Tutti gli articoli su bambini

Quando la Scuola Crepa

Scritto da: il 12.04.11 — 0 Commenti
Sisma, scossa, movimento tellurico... Il terremoto, per intenderci. Che se arrivasse a Catania potrebbe distruggere, letteralmente, la città. Non è una novità, se ne è parlato lo scorso anno in due occasioni in città: a Cittàinsieme e in una sessione straordinaria degli Stati Generali. Società civile, cittadini ed esperti erano tutti daccordo: ci vuole un intervento straordinario per scongiurare la catastrofe. Federica Motta, redattrice di Step1, alla fine dello scorso anno è andata a indagare su quel che in città è stato fatto e cosa c'è da fare per eliminare il "rischio". Ha scoperto che tra gli edifici più vulnerabili in assoluto ci sono quelli pubblici, e che le scuole, centinaia in città, sono in alcuni casi in condizioni pessime. Partendo dalle "carte" - in questo caso il report sulla città di Catania redatto più di dieci anni fa dalla Protezione Civile - nella videoinchiesta si intervistano responsabili del comune e della provincia, i presidi degli Istituti, e si vedono le crepe. Non solo quelle fisiche negli edifici, ma quelle di un "sistema" che è ben cosciente dei rischi, fa report annuali sullo stato degli impianti (antincendio, elettrici), ma non adegua gli edifici. E la motivazione è banale: ci vogliono troppi soldi. [youtube width="600" height="430"]http://www.youtube.com/view_play_list?p=8D79609C74EFCF10[/youtube]  

Pacamambo – 25 marzo da ZO – NON VE LO PERDETE

Scritto da: il 10.03.11 — 0 Commenti
PACAMAMBO di Wajdi Mouawad, il 25 marzo alle ore 21, per la regia di Salvo Gennuso con Salvo Di Natale, Valeria Iacono, Laura Zerbini. Prodotto da Statale 114, lo spettacolo è da ZO, in piazzale Asia. Il biglietto costa 10 € (ridotto 7 €). Lo spettacolo è all'interno della rassegna “Face a Face - Parole di Francia per scene d’Italia”, promossa dall’Ambasciata di Francia e dalla Fondazione Nuovi Mecenati.. Giunto alla quinta edizione, Face a face è un percorso nella drammaturgia  contemporanea francese che coinvolge 13 città e 25 teatri con  40 letture, mise en espace e spettacoli sui testi di 24 autori. “Statale 114”, che replicherà lo spettacolo a Pantelleria il 1 Aprile, è la prima compagnia della Sicilia orientale ad essere stata scelta nel programma promosso dall'ufficio culturale dell’ambasciata, e premia il lavoro che conduce da anni sulla nuova drammaturgia europea, con una scuola-laboratorio per allievi attori e traduttori unica nel suo genere. Giunto alla quinta edizione, Face a face è un percorso nella drammaturgia  contemporanea francese che coinvolge 13 città e 25 teatri con  40 letture, mise en espace e spettacoli sui testi di 24 autori. “Statale 114”, che replicherà lo spettacolo a Pantelleria il 1 Aprile, è la prima compagnia della Sicilia orientale ad essere stata scelta nel programma promosso dall'ufficio culturale dell’ambasciata, e premia il lavoro che conduce da anni sulla nuova drammaturgia europea, con una scuola-laboratorio per allievi attori e traduttori unica nel suo genere. “Pacamambo” è frutto della collaborazione tra “Statale 114” con il Laboratorio TradurrePerlaScena della Facoltà di Lettere dell’Università di Catania che, con la direzione scientifica di Cetty Rizzo e quella artistica di Salvo Gennuso, si occupa della ricerca, traduzione, e messa in scena di testi di autori contemporanei francesi non ancora conosciuti in Italia. Gli allievi si cimentano nello studio dei testi prescelti e conducono ...

Petizione: la gestione campo San Teodoro di Librino ai Briganti Rugby

Scritto da: il 24.02.11 — 0 Commenti
I Briganti Librino sono stufi di girare per la città in cerca di un campo da rugby: sono di Librino, e a Librino vogliono allenarsi! Del resto, proprio a cento metri dal "centro" dei Briganti, l'Iqbal Masih di viale Moncada, sorge il Centro Sportivo San Teodoro. Enorme, mai completato, ma con un campo in erba sintetica che è perfetto per gli allenamenti, anche se non regolamentare. Una cosa da poco, si chiede: la gestione del campo. Tempo fa il comune di Catania lo diede, con tanta eco sui quotidiani e tanta speranza dei cittadini, in gestione al Catania Calcio. Ma la gestione è, obiettivamente, fallimentare, e il campo è inutilizzato come e quanto quando era chiuso. Di seguito, come sempre, il comunicato dei Briganti Librino, che chiedono qualche firma per avere la gestione del campo, in accordo con lo statuto comunale e i suoi istituti di partecipazione. E non certo solo per se stessi, per "impossessarsene", ma per "gestirlo", in modo che serva, finalmente al quartiere. Io ci credo, date una mano ai Briganti! Prende avvio in questi giorni una raccolta firme che chiede il recupero al quartiere di Librino dell’impianto polisportivo di viale San Teodoro, attraverso l’affido in gestione alla società dei briganti rugby.  Nel corso di un’assemblea svoltasi al Centro Iqbal Masih di viale Moncada 5, indetta in seguito al fallimento del progetto di affidare una parte dell’impianto al calcio Catania, si è costituito un comitato cittadino che chiede la stipula di una convenzione tra la proprietà dell’impianto - il comune di Catania - ed una delle realtà più vivaci del quartiere, i briganti rugby Librino che dal 2006 si occupa di sport e riscatto sociale proprio in quel territorio.  L’idea dei promotori della petizione è quella di responsabilizzare nella gestione un soggetto che promuova un uso socio sportivo dell’impianto coinvolgendo tutte le realtà attive (associazioni, associazioni sportive, scuole) a ...

Porta della Bellezza a Librino – alcune foto dall’inaugurazione

Scritto da: il 15.05.09 — 0 Commenti
Ecco di seguito una carrellata di foto scattate oggi all'inaugurazione della "Porta della Bellezza", voluta da Antonio Presti di Fiumara d'Arte e realizzata dopo grandi fatiche e grandissimi sforzi organizzativi - ricordiamo: 2000 bambini coinvolti, 9000 tessere, l'opera copre una parete di cemento lunga 300 metri - come "prima opera" del Museo all'Aperto di Librino che si chiamerà "Meridiani di Luce". Buona visione (la galleria è dopo il "break"). [gallery columns="2"]

Porta della Bellezza a Librino – domani 15 maggio l’inaugurazione

Scritto da: il 14.05.09 — 0 Commenti
Domani, 15 maggio dalle 10 alle 13 nell'immensa parete di  cemento dell'Asse Attrezzato, fra il Viale Castagnola e il Viale Librino sulla quale è stata realizzata, verrà inaugurata alla presenza degli "artisti" - i 2000 bambini di Librino autori delle 9000 tessere di terracotta che compongo le immense figure - la PORTA DELLA BELLEZZA. Qui a Librino sono già settimane che ammiriamo questa splendida opera, che è diventata un "caso" per il quale si sono mobilitate tutte le televisioni nazionali - e vi ricordo l'appuntamento di domenica su La7 - e che sta dando grande visibilità a Librino. Talmente tanta che il quotidiano del più grosso e chiaccherato imprenditore catanese Mario Ciancio, ovvero La Sicilia, si è improvvisamente accorto del quartiere, arrivando a parlare lunedì 11 maggio addirittura in una intera pagina de La Periferica, primo giornale del quartiere che non risparmia le critiche allo stesso Ciancio e a La Sicilia. Per Librino comunque si lavora oltre che sull'immagine anche nel suo problema fondamentale l'urbanistica: ricordo che domani pomeriggio si concluderà con una videoconferenza la collaborazione fra Università di Catania e Cornell University (una delle più prestigiose del mondo facendo parte della Ivy League) per il Workshop su Librino "Re-energizing Utopia" del quale domani spero di darvi degli "assaggi" dei progetti realizzati dagli studenti... Seguono tanti video sulla Porta della Bellezza presi da vari TG. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=U3WULJa1J_Y[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JxiXxRyldcc[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=e_41u-pszig[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=POlpp2PYvGc[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2wpIB3OB3vo[/youtube]

La Porta della Bellezza e 1000 blogger per Librino

Scritto da: il 01.05.09 — 3 Commenti
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9A6HYhRylwQ[/youtube] La Porta della Bellezza: un monumento realizzato con oltre 9000 forme di terracotta da 2000 bambini delle scuole di Librino. Un monumento realizzato su quanto di più brutto ci possa essere, il cavalcavia di una tangenziale (l'Asse attrezzato, ancora chiuso, che taglia in due il quartiere) . Un'opera grandiosa  che verrà inaugurata il 15 maggio. Sta prendendo forma sotto gli occhi stupiti dei cittadini di Librino. E non solo dei loro. [HTML1] Nicola Mattina, blogger romano fra i più noti d'Italia, è recentemente stato a Catania per organizzare il Working Capital Camp. Ed è rimasto letteralmente "folgorato" dall'idea di Antonio Presti e Fiumara D'Arte, tanto da essere andato fino a questa mattina prima di partire al Viale Castagnola a vedere lo stato dei lavori. Ma Nicola Mattina ha fatto di più, ha lanciato una proposta ambiziosa: 1000 blogger per Librino. Un'idea, semplice, ma che è perfettamente realizzabile: scrivere della Porta della Bellezza sul proprio blog. Venite tutti a Librino se potete, ad ammirare questo grandioso Monumento, primo passo per la costruzione del Museo all'aperto ''Terzocchio - Meridiani di Luce'', e poi scrivete. Se non potete venire "quaggiù" non importa, lo farete in futuro, ma potete comunque scrivete di questa grandiosa opera sul vostro blog. La "conta" magari la si farà dopo, quando l'iniziativa prenderà una forma più concreta, intanto cominciamo tutti a parlarne! Segue il comunicato stampa sulla "Porta della Bellezza". ARTE: CATANIA, APRE 'LA PORTA DELLA BELLEZZA' Catania, 22 apr. (Adnkronos) - E' una grande opera in terracotta che segna anche l'inizio del progetto del Museo all'aperto ''Terzocchio - Meridiani di Luce''. E' la ''Porta della Bellezza'' che verra' inaugurata il 15 maggio alle 10 nel quartiere periferico catanese di Librino. L'inaugurazione rappresenta un nuovo successo che premia i 10 anni di costante lavoro di Antonio Presti, artista e mecenate siciliano, presidente della Fondazione Antonio Presti - ...

I Briganti rugby, Catania e lo Sport impossibile

Scritto da: il 10.12.08 — 1 Commento
Nota Stampa - Catania 10/12/08 Dopo aver atteso invano per mesi che almeno alcuni degli impegni assunti nei nostri confronti si trasformassero in realtà, crediamo sia opportuno che la città in cui cerchiamo di portare avanti un progetto di sport sociale sappia in che condizioni siamo costretti ad operare. Ad oggi, i nostri ragazzi (un centinaio i tesserati tra under 9, under 11, under 13 e serie C) beneficiano per appena novanta minuti settimanali degli impianti pubblici. O meglio, disponiamo di un turno serale - in pratica inaccessibile ai piccoli, dato l'orario - che dividiamo con un'altra squadra di rugby, il San Gregorio, turno che paghiamo anticipatamente per intero, spesso senza poter usufruire neanche della doccia per mancanza di gasolio per il riscaldamento. Le nostre under (i ragazzini che con grande difficoltà cerchiamo di "distogliere" da altre meno nobili attività) non hanno un campo sul quale allenarsi e giocare. I tecnici volontari il pomeriggio radunano i ragazzi e partono alla ricerca di uno spazio sul quale correre e giocare, una volta in un parcheggio, un'altra in un cortile di una scuola, un'altra ancora nell'impianto San Teodoro, qualora questo non sia già occupato. Questo poichè la vergogna dell'impianto San Teodoro - che dovrebbe essere una risorsa per tutto il quartiere! - è da mesi sotto gli occhi di tutti, soprattutto dei nostri amministratori, che non riescono a reperire le due lirette necessarie per coprire le spese di un dipendente che apra l'impianto almeno i pomeriggio, in modo che torni ad essere pubblica proprietà e non terra di nessuno dove i teppisti la fanno da padrone. Al riguardo le belle intenzioni dell'assessore Antonio Scalia e della presidente della municipalità Loredana Gioia, più volte paventateci, restano fiato nel vento e così l'impianto rimane chiuso ed i ragazzini restano per strada. Ci domandiamo quanto il non avere ...

Catania disegnata dai bambini

Scritto da: il 11.11.08 — 0 Commenti
Navigando per il sito del Comune di Catania si viene a scoprire un "universo sconosciuto" di iniziative, anche di grande pregio, passate in secondo piano o addirittura dimenticate. Quella che vi propongo oggi è una di queste belle iniziative, si chiama "Conoscere Catania" e risale al maggio 2007, quando sindaco di Catania era Umberto Scapagnini, e assessore alle politiche scolastiche l'editore Giuseppe Maimone. Non era un bel periodo, perché era in atto la "lotta" per salvare la scuola media Andrea Doria di San Cristoforo e l'assesore si sarebbe dimesso di li a poco... Ma certamente questo lavoro, che è stato fatto con l'aiuto di quasi tutte le scuole dell'obbligo cittadine (mancano pochissime, fra le quali appunto l'Andrea Doria) è qualcosa di spettacolare: 75 pagine di guida alla città corredata di disegni e descrizioni. Potete scaricarlo da questa pagina. All'interno, i disegni dei bambini sono divisi per municipalità, dieci in totale. C'è chi descrive le attività della propria zona, c'è chi abitando in quartieri storici ne disegna i monumenti, e chi invece si limita a descrivere il "come vorrei che fosse la mia città". Elenco delle scuole partecipanti a questo progetto C. D. Battisti C. D. Biscari I.C. Brancati I.C. Campanella-Sturzo C. D. Capponi I. C. Capuana - Pirandello S. M. S. Carducci C.D. Caronda S.M.S. Cavour Convitto Nazionale Cutelli C.D. Coppola C. D. Corridoni C. D. D’annunzio C.D. De Amicis C.D. Deledda I.C. De Roberto S. M. S. De Sanctis C. D. Don Milani C. D. Diaz I. C. Fontanarossa S. M. S. Giovanni XXIII C.D. Giuffrida S.M.S. Leopardi C.D. Malerba I.C. Manzoni I. C. Martoglio I.C. Mazzini - Di Bartolo I. C. Meucci I. C. Monterosso C. D. Montessori I.C. Musco I. C. Parini I. C. Pestalozzi I. C. Petrarca S.M.S. Quasimodo C. D. Rapisardi I. C. Recupero I. C. Sammartino Pardo C.D. San Giorgio C.D. Tempesta I.C. Ungaretti C. D. XX Settembre I. C. Vespucci I. C. Vittorino da Feltre

Ecco l’Università che tutti vorrebbero: gli studenti di Urbanistica riprogettano Librino

Scritto da: il 05.11.08 — 2 Commenti
Eventi epocali. Accanto all'elezione di Barack Obama, un altro evento di pari livello è pronto a scardinare il mondo come lo conosciamo: la prima grande mostra di Urbanistica Partecipata a Catania, che si svolgerà a Librino la mattina dell'8 novembre al Pala Nitta, alla presenza delle tantissime associazioni che operano nel grande quartiere sud di Catania e degli studenti delle scuole che sono state coinvolte da "Oltre La Periferica" in un grande progetto di analisi e ridefinizione degli spazi urbani sotto la guida dei volenterosi, stakanovisti incredibilmente assennati, a tratti anche geniali studenti del Corso di Tecnica Urbanistica, e dai loro altrettanto incredibili insegnanti, gli ingengeri Laura Saija, Giovanna Regalbuto, Patrizia Macaluso e Antonio Raciti, e naturalmente la professoressa Piera Busacca. Non esagero con i complimenti: non avevo mai visto degli universitari lavorare 10 ore al giorno per una materia (con tutte le altre da studiare), andando in giro per mesi per Librino, fotografando, disegnando, studiando, progettando, tutto senza sosta. Quello che li ha armati di infinita pazienza e forza di volontà non deve essere stato la voglia di "darsi la materia", nemmeno per una tesi di laurea si lavora così, e nemmeno gli ingegneri loro insegnanti credo che avessero la voglia di lavorare fino a 18 ore ogni giorno per questo progetto. Deve esserci un fine più grande: cambiare Librino è possibile. Niente soldi, niente gloria, niente partecipazioni a reality show o posti di lavoro in ballo, solo altruismo e voglia di mettersi in gioco. Questa mattina hanno preparato parte della mostra, 5 ore di lavoro continuo. Domani e venerdì altre 5 ore con i bambini delle scuole. E sabato il grande evento. Insomma devono essersi detti "Yes We Can", e si sono messi a lavoro. Per vedere il frutto di questi duri mesi di lavoro, basta che sabato mattina dalle 9 ...

Mamme e bimbi – Expobimbo @ Le ciminiere

Scritto da: il 09.10.08 — 1 Commento
Capita sempre di avere un'amica in dolce attesa (di solito penso sia una congiura), quindi questo post è per tutte loro, quelle che cominciano appena ad avere un accenno di pancione e quelle che invece già hanno una piccola squadra di calcetto. Dal 10 al 12 ottobre, ovvero da venerdì a domenica, alle Ciminiere si terrà la manifestazione Expobimbo, fiera per mamme e bambini. Sicuramente in parte è un evento commerciale, ci sono espositori e probabilmente vendite. Ma quel che mi è piaciuto è il programma degli eventi per le mamme, per cui vi riporto un estratto (il programma completo è sul sito): Venerdì 10 ore 10:30 - Il Trovatore - Piccol@opera del Teatro Massimo Bellini ore 11:30 - English theatre for Kids - "The Method" ore 17:00 - "Prevenzione precoce dell'obesità infantile" - Unità operativa di Endocrinologia pediatrica - A.O.U.P. "Gaspare Rodolico" ore 19:00 - Teatrino delle Marionette interattivo - TAZ Sabato 11 ore 10:30 - Incontro: educazione ed emozione - Assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Catania ore 11:30 - La salute dei bambini a 360° - AUSL 3 di Catania ore 12:30 - Corso pre-parto e dimostrazione "Massaggio per donne in gravidanza" - CEF ore 16:00 - Incontro con la psicologa "Il significato del gioco infantile" - CEF ore 17:00 - Incontro "L'assistenza delle donne in gravidanza" - Unità Ostetrica e Ginecologica - A.O.U.P. "Gaspare Rodolico" Domenica 12 ore 11:30 - Yoga pre e post parto "dolce attesa" ore 16:30 - Incontro dibattito "Maternità e paternità" - CEF
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple