Tutti gli articoli su Cavalieri

Lettera di Santapaola junior su La Sicilia – per i catanesi nostalgici

Scritto da: il 10.10.08 — 8 Commenti
La Sicilia oggi ha dedicato un grande spazio alla lettera di Vincenzo Santapaola, condannato a 13 anni di carcere per estorsioni, rapine e traffico di sostanze stupefacenti, e affiliato al clan mafioso che porta il suo stesso cognome. Il trentottenne, evidentemente mafioso, catanese è infatti figlio di Benedetto, che ancora in tanti a Catania ricordano con un misto di paura e "rispetto", secondo i più canonici "standard" della mentalità siciliana. Le reazioni di "sdegno" alla notizia non si sono fatte attendere, per tutta la giornata di oggi ho ricevuto email che mi annunciavano la scandalosa presenza sul quotidiano locale. Io mi stupisco poco, dato che si tratta de La Sicilia, un giornale che sta molto attento ai profitti più che alla deontologia, ovvero scrive sempre quello che il lettore medio catanese vuole sentirsi dire (e visto lo scalpore che ha suscitato la lettera hanno fatto un bel "colpo" pubblicitario) Fra gli "indignati" c'è anche La Repubblica che ha dedicato una intera pagina a questo caso. Di seguito vi propongo invece una riflessione catanese su quanto accaduto, scritta da Giuseppe Scatà per Ucuntu, che considera anche lo strano caso del bar di San Cristoforo chiuso perché "frequentato da pregiudicati". Nella città più analfabeta e più povera d’Italia, dove l’illegalità diventa legge, nella città dove chiudono un bar (il Tahiti) perché ritrovo di pregiudicati (ma lasciano aperti i bar dei prestanome al lungomare della Scogliera dove, invece di incontri, ci sono interi summit), nella città in cui i vertici di Confindustria Catania sono sciolti dai probiviri nazionali, perché contro la strategia antiracket, accade che un condannato al 41 bis, un mafioso, figlio di un boss spietato, scriva sul quotidiano la Sicilia una lettera di innocenza presunta. Dando chiari messaggi alle cosche. E che la Sicilia gliela pubblichi come se niente fosse. “Santapaola Jr: contro di me pregiudizi perché porto ...

Città Criminali – Catania Mafiosa

Scritto da: il 30.09.08 — 0 Commenti
Grazie alla segnalazione di un amico ho trovato questi video della trasmissione di La7 "Città Criminali": si parla di Catania, della Mafia, di Santapaola, di Giuseppe Fava. Il tutto in maniera semplice, con ritmi da telefilm poliziesco, ma non è banale. C'è un attore che interpreta Giuseppe Fava per tutta la durata dei video, tante interviste, immagini storiche e la ricostruzione di alcuni agguati mafiosi, fra cui uno tristemente mafioso famoso in Pescheria, in mezzo alla folla. Un programma ben fatto, da vedere assolutamente. Cliccate sulle foto per vedere i video. Questa settimana 'Città Criminali' è dedicata a Catania. Il format prende il via dalla parole di una vittima della mafia, il giornalista e scrittore Giuseppe Fava, ucciso in un agguato il 5 gennaio 1984, per raccontare la storia di una città che, dagli anni Settanta, è diventata territorio di scontro tra clan malavitosi rivali. Attraverso ricostruzioni in fiction e materiale di repertorio, si documenterà l’ascesa ai vertici di Cosa Nostra del boss Nitto Santapaola, detto “o cacciatore”, che dopo essersi affermato nel mondo della malavita catanese negli anni Sessanta tramite il contrabbando di sigarette, assumerà il controllo della città eliminando con ferocia tutti i suoi avversari. Dall’uccisione del capo clan Giuseppe Calderone nel 1978, all’esecuzione di Alfio Ferlito nel 1982, dall’attentato al prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, fino all’assassinio di Giuseppe Fava, fondatore della rivista “I Siciliani”, passando per le faide contro la famiglia Laudani, Ferone e Puglisi: è tutto un susseguirsi di morti ammazzati per mano di Santapaola e dei suoi affiliati. Ma oltre la storia maledetta di guerre tra clan, finti pentimenti e vendette trasversali, “Città criminali” racconterà anche il coraggio di Giuseppe Fava, un intellettuale che ha pagato con la vita il suo impegno per la verità, denunciando a viso aperto, come si vedrà nella sequenza dell’intervista da lui rilasciata ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple