Tutti gli articoli su monastero dei benedettini

La Fanciulla, il Diavolo e il Mulino

Scritto da: il 30.06.09 — 0 Commenti
Giovedì 2 luglio alle ore 19.00 riapre il Chiostro di levante ai Benedettini, per un'occasione speciale: la rappresentazione di "La Fanciulla, il Diavolo e il mulino" di Olivier Py, per la prima volta in italiano. La traduzione è infatti opera di Nina Guglielmino, studentessa (neo laureata) del laboratorio "Tradurre per la Scena" diretto da Salvo Gennuso. Studenti della Facoltà di lettere sono anche gli attori protagonisti, così come i costumi, di Mariagrazia Licata. Un'anteprima quindi, in una cornice unica. E gratis. Da non perdere, dunque. Evento: "La Fanciulla, il Diavolo e il mulino" di Olivier Py "Traduzione italiana di Nina Guglielmino. Regia di Salvo Gennuso. Consulenza scientifica di Cetty Rizzo" Cosa: Performance Organizzatore: Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania Inizia: giovedì 2 luglio alle ore 19.00 Termina: giovedì 2 luglio alle ore 21.00 Dove: Chiostro dei Benedettini Con:  Salvo Baio, Lia Basile, Anna Bellia, Nina Guglielmino, Valeria Iacono, Mariagrazia LIcata, Giuseppe Randazzini, Marco Sciotto, Laura Zerbini [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=0mbHJ9RK7Hk[/youtube] Ne parla Claudia Campese su Step1

Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano – 5 maggio a Catania

Scritto da: il 30.04.09 — 0 Commenti
Ricevo dall'Associazione Rita Atria la segnalazione di un evento, che merita grande attenzione per la qualità degli artisti. Colgo l'occasione per raccontare brevissimamente la vicenda, che è ancora troppo poco nota, della presidentessa dell'Associazione Rita Atria Piera Aiello, collaboratrice di giustizia, una donna esempio di coraggio (e forse il termine è riduttivo). Piera Aiello, dopo la morte della cognata Rita Atria nel 1992, ha vissuto per la giustizia, per testimoniare contro la mafia. Anni d'incubo sotto falsa identità. Pian piano si è ricostruita una vita normale. La sua copertura però è saltata poche settimane fa per via dell'imprudenza di un carabiniere. Pubblico il comunicato dell'evento senza modifiche. Si svolge martedì 5 maggio alle 21, all’Auditorium del Monastero dei Benedettini, la tappa catanese del tour siciliano Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano. In cammino verso l’ottavo forum sociale antimafia “Felicia e Peppino Impastato”. Il concerto catanese è organizzato da Associazione Antimafie “Rita Atria”, Associazione Magma – Caltagirone, Casablanca Edizioni Le Siciliane, Casa Memoria “Felicia e Peppino Impastato” – Cinisi, Coppola Editore, facoltà di Lingue e Letterature straniere – Catania, Open Mind GLBT – Catania, Telejato, UDI. Un folto gruppo di promotori per un evento che nasce all’insegna dell’impegno sociale per parlare di una questione importante come la “sicurezza sul lavoro”, raccogliendo fondi per contribuire a quelle famiglie siciliane che sono state toccate dal lutto di chi del proprio lavoro è diventato vittima. Protagonisti della serata saranno il musicista emiliano Fabrizio Varchetta e il suo gruppo, i Witko, insieme a due cantatrici siciliane, Matilde Politi e Simona Di Gregorio: il bluegrass, l’indie rock, il folk rock, ma anche i modi pacati dell’acustica, incontreranno il canto di tradizione. Canti di ieri si uniranno a canzoni di oggi che si fanno specchio dei nostri giorni e del nostro mondo, mostrando come tanto le testimonianze di ieri ...

Working Capital Camp – Pollice verso

Scritto da: il 30.04.09 — 5 Commenti
Pollice verso: purtroppo il bilancio del Working Capital Camp non può essere positivo. Eppure la giornata era iniziata bene, con un dibattito di buon livello a cui hanno partecipato tanti illustri e preparati ospiti. Ma un dibattito non fa un Barcamp, e quelle che dovevano essere la parte principale della giornata, le presentazioni, si sono svolte in ambienti inadatti, senza connessione a internet (eppure la sto utilizzando ora, per scrivere questo post, dai Benedettini: perché ieri non andava?), con la fretta di recuperare il tempo perduto nel corso della mattina. E non c'è stato nemmeno molto tempo per socializzare, tutt'altro. Un vero peccato, anche per via di alcune presentazioni (e idee) degne di nota, come Hashbot dell'accoppiata Gianni Amato / Davidonzo, e la presentazione del nuovo portale Vota il Prof (online fra un paio di settimane) da parte di Roberto Chibbaro, un progetto che per il suo "peso specifico" avrebbe meritato ben altre platee... In conclusione: il Working Capital Camp non è stato un Barcamp. Se prendiamo l'evento come "conferenza sull'innovazione", il livello è stato molto alto, con relatori disponibili e dalla mente "aperta" alle critiche. Ma un Barcamp è una non-conferenza orizzontale, un incontro fra pari, uno scambio di idee e un modo per socializzare. Che se ne deduce? Che Telecom ha disperato bisogno di giovani, di idee nuove, dei blogger, delle StartUp: sono assolutamente necessarie al suo futuro. Un esempio concreto di come si organizza un Barcamp è l'ottimo Trinacria Camp dell'ormai lontano 27 ottobre 2007, con un manipolo di giovani blogger e imprenditori a organizzare quello che, rivalutato con l'esperienza fatta ieri ai Benedettini, è stato un evento di livello assoluto. Dal quale sono nate molte collaborazioni reali... FOTO

Working Capital Camp – Interessante dialogo sull’innovazione

Scritto da: il 29.04.09 — 2 Commenti
Il Working Capital Camp è iniziato, con un dibattito che si è avviato in maniera tranquilla, con interventi singoli dei relatori, ma si sta sviluppando in un vero dialogo sull'innovazione con il pubblico. Meritocrazia, la morte dell'Etna Valley, la rete "democratica", il ruolo "vero" di Telecom in questo evento (da mecenate o da "squalo" pronto a prendersi il monopolio del web?). Vi invito a seguire in questa pagina la diretta. Ultimato il dibattito, si procederà a una breve presentazione del progetto Working Capital di Telecom, con dettagli su come presentare un Businnes Plan e risposte ai molti dubbi emersi. Di seguito un breve resoconto degli interventi "ingessati". I primi a intervenire, con un "saluto", i Presidi delle Facoltà di Lettere e Lingue assolutamente fuori contesto. Prima impressione: c'è tanto Digital Divide da colmare all'Università di Catania. Il "moderatore" del dibattito è Riccardo Luna, direttore di Wired Italia, che fa la domanda giusta che tutti vorremmo fare a Bernabè, presidente Telecom: Che fa Telecom con il web 2.0? e Perché proprio a Catania? Bernabè risponde in modo tutt'altro che paludato, ma in maniera molto concreta: il mondo si sposta sul web, che non è più gerarchico ma ha una intelligenza distribuita. Telecom deve trasformarsi per non restare fuori, e va alla ricerca in posti come Catania (che è una città ricca di cervelli, anche se molto spesso "in fuga") di idee nuove. Semplice e chiaro. Domanda sull'Etna Valley ad Harald Bonura, avvocato amministrivista: perché e come è partita a Catania? La risposta è che fra a cavallo fra la fine degli anni '80 e i primi anni '90, con la crisi delle aziende classiche (e il crollo totale dei "4 Cavalieri" per le inchieste di mafia, i costruttori), il "fare" portare avanti le idee è stato il motore che ha mosso questa grande esperienza. Domanda a Bonaccorsi, presidente ...

Working Capital Camp – Buongiorno!

Scritto da: il 29.04.09 — 0 Commenti
Sono le 9.30 e la giornata del Working Capital Camp a Catania si è appena avviata: tra pochi minuti verranno assegnati gli orari per gli interventi. Preso possesso della magliettina e del badge, avviata la connessione wireless all'interno dell'auditorium De Carlo del Monastero dei Benedettini, lo scenario attualmente propone un centinaio di sconosciuti con il proprio pc sulle ginocchia. Alle 19, alla fine del Barcamp, molti di questi avranno fatto conoscenza e pensato a qualche mirabolante progetto per il futuro. Il programma vero e proprio inizia alle ore 10: Sessione plenaria Saluto dei presidi delle facoltà di lettere e lingue. Tavola rotonda Dialogo sull’Innovazione, con: Franco Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia Domenico Bonaccorsi, presidente di Confindustria Catania Harald Bonura, avvocato amministrativista Antonio Presti, mecenate e ideatore del museo di Librino Riccardo Luna, direttore di Wired Italia Gianluca Dettori, fondatore di dPixel Presentazione del progetto Working Capital. Formazione del programma della giornata. Dalle 13 in poi fino alle 19, nelle aule 30 e 31 si svolgeranno i TALK. E' possibile seguire la diretta in questa pagina

Working Capital Camp – un nuovo Barcamp a Catania

Scritto da: il 31.03.09 — 0 Commenti
Si chiama Working Capital Camp Catania, è organizzato da una grandissima azienda come Telecom Italia, ed è il secondo Barcamp che si tiene a Catania: il primo fu il Trinacriacamp del 2007, organizzato da un nutrito e affiatato gruppo di blogger catanesi presso la Scuola Superiore di Catania. Una gran bella esperienza. Anche il Working Capital Camp Catania si svolgerà presso una delle sedi universitarie catanesi, la più prestigiosa: il Monastero dei Benedettini in piazza Dante. L'appuntamento con questa "non- conferenza partecipativa" è per il 29 aprile alle ore 9.00 presso l'auditorium De Carlo, e nel corso della giornata ci si dividerà in due aule per seguire in maniera interattiva gli interventi dei relatori, che dureranno mezzora. Per prenotare un intervento, segnalare la propria presenza o solo per saperne di più, vi rimando alla pagina del Workin Capital Camp Catania su barcamp.org, alla pagina del progetto Working Capital (che prevede altri 4 barcamp in Italia), e al sito internet . Nelle prossime settimana ci saranno ulteriori aggiornamenti sul Working Capital, ma se volete sapere altro, vi rimando ai post di Mushin, Gianni Amato, Terronista e Davidonzo, tutti blogger "catanesi" di lungo corso...

La Matassa – Ficarra e Picone incontrano gli studenti il 9 marzo

Scritto da: il 05.03.09 — 0 Commenti
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ydfVpx9-V2o[/youtube] Finalmente ci siamo: dopo averne parlato tanto, seguito gli spostamenti del set e cercato di ricostruire la trama, La Matassa, il nuovo film di Ficarra e Picone, sta per arrivare nelle sale. Il "grande giorno" sarà il 13 marzo. Tuttavia Ficarra e Picone saranno a Catania giorno 9 alle ore 12.00 presso l'auditorium del Monastero dei Benedettini (piazza Dante) per parlare del nuovo film agli studenti universitari catanesi. La presentazione sarà arricchita dagli interventi di due docenti della Facoltà di Lettere, Fernando Gioviale (docente di discipline dello spettacolo) e Alessandro De Filippo (docente di tecniche del linguaggio cinematografico) Sinossi Questa e' la storia di una lite, anzi della lite. Quella lite, simile a tante altre che gia' erano state, ma che allontano' per sempre due fratelli, e le loro famiglie. Due fratelli che avevano sempre vissuto da fratelli, condividendo gioie e dolori, superando insieme le difficolta' della vita e dei loro caratteri, con amore. Lo stesso affetto che avevano trasferito ai loro figli, i due cugini, (Ficarra e Picone), cresciuti per tanti anni come fratelli. Cosi' diversi tra loro: prepotente e carnefice il primo (Ficarra), remissivo e vittima il secondo (Picone). Poi, d'improvviso, quella lite li allontano', rendendoli non più fratelli, se non nei loro ricordi di quel meraviglioso periodo della vita, che e' l'adolescenza. Oggi, al momento della nostra storia, i nostri eroi sono due trentenni che conducono due vite profondamente diverse. I due riusciranno a fare luce sui reali motivi della storica lite fra le famiglie e riscoprire quei valori che una volta ne avevano accomunato le vite? fonte [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=aV5JXa2odSQ[/youtube]

Doppia Scena, La Caccia – incontro con Luigi Lo Cascio

Scritto da: il 25.02.09 — 0 Commenti
Domani giovedì 26 febbraio alle 0re 11 presso l'auditorium del Monastero dei Benedettini, si svolgerà il primo degli incontri del ciclo "Doppia Scena", organizzato dal Teatro Stabile in collaborazione con L'Università di Catania. Oltre che per gli studenti (partecipando all'incontro verranno riconociuti dei CFU), l'incontro è davvero da non perdere per la presenza del protagonista de "I Cento Passi" Luigi Lo Cascio, che è l'autore il regista e il protagonista di La Caccia, in scena al Teatro Ambasciatori dal 24/02/2009 al 01/03/2009 (18 €) LA CACCIA - Tratto dalle Baccanti, scontro micidiale tra un uomo, Penteo, tiranno di Tebe, e un dio, Dioniso, che lamenta il fatto di non essere stato riconosciuto e venerato proprio nella sua città d’origine. Alla fine, Dioniso si vendicherà in maniera smisurata. Per ulteriori informzioni vedere L'Agenda del Bollettino d'Ateneo [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NM_F6UHYGgg[/youtube]

Congresso Nazionale Ais 2008 + Enopolis

Scritto da: il 13.10.08 — 0 Commenti
Si terrà a Catania, nell'ex Monastero dei Benedettini dal 15 al 19 ottobre il 42° congresso nazionale dell'Ais - Associazione Italiana Sommelier. Durante la manifestazione verranno svolte le selezioni per il premio Miglior Sommelier 2008, e si aprirà anche una sezione aperta al pubblico, Enopolis. Enopolis si svolgerà giorno 18 e 19 e offrirà oltre alle prevedibili degustazioni di vini, anche distillati, olio d'oliva e prodotti della gastronomia tradizionale, insieme ad alcuni eventi, che riporto: – Premio Sicilia Terra di Vino, per l’impegno nella comunicazione della cultura e del fascino del bere, conferito nelle passate edizioni a personaggi illustri che hanno contribuito con la loro opera alla diffusione della cultura del vino. (*) – Finale Miglior Sommelier d’Italia 2008, che vedrà “sfidarsi” i tre sommelier finalisti per aggiudicarsi l’ambito Premio Guido Berlucchi.– Concorso enologico “La Terra e il Vino” a cui parteciperanno le aziende presenti ad Enopolis e che vedrà protagonisti i migliori vini d’Italia. – Verdeoro Seminari sulle caratteristiche e qualità degli oli extravergine d’oliva della Sicilia a cura della Regione Sicilia – Ass. Agricoltura e Foreste – Vinovagando tour, minitour e percorsi guidati sulle Strade dei vini con visite alle cantine. E inoltre degustazioni dei dolci siciliani e i Laboratori sensoriali a cura del Club Amici del Toscano per degustare i Sigari in abbinamento a vini e distillati. Ricordiamo che quest'anno sono stati attribuiti proprio dall'AIS nel Duemilavini i 5 grappoli a 15 vini siciliani (confermando nuovamente Duca Enrico e Diamante, praticamente sempre presenti). Camelot 2005, Firriato Cielo d'Alcamo 2005, Tenuta Rapitalà Cometa 2006, Planeta Contea di Sclafani Chardonnay 2005, Tasca d'Almerita Diamante d'Almerita 2006, Tasca d'Almerita Don Antonio 2005, Morgante Duca Enrico 2004, Duca di Salaparuta Faro Palari 2005, Palari Litra 2004, Abbazia Santa Anastasia Malvasia delle Lipari Passito 2006, Florio Malvasia delle Lipari Passito Selezione Carlo Hauner 2004, Hauner Marsala Superiore Riserva Donna Franca, Florio Nume 2005, Cottanera Passito di Pantelleria Ben Ryé 2006, Donnafugata Sole dei ...

La temporalità tra scienza e filosofia – Catania

Scritto da: il 29.09.08 — 3 Commenti
Dalla collaborazione tra Sitosophia, il sito degli studenti di filosofia di Catania, e la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Catania ecco nascere una interessante iniziativa riguardo ad uno degli argomenti più affascinanti: il tempo. Ovviamente non in senso meteorologico. La giornata di studio, organizzata per giovedì 2 ottobre, si terrà nel Coro di Notte del Monastero dei Benedettini a partire dalle 9:30, e avrà per titolo "La temporalità tra scienza e filosofia". Eccovi un estratto del testo di presentazione: La temporalità è il modo forse più profondo di declinare, a un tempo, la soggettività umana e il modo in cui essa descrive il mondo che la circonda. Misurare il tempo o appropriarsene sono solo due degli aspetti che è possibile cogliere nella vasta gamma di sfumature che la nozione di temporalità racchiude in sé. Tanto la scienza quanto la filosofia – sia quando agiscono all’unisono che quando avanzano per vie distanti – fanno largo uso di tale nozione, dalla quale spesso si trovano a dover partire. L’incontro intende infatti affrontare il vastissimo campo di studi che riguarda la temporalità vagliandone una piccola parte, ma da punti di vista quanto più possibile diversi. Ed ecco che suddivisioni formali, come quella tra filosofia analitica e continentale, tendono ad essere superate per una comprensione del fenomeno temporale quanto più variegata possibile. Nel dibattito/studio interverranno vari docenti dell'Università: il Prof. Sandro Nannini, il Prof. Giovanni Camardi, il Prof. Marco Mazzone, il Prof. Alberto Giovanni Biuso e il Prof. Giuseppe Raciti. Il programma completo è disponibile sul sito di Sitosophia, oppure sulla brochure (parte prima e parte seconda), ma se aveste bisogno di maggiori informazioni potete sempre mandare una mail agli studenti organizzatori (all'indirizzo info@sitosophia.org).
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple