Tutti gli articoli su burocrazia

Addiopizzo Catania scrive al sindaco riguardo ai beni confiscati

Scritto da: il 04.06.09 — 2 Commenti
Lettera aperta al Sindaco Stancanelli Gentile signor Sindaco,il 25 maggio Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, ai microfoni di Canale 5 ha dichiarato con orgoglio che a Buccinasco un immobile confiscato alla 'ndrangheta è stato convertito in un asilo capace di ospitare 60 bambini.Il presidente della regione Lombardia ha sottolineato con soddisfazione questo importante risultato voluto e realizzato in pochissimo tempo. Questo succede in Lombardia, appunto. Catania accade, invece, che un immobile confiscato alla mafia da un anno attende di essere consegnato ad Addioppizzo Catania e a Libera e questo nonostante la nostra associazione sia attualmente senza una sede propria, nonostante l'impegno profuso all'epoca dal prefetto Finazzo e dal suo staff, nonostante il presidente Lo Bello si sia dichiarato disponibile a rinunciare all'ipoteca che grava sull'immobile in questione qualora effettivamente assegnato alle due associazioni. Poche banali clausole di un altrettanto banale contratto di comodato d'uso vanificano, di fatto, il lavoro di quanti credono nella legalità e lottano ogni giorno per rendere migliore questa nostra terra.Noi riteniamo che il riscatto e la rinascita di questa città passino anche attraverso piccoli gesti concreti dall'alto valore simbolico.Dare la possibilità a due associazioni di usufruire di un immobile confiscato alla mafia in un quartiere come Picanello sarebbe un segnale forte ed importante da parte di questa amministrazione comunale.Per questo siamo sicuri che tale richiesta non sarà seguita da un fragoroso silenzio.

Step Stop

Scritto da: il 02.07.08 — 11 Commenti
Step1, giornale online della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Catania, chiude fino a nuovo ordine. E per me e molti, moltissimi altri, questa è una pessima notizia. Ieri è stata pubblicata una lettera della redazione che è stata prima inviata a vari collaboratori (fra cui il sottoscritto) chiedendo appoggio contro un disinteresse da parte della Facoltà. Chiariamo subito che Step1 funziona bene, gli articoli pubblicati sono sempre ben scritti e approfonditi, le analisi mai banali, la community che gira attorno al forum "Tribù di Zammù" è una delle migliori nel panorama universitario nazionale. Cosa chiedono i redattori? Potrei farvi un riassunto, ma preferisco dare un link diretto alla lettera,  che potete commentare esprimendo solidarietà, indifferenza o critiche. Spero in una soluzione, nello Step2, altrimenti sarebbe la conferma che l'Università di Catania è davvero in crisi nerissima e non è capace di portare avanti le iniziative che valgono davvero con un minimo supporto. Il futuro, comunque vada, è tutto degli studenti che hanno gestito in maniera professionale un portale per più di quattro anni e mezzo. Se Step1 chiude, certamente questi ragazzi si faranno largo nel mondo esterno, dove fra mille difficoltà per effetuare lo Step One contano solo le proprie capacità per poter fare un altro milione di passi, senza limiti. Chi ci perde è l'Università di Catania.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple