Tutti gli articoli su centro sportivo

Rimpianti Sportivi – la prima video inchiesta di Step1 è a Librino

Scritto da: il 30.03.09 — 2 Commenti
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=e4ApobfwFXA&feature=player_embedded[/youtube] Rimpianti Sportivi: ha un nome duro ed evocativo la prima video inchiesta di Step1, realizzata da Marco Pirrello dopo mesi di duro lavoro: per la prima volta in questo video si raccontano in maniera giornalistica e documentata quelli che sono i due grandi rimpianti della Librino "città dello sport": Villa Fazio e il Centro Sportivo San Teodoro. Questa video inchiesta non è stata girata da un professionista con apparecchiature professionali, ma con una videocamera amatoriale da uno studente, non contiene immagini inedite, non è stata montata seguendo le regole del linguaggio cinematografico, non ha un audio impeccabile.  Ma è un documentario efficacissimo che si lascia seguire senza sosta, che ha ottenuto il suo scopo: denunciare con il video quello che tutti gli abitanti di Librino vedono ogni giorno, cioè l'allontanarsi del sogno di un quartiere modello, come doveva essere sulla carta. Un sogno forse definitivamente finito qualche anno fa con l'abbandono di Villa Fazio, che però risulta ancora fra gli impianti sportivi comunali in funzione. Da Librinese ringrazio Marco Pirrello per il suo grandissimo lavoro in questa inchiesta, sperando di vederne tante altre in futuro, perché se con una videocamerina e tanta pazienza ha fatto questo, chissà cosa può fare con un po' di esperienza. O no? Tutte le informazioni sulla pagina con articolo in Step1.

Parallelismi Catania Napoli – Centri Commerciali

Scritto da: il 20.10.08 — 5 Commenti
[youtube Fq9Z6shvgO8] Il paragone è fin tropo semplice fra Catania e Napoli. Ci sono migliaia di punti di contatto fra le due città, a partire dal vulcano e finendo per i faraglioni, passando per le feste religiose, i "tipi umani", la situazione delle periferie, l'economia in mano alla Mafia/Camorra, i cantanti neomelodici,  e anche l'ex sindaco di Catania... I punti di contatto principali però mi sembra che siano quattro. 1) Catania è in una grave situazione economica e siamo sempre in bilico sul dichiarare il dissesto. Napoli in dissesto c'è stata dal 1993 al 2006, per ben 13 anni. Stiamo per seguire l'esempio. 2) Rifiuti: Napoli e spazzatura è purtroppo un binomio quasi proverbiale. Catania sta seguendo le orme: il problema dei rifiuti lo abbiamo "sentito" molto in città, ma in questi giorni ne fanno le spese i comuni pedemontani del versante ovest: Bronte, Adrano, Biancavilla sono sommersi dalla spazzatura. 3) Per fortuna c'è anche qualcosa di positivo: le squadre di calcio di Catania e Napoli sono a pari punti in classifica in serie A, al secondo posto. E le tifoserie delle rispettive squadre sono fra le più "accese" (in senso positivo soprattutto) d'Italia. 4) CENTRI COMMERCIALI: Napoli è famosa anche per i prodotti contraffatti, tanto da fare "concorrenza" all'intera Cina... A Catania nasce un Centro commerciale ogni 10 chilometri. Complice anche la recente "scoperta" del Centro Commerciale cinese, vorrei proprovi un articolo scritto dai ragazzi del giornale napoletano "Monitor", che parla proprio di questo tema. Buona lettura. Hasta la Visa siempre! I Centri commerciali giganteschi, architetture megalomani, un’orgia di merci. È lo sviluppo scelto per l’asse Napoli-Caserta, ormai una distesa ininterrotta di cemento. E se i clienti a passeggio nelle piazze artificiali non comprano nulla poco importa. In questi giorni festeggia un anno di vita il Centro Commerciale Campania di Marcianise, presentato dodici mesi fa come il ...

Nascerà a Torre del Grifo il Centro Sportivo del Catania Calcio

Scritto da: il 16.09.08 — 3 Commenti
Quella a a sinistra è una screenshot del sito del Catania Calcio di oggi, e testimonia dell'importanza che ha per la società calcistica catanese la creazione del Centro Sportivo, il cui progetto è stato presentato questa mattina. "La Pinetina del Catania" "La Milanello del Sud", e altri paragoni con i centri sportivi delle più grandi squadre si sprecano, da mesi se non addirittura da anni, fra i tifosi "bene informati". Finalmente però possiamo vedere come sarà, dal pdf che con alcune ricostruzioni al computer fa vedere "come sarà" questo "Catania Center" di Mascalucia. La mia personale impressione sul progetto è positiva, perchè semplice e adeguato alle esigenze, un modo "sano" di costruire il futuro dell società, che è in linea alla gestione della squadra da parte della presidenza Pulvirenti di questi anni. Finita la "farsa" sul (totalmente irrilevante, ma Lo Monaco è stato "deferito" dalla FIGC) caso mediatico Lo Monaco - Mourinho, si accenderanno i riflettori sul futuro del Catania, che mi auguro sarà l'anteprima del futuro positivo della città. Del resto 15 anni fa il Catania Calcio iniziava il suo calvario fra i dilettanti, e ora è alla terza stagione di fila in A. Per la città magari sarà lo stesso? Senza fare voli pindarici, la certezza è che abbiamo bisogno anche di impanti sportivi ben gestiti.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple