Tutti gli articoli su centro commerciale

In difesa del Lungomare di Catania – Appello di Associazioni e Cittadini catanesi

Scritto da: il 01.08.09 — 0 Commenti
Le associazioni CittàInsieme, Centro sociale “De Felice Giuffrida”, Comitato Civico Salute Ambiente di Adrano, CO.P.E., Decontaminazione Sicilia, Grilli dell’Etna, Italia Nostra, Legambiente Catania, LIPU, Rifiuti Zero Catania, Tapallara, Vivisimeto, WWF Catania e numerosissimi cittadini, professionisti, tecnici e docenti universitari esprimono profonda indignazione e sconcerto per le notizie pubblicate in questi giorni sui quotidiani e riguardanti lo scempio che si sta per compiere nei riguardi del lungomare di Catania. Dietro la parola “waterfront”, adoperata agli inizi degli anni 2000 dall’allora sindaco Scapagnini si nascondono «400 mila metri quadri di sbancamento a 10 metri sul livello del mare, 56 mila metri quadri di centro commerciale e 48 mila mq di parcheggi a pagamento spalmati tra una strada che doveva essere una via di fuga antisismica e un pezzo di costa lungo 1200 metri, in concessione per 38 anni ad un gruppo imprenditoriale ». Tutti questi elementi cancellano gli intenti primordiali del termine "waterfront" rimandanti, a detta dei suoi promotori, alla volontà di consegnare ai cittadini catanesi, ed ai pedoni in particolare, la fruibilità della costa del lungomare di Catania spostando la viabilità veicolare a monte. Il progetto sembra essere già in avanzato stato di esecuzione. Ma i cittadini sono stati tenuti all’oscuro di tutto, la documentazione relativa al progetto è di difficilissima reperibilità ed il Consiglio Comunale non è mai stato convocato per discuterne. Alla luce di ciò, i firmatari della presente esprimono un deciso no al progetto così come riportato sugli organi di stampa; chiedono a gran voce che il Sindaco e l’Assessore all’Urbanistica si rendano disponibili il prima possibile ad un dibattito pubblico con i cittadini in modo da fornire tutte le spiegazioni che quest’ultimi riterranno opportuno richiedere; esortano le associazioni ed i cittadini catanesi – in particolar modo i residenti del quartiere Ognina Picanello – ad unirsi al nostro grido di indignazione ...

Mostruosa ressa all’inaugurazione dell’Ipercoop a Gravina di Catania – video

Scritto da: il 07.05.09 — 16 Commenti
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=MiOU9-s7S2s[/youtube] Credo che le immagini si commentino sole. Il video è stato girato nel giorno dell'inauguraizone dell'Ipercoop Katanè, il terzo (per ora?) in Sicilia. Nota: pare che la causa scatenante di tanto "buddellu" fosse un televisore lcd in offerta, un Samsung da 32 pollici hd... Consiglio di evitare la ressa e cercare su Trovaprezzi, le cifre non sono molto diverse dai 250 € circa richiesti all'Ipercoop...

Parallelismi Catania Napoli – Centri Commerciali

Scritto da: il 20.10.08 — 5 Commenti
[youtube Fq9Z6shvgO8] Il paragone è fin tropo semplice fra Catania e Napoli. Ci sono migliaia di punti di contatto fra le due città, a partire dal vulcano e finendo per i faraglioni, passando per le feste religiose, i "tipi umani", la situazione delle periferie, l'economia in mano alla Mafia/Camorra, i cantanti neomelodici,  e anche l'ex sindaco di Catania... I punti di contatto principali però mi sembra che siano quattro. 1) Catania è in una grave situazione economica e siamo sempre in bilico sul dichiarare il dissesto. Napoli in dissesto c'è stata dal 1993 al 2006, per ben 13 anni. Stiamo per seguire l'esempio. 2) Rifiuti: Napoli e spazzatura è purtroppo un binomio quasi proverbiale. Catania sta seguendo le orme: il problema dei rifiuti lo abbiamo "sentito" molto in città, ma in questi giorni ne fanno le spese i comuni pedemontani del versante ovest: Bronte, Adrano, Biancavilla sono sommersi dalla spazzatura. 3) Per fortuna c'è anche qualcosa di positivo: le squadre di calcio di Catania e Napoli sono a pari punti in classifica in serie A, al secondo posto. E le tifoserie delle rispettive squadre sono fra le più "accese" (in senso positivo soprattutto) d'Italia. 4) CENTRI COMMERCIALI: Napoli è famosa anche per i prodotti contraffatti, tanto da fare "concorrenza" all'intera Cina... A Catania nasce un Centro commerciale ogni 10 chilometri. Complice anche la recente "scoperta" del Centro Commerciale cinese, vorrei proprovi un articolo scritto dai ragazzi del giornale napoletano "Monitor", che parla proprio di questo tema. Buona lettura. Hasta la Visa siempre! I Centri commerciali giganteschi, architetture megalomani, un’orgia di merci. È lo sviluppo scelto per l’asse Napoli-Caserta, ormai una distesa ininterrotta di cemento. E se i clienti a passeggio nelle piazze artificiali non comprano nulla poco importa. In questi giorni festeggia un anno di vita il Centro Commerciale Campania di Marcianise, presentato dodici mesi fa come il ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple