Tutti gli articoli su procura

Catania – gruppi mafiosi e presenze nel territorio

Scritto da: il 30.01.09 — 0 Commenti
Quando leggo di mafia, non capisco mai molto. La cosa è legata al fatto che negli articoli scritti sul tema, si danno per scontate delle conoscenze "storiche" dei territori e dei vari gruppi malavitosi che li operano, del contesto sociale, dei nomi degli arrestati eccellenti... E anche se si conoscono le grandi vicende "storiche" legate ai territori in oggetto, arrivare al quadro attuale è pressochè impossibile se non con lunghe ricerche che richiedono molto molto tempo. In questi giorni però, almeno per quanto riguarda il territorio catanese, ho potuto comprendere meglio la situaizone leggendo la relazione che la Direzione Distrettuale Antimafia di Catania ha prodotto a giovamento della Commissione Parlamentare Antimafia, in cui si fa il quadro dei gruppi mafiosi presenti nel territorio catanese, come si chiamano e in quali limiti territoriali agiscono... Qui di seguito riporterò i nomi delle famiglie che attualmente operano nel territorio di Catania così come riportate sulla relazione. "Cosa Nostra" attraverso la famiglia Santapaola (Ercolano) con le sue articolazioni sia a Catania centro che in altri paesi della provincia e del distretto. Nel circondario del Tribunale di Catania, sono collegati al gruppo Santapaola, i seguenti clan mafiosi: a Paternò il gruppo ASSINNATA ad Adrano il gruppo SANTANGELO ad Acireale, il gruppo diretto da SCIUTO Sebastiano (ala Ercolano) a Giarre il gruppo diretto da BRUNETTO Paolo a Bronte il gruppo facente capo a CATANIA Salvatore a Nicolosi e Piano Tavola, il gruppo SQUILLACI a Caltagirone con il gruppo LA ROCCA Francesco Laudani, particolarmente presente nei paesi pedemontani. Ed, inoltre, a Paternò in collegamento con la famiglia Morabito; a Piedimonte Etneo con il gruppo diretto da DI MAURO Paolo; a Randazzo con il gruppo diretto da ROSTA e Sangani Mazzei, nel quale è confluito il gruppo Cursoti milanesi. Gruppo diretto da Santo Mazzei, detenuto e da Di Benedetto Santo, arrestato il 24 giugno 2007 Cappello: operanti in alcuni quartieri ...

Che succede a Catania

Scritto da: il 24.10.08 — 4 Commenti
Che confusione, a Catania. a) In pochi giorni dal nulla assoluto sono arrivati i venti della protesta universitaria anche a Catania. Certo, non sono in pochi (oltre me) a notare con un pò di perfidia che è iniziato tutto solo dopo le elezioni studentesche, e che fino a una settimana fa nessuno ha "mosso" un solo striscione (ci avevano provato i filosofi a dare l'allarme per tempo, in pochi li hanno ascoltati). Ma ora la protesta cresce, sia nei numeri che nella partecipazione. Si fanno cortei, si parla della riforma, si crea opinione. Insomma: è nato un movimento. Potete leggere la "cronaca" della protesta, aggiornata quasi in tempo reale, su Step1, mentre Ucuntu propone delle belle foto della protesta (noterete qualche "anzianotto" infiltrato fra i giovani studenti) b) Confusione dicevo, ma al viale Mario Rapisardi di più! La ricevitoria Giunta è ormai luogo di pellegrinaggio per le famiglie catanesi e non solo, arrivano decine di telecamere da tutta Italia per riprendere il Luogo Più Culuto Del Creato, e il sindaco, dopo aver lasciato la sua testimonianza di direttore di una amministrazione indigente allo Stand Up Day, chiede aiuto al novello ma sconosciuto riccone. "Faccia come in America, dia parte dei soldi alla Comunità". Spero che il fortunatissimo vincitore di 100 milioni di Euro al superenalotto NON ascolti il sindaco, Comunità e Comune non sono la stessa cosa, (come ci si può fidare di gente con simili "conti" da pagare? 1 2 3 4 5 6 ) , che si compri una bella isola tropicale e si dedichi alla bella vita. Oppure, se proprio vuole investirli per la Comunità, potrebbe pagare gli arretrati agli operai dell'Enel in sciopero da fine 2007, poche centinaia di migliaia di euro per far tornare a "risplendere" la città. Se il fortunato fra un brindisi e un urlo di felicità trovasse ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple