Tutti gli articoli su Recca

Radio Zammù prossima vittima della folle gestione del rettore Recca?

Scritto da: il 18.05.11 — 1 Commento
Radio Zammù fuori dai Benedettini. Che fine farà? L'iper-premiata gestione degli studenti universitari volontari che operano ancora in aula 24 al Monastero dei Benedettini, per pura passione, garantendo il servizio per la "radio dell'Università di Catania", verranno buttati fuori senza spiegazioni. Una cosa folle. Che altro aggettivo utilizzare, per descrivere la gestione attuale dell'Ateneo di Catania? Si accettano suggerimenti... Mentre ci pensate, vi illustro alcune delle pazzie senza senso di cui il rettore Antonino Recca è stato autore negli ultimi tempi. Ce ne sono molte di più - la Commissione Statuto autonominata esautorando, di fatto, il Senato Accademico e il caso della Facoltà di Lingue, ad esempio - ma mi limito a quelle che riguardano direttamente gli studenti e la loro attività "collaterale" allo status di studente, per le quali le "decisioni" dell'Ateneo, e del rettore in particolare, pesano come macigni senza possibilità d'appello. 1) Il caso Iannitti: il rettore Antonino Recca manda una lettera all'intero corpo docente dell'Universitò di Catania per informare della richiesta di un provvedimento disciplinare straordinario nei confronti dello studente di Scienze Politiche Matteo Iannitti, reo di averlo gravemente diffamato (a dire del Rettore, ma questi non ha mai sporto querela) sul caso delle morti nella Facoltà di Farmacia. Nella lettera, che potete leggere a questo link, si chiede al preside Barone di prendere provvedimenti per via dell'attività politica dello studente, che sarebbe "incompatibile con il suo ruolo". Il Preside ha risposto dando "solidarietà" al Rettore, ma per fortuna senza prendere nessun provvedimento. Della ridicola, ma gravissima, presa di posizione di Recca, hanno parlato in tutta Italia, sconvolti. Mai un rettore aveva solo osato suggerire a uno studente di non fare attività politica. Qui si è arrivati alle minacce di sanzioni disciplinari. E' utile anche ricordare che Recca, nel corso del suo mandato, ha avuto una posizione politica all'interno ...

Rettotorato, il ri-Recca

Scritto da: il 30.04.09 — 0 Commenti
Recca rettore: nessuno aveva dubbi, anche perché la manovra delle elezioni anticipate più che un "mettersi in discussione", è sembrato un tentativo di dimostrare la propria forza, per un "governo" dell'Università catanese più sereno e tranquillo. Progetto in parte riuscito, con una larghissima maggioranza, ma i numeri pur essendo ottimi non sono del tutto confortanti: tante schede bianche, e una percentuale che "bulgara" come nelle previsioni non è stata. Per il resto, la continuità amministrativa in un momento critico per via soprattutto  dello scandalo di Farmacia (ma non solo, si parla fra gli studenti del coinvolgimento di altre facoltà nell'inquinamento da sostanze tossiche) dovrebbe far bene all'Ateneo. Purtroppo, però, come potete vedere nella foto sopra (e come abbiamo visto con le pessime aule del Working Capital Camp) la situazione delle strutture universitarie catanesi è piuttosto critica; e poi tanti studenti, pochi docenti, molti (troppi) precari, uno scollamento totale dal mondo del lavoro... Questo per restare ai problemi dell'Ateneo,perché se andassimo a vedere i problemi specifici delle singole facoltà l'elenco sarebbe lungo e molto più pesante... La foto sopra è stata scattata al Monastero  dei Benedettini, ed è una "normale" fila per prenotarsi a un esame....
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple