTI ULTIMI GIORNI LE CONDIZIONI DELLE STRADE DI CATANIA SONO LETTERALMENTE PEGGIORATE, NON CHE PRIMA FOSSERO BUONE, PERO' ADESSO NON NOTO PIU' LA DIFFERENZA TRA CATANIA ED I CRATERI LUNARI.ALLORA HO PENSATO DI SFRUTTARE AL MEGLIO L'OCCASIONE CON LA SEGUENTE PROPOSTA: COMPRA ANCHE TU A PREZZI MODICI UNA SCAFFA DI CATANIA E CON GLI AIUTI REGIONALI PUOI RISTRUTTURARLA E TRASFORMARLA IN UN MAGNIFICO SEMINTERRATO. ORMAI STIAMO RASCHIANDO IL FONDO ANZI L'ASFALTO. La geniale trovata è di Orazio Lanzafame, utente Facebook fondatore del gruppo che da titolo al post... Clikkate qui Quanto alla sanatoria... Forse la L. Reg. Sicilia 16 aprile 2003 n. 4 , non può fare al caso nostro...

Problemi Catanesi – Martiri della Libertà

Scritto da: il 22.06.08 — 3 Commenti
Al suo insediamento il nuovo sindaco ha assistito a scene di protesta veemente da parte degli operatori della nettezza urbana, che hanno rovesciato i rifiuti davanti Palazzo degli Elefanti. Un inizio che dice chiaramente che i grattacapi non mancheranno di certo al nuovo sindaco, ci sono decine di questioni che i catanesi pretendono che siano risolte: parliamo degli operatori delle società che svolgono servizi sociali per conto del comune (e non ricevono stipendio da mesi), degli  ex Cesame, la crisi della ST, e tante altre urgenze, unite ad alcune piaghe cittadine come la sicurezza stradale (che comprende illuminazione e buche), la sicurezza sul posto di lavoro, la pulizia ordinaria, la trasparenza e la comunicaizone ai cittadini, l'aumento dei crimini, le periferie senza un piano di sviluppo urbano. C'è anche una questione irrisolta da tutti i sindaci che si sono avvicendati al comune di Catania negli ultimi 50 anni: Corso Martiri della Libertà. Ma il commissario speciale, facente le funzioni del sindaco per poche settimane ha firmato l’accordo di transazione tra il Comune ed i proprietari delle aree di Corso Martiri della Libertà lasciando a bocca aperta molti catanesi. In quelle aree, 88.000 metri quadri abbandonati da sempre, dovrebbero sorgere uffici, centri commerciali, parcheggi, un albergo, un teatro, e a quanto si dice la nuova Questura. Fra molte polemiche e critiche, la più importante delle quali è che il commissario avrebbe di fatto scavalcato il ruolo del Consiglio Comunale prendendo questa decisione. In attesa di sapere cosa ne pensa (e cosa farà) il nuovo sindaco Raffaele Stancanelli, vi passo un interessantissimo link per approfondire la questione "San Berillo" : http://www.labpeat.dau.unict.it/periferie.htm Si tratta di una pagina del Laboratorio per la Progettazione Ecologica ed Ambientale del Territorio, facente capo al Dipartimento di Architettura e Urbanistica dell'Università di Catania. Troverete le introduzioni ad alcune tesi sul ...

La morte sulle strade di Catania

Scritto da: il 11.06.08 — 14 Commenti
Proprio ieri si parlava con alcuni dei candidati sindaco di sicurezza stradale (presto i video). Nessuno mette il casco, si diceva, nessuno segue le regole. Ma non mi sembrava una novità: in periferia a Catania questo dell'educazione stradale non è mai stato un problema, a memoria mia (che da sempre abito a Librino) le tragedie che accadono sulle strade in periferia sono tante e passano in silenzio, senza emotività, asettiche come la notizia che segue. E' stata una notte tragica quella appena trascorsa a Catania sul piano della sicurezza stradale: tre morti e un ferito molto grave il drammatico bilancio per due incidenti verificatisi in città: in via Palermo a perdere la vita un motociclista di 34 anni scontratosi per cause ancora da accertare con un auto che proveniva in senso contrario. Tutto da decifrare l'altro sinistro avvenuto al quartiere del Pigno: tre minorenni a bordo di uno scooter si sono scontrati con un'autovettura che sembra procedesse regolarmente: due sono morti sul colpo mentre il terzo è ricoverato all'ospedale in gravissime condizioni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per i rilievi del caso. da RadioCatania Io non mi rassegno a pensare che morire a 16 anni ( o a 15, a 14, a 13, i "minorenni" hanno un'età) sia normale, anche se al Pigno o in via Palermo, zone della città quasi sempre dimenticate.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple