Tutti gli articoli su evento

Riapre una parte della Villa Bellini – alcune belle foto

Scritto da: il 31.01.09 — 8 Commenti
Il Giardino Bellini era chiuso da Gennaio 2008: dopo un anno, e precisamente giorno 16, un ampio pezzo dello storico Giardino catanese è stato riaperto. Si tratta della parte più nota, quella che va dall'ingresso di via Etnea fino a piazza Roma, ovvero la parte "orientale" della villa. Sul forum SkyscraperCity dedicato a Catania, una risorsa importantissima per chi ama l'urbanistica e in generale l'architettura, l'utente Sampei ha postato alcune belle foto del (finalmente) rinnovato Giardino Bellini. Ne potete vedere in miniatura alcune qui su questo articolo, ma per vederle tutte cliccate qui e anche qui. Di seguito invece un comunicao del Comune che parla della riapertura e che contiene un appello del Sindaco: ”I cittadini ci aiutino a mantenere questo straordinario bene culturale” Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, insieme a numerosi assessori comunali, tecnici e cittadini comuni, ha restituito alla città l’area del Giardino Bellini inclusa tra l’ingresso di via Etnea e piazza Roma, chiusa completamente dal mese di gennaio del 2008 per gli imponenti lavori di restauro che da oltre un anno e mezzo stanno interessando gli oltre settantamila metri quadrati del vasto polmone verde nel cuore della città. I lavori che sono stati finora completati hanno interessato l’ingresso su via Etnea realizzato dal Samonà negli anni 30, i tre viali paralleli la via Santa Euplio e l’area di piazza Roma afferenti l’impianto ottocentocentesco del Fichera. Sono stati riordinati tutti i sottoservizi, rifatto l’impianto di illuminazione e installato un moderno sistema sistema di videosorveglianza; si è provveduto inoltre a ricostruire il muro di cinta su via Santa Euplio crollato negli anni 80 e da allora non più risistemato. Nella parte di piazza Roma sono stati allocati anche alcuni giochi per bambini, oltre a nuove panchine. “Uno dei luoghi simbolo di Catania viene riconsegnato ai cittadini. seppur parzialmente, dopo i lavori ...

L’Operazione “Freccia Rotta” partirà il 19 gennaio

Scritto da: il 15.01.09 — 0 Commenti
Una volta, per andare a trovare un amico in Basilicata, sono stato 18 ore sul treno. All'arrivo ero distrutto, avevo anche dovuto fare un cambio treno a Salerno: ero sceso dalla mitica "Freccia del Sud" che dalla Sicilia arriva a Milano in tempi biblici e preso un trenino credo a vapore che mi portò fino a Potenza. Io ero sconvolto dall'attesa, ma gli altri passeggeri erano invece rassegnati e ben abituati alla "Feccia del Sud" come abitualmente chiamavano il lentissimo (e sporco, e rumoroso) mezzo di trasporto... In occasione dell'avvio dell'Alta velocità Roma-Milano, il presidente della Provincia di Catania Castiglione ha usato una similitudine simile ma meno "estrema" per indicare la lentezza cronica dei treni siciliani: «Apprendo con piacere che il primo treno Freccia Rossa inauguri la tratta dell’alta velocità delle Ferrovie dello Stato, collegando Milano e Bologna in 65 minuti, peccato che per collegare Catania a Palermo i nostri treni impieghino quasi 5 ore!!» diceva in un comunicato del 19 dicembre, proseguendo «Inviteremo al più presto il gotha del mondo economico-finanziario italiano e tutti gli esponenti politici che si sono dati appuntamento allo scalo di Milano Centrale, per percorrere insieme a loro la tratta ferroviaria che va da Catania al capoluogo siciliano. Altro che Freccia Rossa, l’iniziativa si chiamerà “Freccia Rotta”!». Chi si sente di dargli torto? La "provocazione" è stata rilanciata dall'ufficio Stampa più volte nel corso di Gennaio, e ripresa da tutti i principali organi di stampa, fra i quali l'ottimo Catania Oggi che lo mette come notizia di apertura. Di seguito invece ricopio i vari comunicati della Provincia a riguardo. DOPO L’INAUGURAZIONE DI “FRECCIA ROSSA”, IL PRESIDENTE GIUSEPPE CASTIGLIONE LANCIA L’INIZIATIVA PROVOCATORIA DI “FRECCIA ROTTA” «Apprendo con piacere che il primo treno Freccia Rossa inauguri la tratta dell’alta velocità delle Ferrovie dello Stato, collegando Milano e Bologna in 65 minuti, peccato che ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple