Tutti gli articoli su consumo critico

Addiopizzo Catania – al via il Consumo Critico

Scritto da: il 30.09.08 — 2 Commenti
Oggi 30 Settembre, alle ore 9:30, presso la Prefettura di Catania, AddioPizzo Catania presenterà il progetto cardine della sua attività, ovvero il "Consumo Critico": verranno mostrate le duemilaseicentoventicinque firme raccolte tra i consumatori a sostegno dell'iniziativa, firme raccolte nei due anni di attività del gruppo catanese di AddioPizzo. Alla conferenza stampa parteciperanno Addiopizzo Catania, Edoardo Zaffuto di Addiopizzo Palermo per raccontare le tappe e i risultati positivi dello stesso progetto a Palermo, alcuni imprenditori del palermitano e del catanese tra cui Andrea Vecchio, come testimonianza di un cambiamento possibile, Enrico Colajanni, presidente di Libero Futuro, la prima associazione antiracket palermitana. Interverranno inoltre Giovanni Finazzo, Prefetto di Catania e Vincenzo D'Agata, Procuratore della Repubblica di Catania. Consumo Critico Con questo progetto ci proponiamo di sostenere gli esercenti che non si sottomettono al racket delle estorsioni, creando una rete di consumatori consapevoli che si impegnano a rivolgersi agli esercizi commerciali liberi dal pizzo, eliminando così la possibilità di isolamento di chi fa una scelta difficile ma giusta, e incoraggiare chi non ha ancora denunciato. L'iniziativa, che si fonda sulla premessa che ogni cittadino è anche un consumatore e se compra da chi paga il pizzo finanzia la mafia, si articola in due fasi: 1. raccolta firme dei cittadini (abbiamo già raccolto migliaia di firme!) 2. redazione della lista dei commercianti "pizzo-free" da presentare ai cittadini L'associazione ha anche promosso la formazione di una commissione di garanzia, con il compito di controllare che i commercianti che aderiscono al progetto non paghino il pizzo.

Addiopizzo Catania: Arance Pizzo Free – La forza delle azioni…

Scritto da: il 05.07.08 — 0 Commenti
Con qualche giorno di ritardo pubblico quanto ricevuto da Addiopizzo Catania. Domenica è stata la giornata delle Arance Pizzo Free, una campagna a favore della legalità che ha visto coinvolte associazioni, famiglie, gente che ha voluto esserci per dimostrare che le cose si possono cambiare. E' stata una domenica lunghissima per i volontari delle associazioni Asaae (Associazione Antiracket e Antiusura Etnea), Addiopizzo Catania, Cope, Libera e per i tanti altri che, armati solo di buona volontà, non hanno mancato l'appuntamento. A Palagonia è cominciata la raccolta delle arance dall' agrumeto di Carmelo Pappalardo, un imprenditore agricolo che dopo avere denunciato i suoi estortori è rimasto solo nella lotta contro l'illegalità. Ieri però qualcosa è cambiato: uomini, donne e bambini hanno raccolto gli agrumi dagli alberi, riempito centinaia di cassette e imbustato i frutti che poi, in serata, sono stati venduti, al prezzo simbolico di un euro al chilo, in piazza Verga a Catania, proprio davanti al Tribunale. Dalla vendita delle arance durante il raccolto è stato possibile consegnare all'imprenditore mille euro, ai quali si sono aggiunti altri 718 euro raccolti davanti al Tribunale. Addiopizzo Catania O.N.L.U.S. viale Vittorio Veneto 14, Catania
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple