Tutti gli articoli su consiglio comunale

The revenge of Dancing Bilancio and Tarsu the Bill

Scritto da: il 24.06.11 — 0 Commenti
Aumenti TARSU in arrivo. 28 € all'anno in più in media. E pagheranno TUTTI, anche le "fasce deboli", che pagheranno prima salvo attendere il rimborso, poi. Martedì il Consiglio comunale dovrebbe confermare questo aumento per far quadrare quanto previsto nel bilancio di previsione redatto un paio di settimane fa dalla giunta. Perché? Al comune di Catania il "rischio dissesto" è tutt'altro che scongiurato: mancano milioni di euro per far quadrare i conti. Da dove "mancano", questi soldi? Principalmente dalla riduzione dei trasferimenti statali, almeno una ventina di milioni di euro in meno. Conseguenze? Tagli aiservizi sociali (denominazione ufficiale "razionalizzazione"), tagli in ogni direzione. Stringere la cinghia comunque non fa mai male, e certo di "razionalizzazione" nel tempio degli sprechi (il palazzo degli elefanti, s'intende) c'è grande bisogno. Ma il problema è che nonostante questo, qualche mese fa è stato stipulato un folle contratto per lo smaltimento dei rifiuti: i limiti di raccolta differenziata da raggiungere sono inferiori agli standard previsti dalla legge (comunitaria, che sia recepita anche dalla Sicilia non importa: dovrà esserlo a breve), e tra qualche anno ci ritroveremo a dover pagare delle pesanti multe dalla comunità europea semplicemente perché l'ATO rifiuti che si occupa della sola Catania città (ente inutile e doppione?) ha "sbagliato" a fare il bando. Certamente erano in buona fede... Come quando, rispetto alla vecchia concessione, hanno aumentato la cifra di parecchi milioni di euro, arrivando a un totale di 165 milioni in 5 anni, ala faccia della crisi... Tutte vicende note e di cui si è già discusso ampiamente (vedi anche Argo e Virgilio Catania). Come se questo non bastasse, martedì in consiglio comunale si voterà questo aumento. E a breve, se andrà in porto l'aumento, la bozza di bilancio di previsione. Tra le varie "agevolazioni" alle fasce deboli lo "sgravio della tarsu". Cioè? Chi ha un ISEE ...

Istituti di partecipazione popolare: finalmente attivi, dopo 15 anni

Scritto da: il 26.10.10 — 0 Commenti
Il Consiglio comunale di Catania ha approvato ieri sera all'unanimità il regolamento attuativo sugli istituti di partecipazione popolare redatto da un gruppo di cittadini. In aula si fa notare che l'amministrazone è assente: Stancanelli, dopo aver portato avanti gli "Stati Generali" si sarà dimenticato della "partecipazione" dei cittadini? In attesa che l'amministrazione comunale trovi lo spazio in bilancio per garantire questi nuovi diritti ai catanesi, riporto la nota del comitato "Noi decidiamo", che ha scritto il regolamento approvati ieri, riguardo questa importantissima vittoria. «DOPO 15 ANNI, FINALMENTE I CATANESI POTRANNO ESERCITARE PIENAMENTE I LORO DIRITTI DI CITTADINI» Con grande orgoglio il Comitato Noi Decidiamo è felice di annunciare a tutti i cittadini catanesi che dopo quindici anni di attesa il regolamento attuativo degli istituti di partecipazione diretta dei cittadini previsti dallo Statuto è stato finalmente approvato dal Consiglio comunale. Con voto unanime, l’Assise cittadina ha ieri sera espresso voto favorevole alla nostra proposta di regolamento presentata un anno e mezzo fa sotto forma di petizione e recepita poi da alcuni consiglieri comunali. Nel 2007 un gruppo di cittadini si erano riuniti nel Comitato “Noi Decidiamo” con l’obiettivo di ottenere l’attuazione dei loro diritti (diritto di petizione, di istanza, di udienza, di consultazione popolare, di referendum consultivo/propositivo/abrogativo) e dopo più di tre anni di duro lavoro finalmente il risultato è stato raggiunto. Con viva commozione i membri del Comitato consegnano virtualmente questo regolamento attuativo ai loro concittadini, affinché possano usufruirne per fare pesare la loro opinione nella risoluzione dei problemi della città, per vivere attivamente le scelte che li riguardano, per realizzare finalmente un serio ed attivo contributo alla crescita civica di Catania. La vera sfida inizia proprio adesso.

Voltagabbana: l’arte di arrangiarsi /AGGIORNAMENTI

Scritto da: il 06.02.10 — 0 Commenti
Elenco aggiornato dei "voltagabbana" dell'attuale Consiglio Comunale di Catania: - Castelli Vincenzo --> eletto con la lista "Con Nello Musumeci per Catania" passa all'UDC  (fonte: La Sicilia del 21 agosto 2008, pag. 35) - Sciuto Antonino detto "Nino" --> eletto con la lista "Con Nello Musumeci per Catania" passa all'UDC  (fonte: La Sicilia del 23 agosto 2008, pag. 33) - Castelli Vincenzo --> eletto con la lista di Nello Musumeci e passato poi all'UDC, passa adesso al PDL (fonte: La Sicilia del 4 giugno 2009, pag. 30) - Carmelo Nicotra --> eletto con la lista PD passa all'MPA (fonte: La Sicilia del 5 febbraio 2010, pag. 35)

I Consiglieri comunali catanesi si “premiano”: più presenze per tutti!

Scritto da: il 09.07.09 — 0 Commenti
Ricordate che il consiglio comunale lavorava poco? Beh a quanto pare, non è più così! Da quando infatti i consiglieri non ricevono più lo "stipendio" mensile ma il gettone di presenza, le attività sono diventate quasi "frenetiche". Tanto frenetiche che le commissioni composte da "solo" 9 persone non bastavano:  le 12 commissioni consiliari (su soli 48 consiglieri... ce n'è anche una su CATANIA CITTà OPERATRICE MESSAGGERA DI PACE) non bastavano, e il numero è stato portato a 11. 24 gettoni di presenza in più quindi, per accontentare tutti, anche chi durante il voto era da qualche altra parte: si è votato con il numero minimo di 24 consiglieri in aula. 50 euro a gettone, e facendo un po' i conti dodici commissioni per undici diviso 48 per 50... Ogni consigliere fa parte in media di 2,75 commissioni. Ipotizziamo che i consiglieri si riuniscano per ogni commissione solo una volta a settimana, più le sedute del consiglio (erano 7 ad aprile)... In totale sono circa 900 euro, che diventano 1400 con 2 riunioni di commissione a settimana, 2000 con tre riunioni e così via... Per il momento sappiamo che il Comune di Catania è sempre a rischio dissesto, e che rischiamo di perdere, a causa dei debiti, il patrimonio librario della Biblioteca Civica e Ursino Recupero... Segue lettera di Cittàinsieme sul tema. Catania, 9 luglio 2009 ..."O vergogna, dov'è il tuo rossore?" Con questa invocazione si chiude la riflessione riportata l'8 luglio dal giornale La Sicilia dal titolo "Le priorità della casta" che riferisce della sollecitudine (inusuale) del Consiglio Comunale nell'approvare la delibera che comporta l' «autoapprovvigionamento» dei consiglieri. Vergogna e rossore non esistono più perché non esiste più la dignità. Per arrossire ci vuole una faccia, ma quando la faccia è di marmo non può arrossire. Il denaro, purtroppo, rappresenta l'elemento attraverso il quale vengono assottigliate, ...

Addiopizzo Catania scrive al sindaco riguardo ai beni confiscati

Scritto da: il 04.06.09 — 2 Commenti
Lettera aperta al Sindaco Stancanelli Gentile signor Sindaco,il 25 maggio Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, ai microfoni di Canale 5 ha dichiarato con orgoglio che a Buccinasco un immobile confiscato alla 'ndrangheta è stato convertito in un asilo capace di ospitare 60 bambini.Il presidente della regione Lombardia ha sottolineato con soddisfazione questo importante risultato voluto e realizzato in pochissimo tempo. Questo succede in Lombardia, appunto. Catania accade, invece, che un immobile confiscato alla mafia da un anno attende di essere consegnato ad Addioppizzo Catania e a Libera e questo nonostante la nostra associazione sia attualmente senza una sede propria, nonostante l'impegno profuso all'epoca dal prefetto Finazzo e dal suo staff, nonostante il presidente Lo Bello si sia dichiarato disponibile a rinunciare all'ipoteca che grava sull'immobile in questione qualora effettivamente assegnato alle due associazioni. Poche banali clausole di un altrettanto banale contratto di comodato d'uso vanificano, di fatto, il lavoro di quanti credono nella legalità e lottano ogni giorno per rendere migliore questa nostra terra.Noi riteniamo che il riscatto e la rinascita di questa città passino anche attraverso piccoli gesti concreti dall'alto valore simbolico.Dare la possibilità a due associazioni di usufruire di un immobile confiscato alla mafia in un quartiere come Picanello sarebbe un segnale forte ed importante da parte di questa amministrazione comunale.Per questo siamo sicuri che tale richiesta non sarà seguita da un fragoroso silenzio.

Il Consiglio Comunale dorme? – ecco i video…

Scritto da: il 12.03.09 — 1 Commento
Dopo averlo trasmesso in diretta, sono ora disponibili i video dell'incontro sullo stato del Consiglio comunale tenutosi a Cittàinsieme il 2 febbraio e che era intitolato molto appropriatamente "Il Consiglio comunale dorme?" visto che da quando si è insediato (agosto 2008) fino al 2 marzo si era rinunito solo 13 volte... All'incontro hanno partecipato i consiglieri comunanali D'Agata e Musumeci e l'assessore Riva. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=imiYtQZhtdQ[/youtube] Di seguito i link alle singole parti del video dell'incontro e un'interessante presentazione sul Consiglio comunale sempre a cura di Cittàinsieme Singoli video - Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4 - Parte 5 - Parte 6 - Parte 7 - Parte 8 - Parte 9 - Parte 10 - Partd 11 - Parte 12 - Parte 13 - Partd 14 - Parte 15 [HTML1]

Il Consiglio Comunale dorme? Live Streaming da Cittàinsieme

Scritto da: il 02.03.09 — 1 Commento
Come anticipato pochi giorni fa, oggi 2 marzo diretta Live streaming con Mogulus dal salone di Cittàinsieme, in via Siena 1 a Catania. Per parlare del Consiglio comunale, sono ospiti i consiglieri D'Agata e Musumeci e l'assessore per i rapporti con il Consiglio comunale Riva. LA DIRETTA E' FINITA ALLE ORE 23 SEGUE IL RESOCONTO DELL'INCONTRO Numerosa e partecipata lunedì 2 marzo l’assemblea di Cittainsieme sul Consiglio comunale. “Perché il Consiglio comunale dorme mentre Catania è allo sbando? Perché il Consiglio comunale si riunisce solo una volta al mese? Di chi è la colpa? Così recitava il volantino che annunciava l’incontro diretto da Fabio Viola, al quale hanno partecipato Saro D’Agata, consigliere comunale del PD, Nello Musumeci, consigliere comunale de La Destra-AS e Gaetano Riva, assessore ai rapporti col Consiglio comunale. Due le tesi contrapposte: da una parte l’assessore Riva secondo il quale, l’amministrazione che sta lavorando intensamente, ha già trasmesso al Consiglio comunale tutte quelle consegne che lo metterebbero in grado di funzionare, dall’altra la tesi di D’Agata e Musumeci, che hanno descritto con dovizia di particolari, un Consiglio comunale, costretto all’inerzia dalla inefficienza della Giunta e soprattutto dal sindaco per il quale, come afferma Musumeci, “il Consiglio comunale è addirittura una sorta di impaccio” Un Consiglio comunale tenuto all’oscuro di tutto (l’on. Musumeci espone una lunga lista di “non sappiamo”, costretto dalla mancanza di progettazione ad una inerzia forzata). Molti interventi da parte del pubblico hanno vivacizzato il dibattito che si è concluso con un appello da parte del Comitato Noi Decidiamo ai consiglieri presenti di prodigarsi per l’approvazione dei regolamenti che permetterebbero il funzionamento dello Statuto, rimasto per 15 anni lettera morta, e la effettiva partecipazione dei cittadini alla politica della città. Salvatore Resca, CittàInsieme Catania, 3 marzo 2009 [HTML1]

Catania allo sbando e il Consiglio Comunale dorme?

Scritto da: il 28.02.09 — 1 Commento
CATANIA è allo SBANDO E il CONSIGLIO COMUNALE DORME. PERCHE’? Il CONSIGLIO COMUNALE si riunisce SOLO UNA VOLTA AL MESE. DI CHI E’ LA COLPA? LUNEDI’ 2 MARZO ore 20.15 LO SCOPRIREMO INSIEME A: Saro D’Agata - consigliere comunale (Partito Democratico) Nello Musumeci - consigliere comunale (La Destra - AS) Gaetano Riva - assessore ai rapporti col consiglio comunale in Via Siena, 1 Catania incontro in diretta su www.cittainsieme.it Come segnalato in vari post, l'attività del Consiglio Comunale catanese è tutt'altro che "frenetica": la media è di poco più di una seduta al mese. Perché? L'associazione Cittàinsieme ha organizzato un incontro con due consiglieri di opposizione (D'Agata e Musumeci) e l'assessore comunale per il rapporto con il Consiglio (Riva) per capire cosa si fa all'interno di Palazzo degli Elefanti per superare la crisi... Il recente caso dei "furbetti del gettone di presenza" fa comunque pensare molto: se il Consiglio comunale fa poche sedute, con la nuova legge regionale (che paga i consiglieri in base alle presenze e non più con uno "stipendio fisso") le attività delle varie Commissioni consiliari sembrano aumentate... Le risposte ai (legittimi) dubbi si spera che vengano date in numero sufficiente nel corso dell'assemblea...

Consiglio Comunale – le presenze di Novembre 2008

Scritto da: il 30.01.09 — 0 Commenti
Dopo le presenze di Ottobre 2008, eco quelle del mese di Novembre. L'unica seduta del Consiglio Comunale di Catania tenutasi nel penultimo mese del 2008, è stata giorno 26. Come potete vedere, anche a Novembre però non sono mancate le assenze... Giorno 26 Tot. Balsamo Ludovico 0 0 BarresiAndrea 1 1 Bellavia Giacomo 1 1 Bianco Vincenzo 0 0 Bonica Antonino 1 1 Bottino Marcello 0 0 Calanna Aldo 1 1 Castelli Vincenzo 1 1 Cimino Sebastiano 1 1 Condorelli Sebastiano 1 1 Consoli Marco 1 1 Corradi Alessandro 1 1 Curia Bartolomeo 1 1 D'Agata Rosario 1 1 Daidone Letterio 1 1 D'Avola Giovanni 1 1 Di Salvo Salvatore 1 1 Gelsomino Rosario 1 1 Giuffrida Francesca 1 1 Giustolisi Carmelo 1 1 La Rosa Domenico 1 1 La Rosa Epifanio 1 1 Li Volsi Vincenzo 1 1 Lombardo Aqatino 1 1 Lo Presti Gemma 1 1 Marco Erika 1 1 Messina Alessandro 1 1 Messina Manlio 1 1 Mirenda Maurizio 1 1 Montemaqno Francesco1 1 Musumeci Sebastiano 0 0 Navarria Francesco 1 1 Nicotra Carmelo 1 1 Parisi Vincenzo 1 1 Porto Alessandro 0 0 Raciti Francesca 1 1 Santagati Carmencita 1 1 Sciuto Antonino 0 0 Sofia Carmelo 1 1 Sudano Valeria 1 1 Frichini Francesco 1 1 Tringale Aqatino 1 1 Trovato Rosario 1 1 Zammataro Manfredi 1 1 Zappalà Lanfranco 1 1 Anche questa volta, per facilità di lettura, facciamo l'elenco dei "cattivi", cioè quelli che sono stati assenti dal Consiglio Comunale almeno una volta nel mese... E in questo mese di Novembre, vuol dire assenza TOTALE nel mese: Balsamo Ludovico, Bianco Vincenzo, Bottino Marcello, Musumeci Sebastiano, Porto Alessandro, Sciuto Antonino.

Consiglio Comunale – le presenze di Ottobre 2008

Scritto da: il 30.01.09 — 1 Commento
Dopo aver publicato il riepilogo delle presenze a cura di Cittàinsime, ora si va nel dettaglio... Le ultime presenze nel Consiglio Comunale pubblicate su questo blog risalivano a Settembre 2008, mentre ora pubblicherò i dati dei mesi di Ottobre e Novembre... Quelli di Agosto 2008, mese nel quale si è tenuta la sola seduta inaugurale, li potete leggere da qui Di seguito la tabella con i "numeri" per singolo consigliere, in ordine alfabetico... Giorno 6 17 29  Tot Balsamo  Ludovico 1 0 1 2 Barresi Andrea 1 1 1  3 Bellavia Giacomo 1 1 1 3 Bianco Vincenzo 1 1 0 2 Bonica Antonino 1 1 1 3 Bottino Marcello 1 1 1 3 Calanna Aldo 0 1 0 1 Castelli Vincenzo 1 1 1 3 Cimino Sebastiano 1 1 1 3 Condorelli Sebastiano 1 1 1 3 ConsoliMarco 1 1 1 3 Corradi Alessandro 1 0 1 2 Curia Bartolomeo 1 1 1 3 D'Agata Rosario 1 1 1 3 Daidone Letterio 1 1 1 3 D'Avola Giovanni 1 0 1 2 Di Salvo Salvatore 1 1 1 3 Gelsomino Rosario 1 1 1 3 Giuffrida Francesca 1 1 1 3 Giustolisi Carmelo 1 1 1 3 La Rosa Domenico 1 0 1 2 La Rosa Epifanio 1 1 1 3 Li Volsi Vincenzo 1 1 1 3 Lombardo Agatino 1 1 1 3 Lo PrestiGemma 1 1 1 3 Marco Erika 1 1 1 3 Messina Alessandro 1 0 1 2 Messina Manlio 1 1 1 3 Mirenda Maurizio 1 1 1 3 Montemagno Francesco1 1 1 3 Musumeci Sebastiano 1 1 1 3 Navarria Francesco 1 1 1 3 Nicotra Carmelo 1 1 1 3 ParisiVincenzo 1 1 1 3 Porto Alessandro 1 1 0 2 Raciti Francesca 1 1 1 3 Santagati Carmencita 1 1 1 3 Sciuto Antonino 1 1 1 3 Sofia Carmelo 1 1 1 3 Sudano Valeria 1 1 1 3 Trichini Francesco 1 1 1 3 Tringale Aqatino 1 1 1 3 Trovato Rosario 1 1 1 3 Zammataro Manfredi 1 1 1 3 Zappalà Lanfranco 1 1 1 ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple