Tutti gli articoli su la Periferica

Notizie su Catania – ecco dove leggerne tante e interessanti

Scritto da: il 26.11.08 — 0 Commenti
De "La Periferica" ho parlato tante volte in questo blog: è il giornale di quartiere di Catania sud, che parla delle periferie che sono "dimenticate, ovvero Librino, San Giorgio, Pigno, Villaggio Sant'Agata e Zia Lisa. Solo che esce una volta al mese. Come fare per avere una informazione più costante? Ovviamente con internet: nel nuovo layout del sito c'è ora una sezione di "news", con comunicati stampa e news sempre "ad altezza del cittadino", dove trovare sempre notizie utili per la vita quotidiana a Catania, che sugli altri giornali o non vengono date, o comunque passano in secondo piano. Ovviamente ci sono sempre i servizi e gli articoli sulla periferia sud, questi creati dalla redazione, ai quali è dedicato tutto il resto del sito! Per ricevere le news dal sito della Periferica potete abbonarvi al FEED RSS. Rapida rassegna stampa: CGIL: Catania è la città più precaria d’Italia Più di tremila precari senza lavoro entro pochi mesi Più di un milioni di libri consultabili on-line: parte il sistema bibliotecario provinciale di Catania "Spaccati la vita, non spaccarti la testa": campagna sociale dell’Istituto De Felice sull’utilizzo del casco Illuminiamo Librino! Ciminiere Catania XV edizione della Mostra concorso di Modellismo storico

Come si abita a Catania sud?

Scritto da: il 21.11.08 — 0 Commenti
Da "La Periferica" di novembre 2008, ricopio questo editoriale della professoressa Piera Busacca.  Il 21 novembre “La Casa della Città” di Catania – una struttura dell’Università di Catania nata con l’obiettivo di creare occasioni di incontro e dialogo tra gli attori urbani per facilitare i processi di gestione e trasformazione del territorio – organizza un convegno dal titolo La Casa per tutti. Attualità del pensiero di Franco Marescotti e Social Housing a Catania. Nell’ambito di questo evento verrà dedicata una sessione al quartiere di Librino e limitrofi. Librino è una “città-satellite” oppure solo una parte di una città più grande e distratta, Catania, che fino ad oggi non le ha riservato le dovute attenzioni? Catania Sud è abitata da circa un terzo dei “cittadini catanesi”. O meglio è abitata da tutti quei cittadini catanesi che nel corso degli ultimi 40-50 anni della loro vita hanno pensato di trovare qui una risposta al loro “diritto alla Casa”, sia essa una risposta “autonoma”, (Pigno, San Giorgio, Fossa Creta, ecc.) o esito di veri e propri piani pubblici e ufficiali di Edilizia Economica e Popolare (Villaggio Sant’Agata, Librino, Zia Lisa).  Alla domanda “Come si abita a Catania Sud?” gli Urbanisti risponderebbero che non c’è un adeguata presenza di servizi pubblici e istituzioni sul territorio. Nonostante i quartieri cosiddetti abusivi siano stati in gran parte resi legali dalle sanatorie edilizie, e quindi abbiano lo stesso diritto a ricevere standard di servizio pubblico (parchi, trasporti pubblici, presidi scolastici e ricreativi, ecc.) pari a quelli di tutte le altre zone di Catania, lo stato di fatto è ben lontano dai minimi di legge. Anche nei quartieri “pianificati” la situazione non è adeguata al numero di persone che vivono questa parte di città, a causa di un processo di attuazione di Librino che, dopo più di 40 anni, è ancora ...

Ecco l’Università che tutti vorrebbero: gli studenti di Urbanistica riprogettano Librino

Scritto da: il 05.11.08 — 2 Commenti
Eventi epocali. Accanto all'elezione di Barack Obama, un altro evento di pari livello è pronto a scardinare il mondo come lo conosciamo: la prima grande mostra di Urbanistica Partecipata a Catania, che si svolgerà a Librino la mattina dell'8 novembre al Pala Nitta, alla presenza delle tantissime associazioni che operano nel grande quartiere sud di Catania e degli studenti delle scuole che sono state coinvolte da "Oltre La Periferica" in un grande progetto di analisi e ridefinizione degli spazi urbani sotto la guida dei volenterosi, stakanovisti incredibilmente assennati, a tratti anche geniali studenti del Corso di Tecnica Urbanistica, e dai loro altrettanto incredibili insegnanti, gli ingengeri Laura Saija, Giovanna Regalbuto, Patrizia Macaluso e Antonio Raciti, e naturalmente la professoressa Piera Busacca. Non esagero con i complimenti: non avevo mai visto degli universitari lavorare 10 ore al giorno per una materia (con tutte le altre da studiare), andando in giro per mesi per Librino, fotografando, disegnando, studiando, progettando, tutto senza sosta. Quello che li ha armati di infinita pazienza e forza di volontà non deve essere stato la voglia di "darsi la materia", nemmeno per una tesi di laurea si lavora così, e nemmeno gli ingegneri loro insegnanti credo che avessero la voglia di lavorare fino a 18 ore ogni giorno per questo progetto. Deve esserci un fine più grande: cambiare Librino è possibile. Niente soldi, niente gloria, niente partecipazioni a reality show o posti di lavoro in ballo, solo altruismo e voglia di mettersi in gioco. Questa mattina hanno preparato parte della mostra, 5 ore di lavoro continuo. Domani e venerdì altre 5 ore con i bambini delle scuole. E sabato il grande evento. Insomma devono essersi detti "Yes We Can", e si sono messi a lavoro. Per vedere il frutto di questi duri mesi di lavoro, basta che sabato mattina dalle 9 ...

Youtube Star della Domenica – Librino

Scritto da: il 05.10.08 — 0 Commenti
Basta guardare la nuvoletta con i tag più utilizzati in questo blog per capire che la parola LIBRINO è una delle più utilizzate: come "grandezza" nella nuvola è preceduta da poche altre come ad esempio SINDACO e STANCANELLI, e a pari merito con EVENTI. Insomma, questo blog è "Librino-centrico", e non potrebbe essere altrimenti, perché è il quartiere più popoloso, ci satnno circa un quarto dei cittadini catanesi, qualcosa come 70mila persone... Questo non significa che un post su quattro lo debba dedicare al quartierone satellite iperproblematico, iperdegradato, iperghettizzato e soprattutto ipersconosciuto di Catania, ma che se la frequenza dei post a riguardo sono tanti, ho le mie buone ragioni! Buone ragioni che vengono in parte spiegate nei video che seguono, realizzati da "Rassegna sindacale", organo di informazione della CGIL. Il video si Chiama "Pionieri nella Città Satellite", con regia e montaggio di Carlo Ruggiero e testi di Stefano Iucci. [youtube RGHmK4PBS4M] Quando disegnano strade e case gli architetti migliori immaginano percorsi di vita, sguardi verso il futuro, idee che poi si innesteranno sul concreto vissuto degli abitanti che dovranno intessere relazioni quotidiane con i luoghi da loro pensati. Sognano ma hanno anche la responsabilità delle realizzazioni. Una condizione, questa, che li accomuna a quella degli scienziati. Kenzo Tange appartiene a questa schiera. È a lui, insigne maestro giapponese allievo ideale di Gropius e Le Corbusier, che l’amministrazione di Catania affidò nel 1970 il compito di progettare Librino: la città nuova e futuribile alla periferia sud-ovest di Catania, la città satellite da 70.000 abitanti in tutto autonoma e autosufficiente che doveva risolvere la pressione demografica della città etnea. Quarant’anni dopo il sogno Librino, l’orgoglio razionalista di pensare spazi urbani all’avanguardia e in cui l’estetica delle costruzioni sia giustificata dalla loro funzionalità, sembra svanito. Oggi questa “new town” è diventata, seppur con una buona ...

Esposto sull’illuminazione a Librino

Scritto da: il 23.09.08 — 2 Commenti
Sul problema del'illuminazione, posto questo COMUNICATO STAMPA che riguarda un esposto presentato da alcune realtà del quartiere Librino sul problema illuminazione. Non è un intervento risolutivo, ma è comunque un buon segnale di "partecipazione" alla vita cittadina. La mancanza dell'illuminazione stradale a Librino sta rendendo la vita degli abitanti (oltre 60.000 ) difficilissima tanto più se questa situazione si protrae da circa un anno. Tutto il popolatissimo quartiere è immerso in un buio fittissimo e al calar della sera per gli abitanti scatta il coprifuoco. L'assenza delle insegne luminose dei negozi rende il buio ancora più profondo. Da mesi la Cgil ha sollevato il problema e ha chiesto alle Istituzioni un incontro senza avere nessun riscontro. Sembra incredibile la mancanza di attenzione, nonostante il gran parlare di sicurezza, per questo quartiere. Il problema è indubbiamente connesso alla crisi finanziaria del Comune che tra l'altro comporta che diversi quartieri della città siano per lunghi periodi al buio ,ma a Librino anche per la conformazione del quartiere il problema assume una gravità straordinaria. Per questi motivi gli abitanti del quartiere attraverso la CGIL, il comitato Librino attivo, la redazione della PERIFERICA, il Centro Iqbal Masih, unitamente a molti amministratori di Cooperative edilizie e condomini hanno deciso di presentare un esposto alla Magistratura per accertare le cause di questa situazione e le responsabilità di chi ha permesso da un anno a questa parte l'interruzione di un pubblico servizio indispensabile per la complessiva sicurezza dei cittadini. Si comincia da Librino ma si proseguirà anche per gli altri quartieri I firmatari dell'esposto hanno indetto un'assemblea per giovedì 25 p.v. alle ore 18 presso la sede della CGIL di Librino in via Bummacaro 16. L'esposto sarà presentato in Tribunale Mercoledì 24

A Librino nasce l’Associazione “Oltre la Periferica”

Scritto da: il 18.09.08 — 3 Commenti
In un quartiere troppo spesso conosciuto dai catanesi solo per fenomeni negativi ,si è costituita l'Associazione culturale "Oltre La Periferica" con la volontà di offrire un punto di incontro nel territorio ed evidenziare le molteplici potenzialità dei quartieri Librino, Villaggio Sant'Agata, Pigno, Zia Lisa e San Giorgio. L'associazione è editore del mensile di informazione e cultura "La Periferica", distribuito gratuitamente in 5000 copie nella periferia sud di Catania ed è già al secondo anno di stampa. L'intenzione, anche attraverso il mensile, è quella di fornire i mezzi per un riscatto sociale, ponendosi come riferimento per gli abitanti del quartiere. I soci fondatori sono tutti residenti nel quartiere con precedenti esperienze di volontariato. Attraverso l'associazione "Oltre la Periferica" essi intendono portare avanti attività e progetti aventi come comune denominatore il lavoro in rete, che coinvolga attivamente le varie realtà già presenti e operanti nel territorio. "Siamo convinti" - afferma il vicepresidente Giuffrida - "che, per poter cambiare le cose che non vanno occorre far partire le proposte dal basso, da noi che abitiamo il quartiere e viviamo giornalmente sulla nostra pelle i disservizi e le carenze presenti. Siamo coscienti che dobbiamo riuscire a diventare un'unica voce, per essere più forti e farci ascoltare da chi da troppo tempo ha finto di non sentire. Questo è ciò che ci impegniamo a portare avanti: iniziare insieme un percorso che permetta, a chi vive il quartiere, di essere al centro delle scelte future che verranno fatte sul territorio". Per informazioni: Tel 349/0941517 - 346/8401072 - Fax 095/2937322 Email associazione@laperiferica.it

La Pentecoste dei Giovani a Librino

Scritto da: il 11.05.08 — 2 Commenti
La Periferica, giornale di quartiere delIa periferia sud, ci segnala un importante evento, addirittura storico per Librino, il più grande quartiere catanese, e uno dei più emarginati. Arriva la Pentecoste dei Giovani, a rianimare le strade troppo spesso deserte di Librino. Centianaia di giovani verranno da ogni parte di Catania per celebrare questo importante evento religioso. ll programma della Pentecoste dei Giovani a Librino - 11 maggio 2008 Ore 10.00 Arrivi ed accoglienza a S. Chiara a Librino e Nostra Signora del Ss.mo Sacramento iscrizioni nelle segreterie e momento di preghiera iniziale con canti di animazione nelle due rispettive parrocchie - Partecipazione al Pentelab della CARITÀ con i Focolarini, nella Chiesa di S. Chiara - Partecipazione al Pentelab di MISSIONE con il Movimento Giovanile Missionario nella Parrocchia Nostra Signora del SS. Sacramento in Librino - In contemporanea nelle due Parrocchie Adorazione, preparazione alla Confessione (con i Volontari al servizio Confessioni) e Confessioni Ore 12.00 Inizio pellegrinaggio verso la Parrocchia Resurrezione del Signore, passando per il Centro Talità Kum e Nostra Signora del SS. Sacramento. Ore 13.30 Animazione, preghiera e pranzo al sacco nel cortile della Parr. Resurrezione del Signore. Ore 15.00 Accoglienza dei giovani che verranno nel pomeriggio, iscrizione in segreteria e canti di ani- mazione. Ore 15.30 Saluto ai giovani del nostro Arcivescovo, Mons. Salvatore Gristina. Ore 15.45 Presentazione delle attività svolte nei Pentelab delle zone Circum e Bosco e Pentelab Missione e Carità svoltosi nella mattinata. In contemporanea Adorazione, preparazione alla Confessione (con i Volontari al servizio Confessioni) e Confessioni nella Chiesa della Resurrezione del Signore. Ore 17.30 Prove dei canti. Ore 18.00 S. Messa presieduta dall’Arcivescovo mons. Gristina. Ore 19.30 Musical dei giovani di Librino e del CGSLife su “Don Pino Puglisi”. Ore 22.00 Saluti e partenze. Vi lascio con le parole dell'Arcivescovo Gristina, prese da pagina 6 del numero di Maggio de la Periferica "Librino, quartiere non di periferia, perché ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple