Tutti gli articoli su Librino.it

095 “blog impegnato” su PRISMA

Scritto da: il 09.10.10 — 0 Commenti
PRISMA è il mitico magazine del Boggio Lera. Esiste dal 1988, e sulle sue pagine, una cinquantina, gli studenti parlano un po' di tutto. L'ultimo numero che mi è capitato tra le mani è quello di dicembre 2009, e parla di "l'Altra Catania". C'è quindi il caso dello sgombero dell'Experia, la protesta dei precari della scuola, un'intervista a Mariagrazia Sapienza fondatrice di Argo - e stimata insegnante proprio nel Liceo Boggio Lera. Nelle ultime pagine c'è una sezione che si chiama "consigli ai naviganti" curata dal giovanissimo Gabriale Viglianisi. Anche questa è all'insegna della scoperta "dell'altra Catania", e cita numerosi siti e blog. Tra questi 095, con questa mini recensione: «è un sito web che si propone come guida di Catania, per scoprire tutto quel che di bello c'è all'interno. Ad una prima occhiata si presenta come molto imepegnato, pieno di lettere aperte ed articoli sulla situazione catanese». Oltre a 095 vengono inclusi nell'elenco il blog di Catania della "catena" Blogsicilia, il sito di CittàInsieme, quello di Addiopizzo Catania, 40xCatania e Librino.it. Che dire? Sono contento della mini recensione, e ringrazio Gabriele per l'attenzione. Tuttavia, ne approfitto per un paio di precisazioni, che possono aiutare le centinaia (migliaia) di lettori di Prisma. Partiamo da Librino.it, che Gabriele segnala come "non aggiornato". In realtà l'autore di Librino.it, Massimiliano Nicosia, ha fondato a ottobre 2008 un mensile che si chiama La Periferica, che oltre a raccoglierne l'eredità ha portato le notizie sul quartiere a un livello di maggiore professionalità. Insomma, quando in tv si parla dei problemi di Librino con "cognizione di causa" rispetto a quanto fatto per anni, lo si deve soprattutto a questo piccolo esperimento di giornale di quartiere: i gironalisti dei giornali più importanti lo usano come base di partenza per avere informazioni fondamentali senza perdere giorni in ricerche. Una sorta di ufficio stampa ...

Youtube Star della Domenica – Librino

Scritto da: il 05.10.08 — 0 Commenti
Basta guardare la nuvoletta con i tag più utilizzati in questo blog per capire che la parola LIBRINO è una delle più utilizzate: come "grandezza" nella nuvola è preceduta da poche altre come ad esempio SINDACO e STANCANELLI, e a pari merito con EVENTI. Insomma, questo blog è "Librino-centrico", e non potrebbe essere altrimenti, perché è il quartiere più popoloso, ci satnno circa un quarto dei cittadini catanesi, qualcosa come 70mila persone... Questo non significa che un post su quattro lo debba dedicare al quartierone satellite iperproblematico, iperdegradato, iperghettizzato e soprattutto ipersconosciuto di Catania, ma che se la frequenza dei post a riguardo sono tanti, ho le mie buone ragioni! Buone ragioni che vengono in parte spiegate nei video che seguono, realizzati da "Rassegna sindacale", organo di informazione della CGIL. Il video si Chiama "Pionieri nella Città Satellite", con regia e montaggio di Carlo Ruggiero e testi di Stefano Iucci. [youtube RGHmK4PBS4M] Quando disegnano strade e case gli architetti migliori immaginano percorsi di vita, sguardi verso il futuro, idee che poi si innesteranno sul concreto vissuto degli abitanti che dovranno intessere relazioni quotidiane con i luoghi da loro pensati. Sognano ma hanno anche la responsabilità delle realizzazioni. Una condizione, questa, che li accomuna a quella degli scienziati. Kenzo Tange appartiene a questa schiera. È a lui, insigne maestro giapponese allievo ideale di Gropius e Le Corbusier, che l’amministrazione di Catania affidò nel 1970 il compito di progettare Librino: la città nuova e futuribile alla periferia sud-ovest di Catania, la città satellite da 70.000 abitanti in tutto autonoma e autosufficiente che doveva risolvere la pressione demografica della città etnea. Quarant’anni dopo il sogno Librino, l’orgoglio razionalista di pensare spazi urbani all’avanguardia e in cui l’estetica delle costruzioni sia giustificata dalla loro funzionalità, sembra svanito. Oggi questa “new town” è diventata, seppur con una buona ...

Tre appelli: salviamo Pio Andrea, il Parco del Casalotto e l’Università

Scritto da: il 21.08.08 — 5 Commenti
Tre appelli da tre blog che seguo con molto interesse. Non trattano di argomenti affini, ma sono tutti temi che ritengo importanti. Il primo viene da SitoSophia, sito degli studenti di Filosofia di Catania, che chiedono di firmare una petizione contro il decreto legge del 25 giugno 2008 n. 112 (ne ho parlato qui) In linea con le posizioni assunte dalle maggiori organizzazioni garanti dell'istruzione e della cultura italiana – prima tra tutte la CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane – reputiamo assolutamente disastroso e, quindi, inaccettabile il decreto legge del 25 giugno 2008 n. 112 (inserito nella Finanziaria 2009). In alcuni articoli di tale decreto (artt. 16, 17, 66, 67, 69, 74) vengono drasticamente e inopportunamente tagliati i finanziamenti alla ricerca, ridotti gli stipendi reali dei docenti universitari, costrette alla probabile (laddove inevitabile) bancarotta e chiusura numerose Facoltà universitarie e scuole, ridotti il personale docente e quello amministrativo di quattro quinti, indirettamente ma concretamente minacciate la libertà di pensiero e di espressione, reso difficilissimo se non impossibile l'inserimento di giovani dottori nel mondo della scuola e dell'università. link L'altro appello che vi sottopongo riguarda invece tutt'altro tema, questo è legato alla sfera personale. Si tratta di una raccolta di fondi per Pio Andrea, un bambino di S.M.di Licodia (prov. di CT) affetto da Tetraparesi Spastica, ha sei anni e ancora non riesce a camminare. Il mio amico Massimiliano di Librino.it ha verificato le fonti, non è "la solita bufala" Non è la solita bufala che viaggia su internet. Purtroppo l'appello è vero ed è confermato dal comune di Santa Maria di Licodia che lancia l'appello anche dal proprio sito (scarica il file pdf) Inseriamo anche l'indirizzo del blog aperto dai genitori del piccolo per maggiori informazioni link L'ultimo appello riguarda invece il Parco di Casalotto, ad Aci Sant'Antonio, ed è l'ennesimo che parte dal ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple