Tutti gli articoli su donne

Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano – 5 maggio a Catania

Scritto da: il 30.04.09 — 0 Commenti
Ricevo dall'Associazione Rita Atria la segnalazione di un evento, che merita grande attenzione per la qualità degli artisti. Colgo l'occasione per raccontare brevissimamente la vicenda, che è ancora troppo poco nota, della presidentessa dell'Associazione Rita Atria Piera Aiello, collaboratrice di giustizia, una donna esempio di coraggio (e forse il termine è riduttivo). Piera Aiello, dopo la morte della cognata Rita Atria nel 1992, ha vissuto per la giustizia, per testimoniare contro la mafia. Anni d'incubo sotto falsa identità. Pian piano si è ricostruita una vita normale. La sua copertura però è saltata poche settimane fa per via dell'imprudenza di un carabiniere. Pubblico il comunicato dell'evento senza modifiche. Si svolge martedì 5 maggio alle 21, all’Auditorium del Monastero dei Benedettini, la tappa catanese del tour siciliano Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano. In cammino verso l’ottavo forum sociale antimafia “Felicia e Peppino Impastato”. Il concerto catanese è organizzato da Associazione Antimafie “Rita Atria”, Associazione Magma – Caltagirone, Casablanca Edizioni Le Siciliane, Casa Memoria “Felicia e Peppino Impastato” – Cinisi, Coppola Editore, facoltà di Lingue e Letterature straniere – Catania, Open Mind GLBT – Catania, Telejato, UDI. Un folto gruppo di promotori per un evento che nasce all’insegna dell’impegno sociale per parlare di una questione importante come la “sicurezza sul lavoro”, raccogliendo fondi per contribuire a quelle famiglie siciliane che sono state toccate dal lutto di chi del proprio lavoro è diventato vittima. Protagonisti della serata saranno il musicista emiliano Fabrizio Varchetta e il suo gruppo, i Witko, insieme a due cantatrici siciliane, Matilde Politi e Simona Di Gregorio: il bluegrass, l’indie rock, il folk rock, ma anche i modi pacati dell’acustica, incontreranno il canto di tradizione. Canti di ieri si uniranno a canzoni di oggi che si fanno specchio dei nostri giorni e del nostro mondo, mostrando come tanto le testimonianze di ieri ...

Musicadonna – la palestinese Mira Anwar Awad e l’israeliana Noa

Scritto da: il 03.03.09 — 0 Commenti
[HTML1] Si chiama Musicadonna, ed è la rassegna tutta al femminile di Catania Jazz, in programma dal 16 febbraio al 13 maggio. Oggi 2 marzo il secondo appuntamento, con la cantante palestinese Mira Anwar Awad, alle ore 21.00 presso il teatro Brancati (via Sabotino 2, biglietto € 11 ). Ma non è finita qui: le serate del 4 e del 5 marzo saranno invece dedicate alla cantante israeliana e Cavaliere della Repubblica Italiana Achinoam Nini in arte Noa. Il suo debutto internazionale lo fece con un concerto nel 1992 proprio qui a Catania, e Catania Jazz, con una serata ad inviti, riproporrà domani sera 4 marzo quel concerto, alla presenza della cantante. Giovedì 5 marzo alle ore 21.00 Noa si esibirà in concerto al Teatro Metropolitan. Il costo dei biglietti va da € 16,50 (settore distinti) a 27,50 (poltronissime).

Cinema Indipendente delle Donne – secondo appuntamento

Scritto da: il 20.05.08 — 0 Commenti
Secondo appuntamento con il film festival al femminile in contemporanea in 15 città italiane, Catania compresa. Il Trust nel nome della donna organizza, in collaborazione con La Città Felice di Catania e la Facoltà di Lingue e Letterature straniere, il Festival Itinerante 2008 abbinato al Concorso Internazionale di Cinema indipendente delle Donne con a tema le Esperienze di Libertà Femminile Martedì 20 maggio ore 18.00 Facoltà di Lingue e Letterature straniere Via S. Maddalena, 40 Catania Vi ricordo che ogni spettatrice è insieme anche giurata che sarà chiamata a dare un voto ai film in concorso (sono fortunatamente benvenuti gli spettatori). I film di martedì 20 maggio: Inventata da un dio distratto (Documenti - Marilisa Piga e Nico Di Tarsia - 45 minuti); Il film è dedicato a Maria Lai, artista nata nel 1919 a Ulassai in Sardegna. Attraverso la sua voce narrante e visionaria, cui le autrici hanno affidato il ruolo di affabulazione, il film accoglie e apprende fiabe e leggende autoctone o cosmiche, che sarebbero indicibili se lei non fosse stata inventata da un dio distratto. Entrando ed uscendo dai suoi libri d’artista Maria Lai offre testimonianza di sé e del Novecento, ma serba ancora – tra le righe e le parole – nuovi segreti a altre storie. Nella casa di borgo San Nicola (Documenti - Caterina Gerardi - 62 minuti); Girato nel carcere femminile di Lecce, questo lavoro - senza prevenzioni e senza indulgenze, attraverso interviste ed incontri - indaga la vita, le considerazioni, le aspettative e le nostalgie di un gruppo di donne detenute per il reato di associazione di stampo mafioso in regime di alta sicurezza. Caterina Gerardi sostiene che: “Il carcere non è per le donne.” La prima volta (Documenti - Antonella Restelli - 50 minuti). Il film è dedicato a Nadia Gallico Spano, Madre ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple