Tutti gli articoli su Mpa

MPAntosh

Scritto da: il 09.08.11 — 0 Commenti
Dal famoso spot su base 1984 della Apple, avevo queste immagini inutilizzate, e le ho messe qua. Un'oretta estiva impiegata nel modo più inutile, come è giusto che sia. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Sf_ZG5d0OX4[/youtube] (è la convention MPA di giungo al Palaghiaccio del viale Kennedy, una cosa che doveva essere una sorta di Pontida, ma s'è rivelata una riunione di catanesi miti e perbene, non di meridionalisti esaltati. La bellona che corre è Anya Major, e oggi ha 45 anni)  

“4 sì al referendum” – ecco l’invito di due giovani politici catanesi

Scritto da: il 07.06.11 — 0 Commenti
Andare a votare il 12 e 13 giugno? C'è chi dice NO. Io dico Sì, anche solo per poi scrivere NO sulla scheda - ma mettete 4 Sì che è meglio. L'invito a votare e mettere 4 Sì viene per fortuna anche da alcuni giovani politici catanesi: si tratta in questo caso di due consiglieri della VI municipalità (Cibali S. Nullo Trappeto Nord) Agatino Lanzafame (Mpa) e Alessandro Fodale (PD). Non è una cosa scontata, l'invito ad andare a votare, e già questo merita un po' di spazio. Ma mi è piaciuto questo comunicato firmato come se fosse una lettera, poco politichese ma molto sensato, che vi riporto di seguito. Purtroppo la formattazione non è perfetta (mi è stato inviato un docx ahi ahi) ma credo che sia ben leggibile comunque. Acqua pubblica, energia pulita, giustizia uguale per tutti: 4 SI a favore del bene comune. “In vista del referendum del 12 e del 13 Giugno chiediamo a tutti i cittadini di partecipare con entusiasmo a questo grande momento di democrazia e di votare SI ai quattro quesiti al fine di salvaguardare tre beni fondamentali per il nostro paese: l’acqua, l’ambiente e la giustizia” Inizia cosi l’appello che i Consiglieri della VI Municipalità Agatino Lanzafame (MPA) e Alessandro Fodale (PD) hanno lanciato a tutta la cittadinanza, chiedendo ai cittadini di andare a votare SI al Referendum del 12-13 Giugno. “Attraverso questo referendum i cittadini, privati del diritto di scegliere dalla legge elettorale vigente che non prevede le preferenze, possono finalmente dire la loro ed intervenire da protagonisti nella vita politica del paese, per questo motivo chiediamo loro una partecipazione ampia e consapevole, ed allo stesso tempo chiediamo ai nostri partiti e alle associazioni che nel nostro territorio si spendono per il bene comune di sentirsi responsabili di una campagna di formazione e di informazione sui quesiti ...

Il Congresso dell’MPA, il partito autonomista nato a Catania… è a Roma

Scritto da: il 27.02.09 — 0 Commenti
Il Movimento per l'Autonomia, il giovane partito, nato a Catania dopo le elezioni per il sindaco di Catania del 2005 (la disastrosa sindacatura "Scapagnini bis" per intenderci), che ha portato dopo soli due anni Raffaele Lombardo a diventare presidente della Regione Sicilia, da oggi 27 febbraio fino a giorno 1 marzo terrà il proprio secondo Congresso a... ROMA! La notizia, che sconoscevo fino a poche ore fa, l'ho appresa grazie all'ottima cronaca in diretta dell'evento da parte di Carlo Lo Re. La location del Congresso, che poteva essere benissimo a Catania o a Palermo, sarà l'hotel Marriott di Fiumicino. Enorme, ci entrano 3000 persone... Ma non è un colpo all'immagine per il partito dell'Autonomia un congresso a Roma? Per chi volesse seguire il Congresso, oltre che attraverso la "diretta" di Lo Re, l'MPA ha realizzato un sito apposito. Al di la delle critiche politiche e/o alla location, bisogna certo riconoscere al giovanissimo partito del catanese Lombardo una grandissima capacità organizzativa, superiore anche a quella di partiti con storie pluridecennali...

Rassegna Stampa 3 – le “tegole” su Stancanelli

Scritto da: il 10.11.08 — 0 Commenti
Parte 3 della piccola rassegna stampa odierna. Il terzo articolo è di Carlo Lo Re, su "The Lo Re Report", e ha un titolo chilometrico Canone di depurazione, vicenda BdS, resa sul Consuntivo 2007, i 140 milioni del Cipe ancora in viaggio, rimpasto in giunta: i laterizi infiniti sulla testa di Raffaele Stancanelli. Come da titolo, un mix delle tante "tegole" che sono pronte ad abbattersi sulla testa del sindaco Stancanelli, che ha lanciato la "sfida" del risanamento entro dicembre (altrimenti partirà la procedura di dissesto). Di seguito un riassunto schematizzato... Piovono laterizi sulla testa di Stancanelli: 1 - Canone di depurazione nella bolletta dell'acqua: una recente sentenza della Corte Costituzionale ne dichiara illegittima la presenza in bolletta quando, come a Catania, non c'è traccia della depurazione! Si prevedono migliaia di ricorsi con crisi di bilancio in corso... 2 - Consuntivo 2007, 'è arrivato il commissario regionale, Letizia Di Liberti, che si occuperà di redigerlo al posto del Consiglio Comunale... 3 - Indagine della Guardia di Finanza su «gravi anomalie» nella gestione del servizio di tesoreria del Comune di Catania tra il 1997 e il 2001. 4 - I 140 milioni di euro di finanziamento Cipe febbrilmente attesi dal Comune di Catania, in realtà non sono ancora arrivati! La legge n. 1083, al momento in discussione al Senato, deve convertire il decreto n. 154 del 7 ottobre 2008 e fare (finalmente!!!) arrivare a Catania i tanto attesi denari statali. Il decreto scade il 6 dicembre, quindi non c'è molto tempo. 5 - Rimescolamento nella giunta e nelle direzioni del Comune: il sindaco sembrerebbe essere alla ricerca di un nuovo assessore al Bilancio. Gaetano Riva è dato infatti in partenza da Palazzo dei Chierici,  presso l’assessorato al Personale. E per il Bilancio? Stancanelli starebbe valutando delle opzioni. Secondo alcuni anche quella di un Tafuri bis. Poco credibile, in verità. Carmelo ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple