Tutti gli articoli su avvisi di garanzia

Che succede a Catania

Scritto da: il 24.10.08 — 4 Commenti
Che confusione, a Catania. a) In pochi giorni dal nulla assoluto sono arrivati i venti della protesta universitaria anche a Catania. Certo, non sono in pochi (oltre me) a notare con un pò di perfidia che è iniziato tutto solo dopo le elezioni studentesche, e che fino a una settimana fa nessuno ha "mosso" un solo striscione (ci avevano provato i filosofi a dare l'allarme per tempo, in pochi li hanno ascoltati). Ma ora la protesta cresce, sia nei numeri che nella partecipazione. Si fanno cortei, si parla della riforma, si crea opinione. Insomma: è nato un movimento. Potete leggere la "cronaca" della protesta, aggiornata quasi in tempo reale, su Step1, mentre Ucuntu propone delle belle foto della protesta (noterete qualche "anzianotto" infiltrato fra i giovani studenti) b) Confusione dicevo, ma al viale Mario Rapisardi di più! La ricevitoria Giunta è ormai luogo di pellegrinaggio per le famiglie catanesi e non solo, arrivano decine di telecamere da tutta Italia per riprendere il Luogo Più Culuto Del Creato, e il sindaco, dopo aver lasciato la sua testimonianza di direttore di una amministrazione indigente allo Stand Up Day, chiede aiuto al novello ma sconosciuto riccone. "Faccia come in America, dia parte dei soldi alla Comunità". Spero che il fortunatissimo vincitore di 100 milioni di Euro al superenalotto NON ascolti il sindaco, Comunità e Comune non sono la stessa cosa, (come ci si può fidare di gente con simili "conti" da pagare? 1 2 3 4 5 6 ) , che si compri una bella isola tropicale e si dedichi alla bella vita. Oppure, se proprio vuole investirli per la Comunità, potrebbe pagare gli arretrati agli operai dell'Enel in sciopero da fine 2007, poche centinaia di migliaia di euro per far tornare a "risplendere" la città. Se il fortunato fra un brindisi e un urlo di felicità trovasse ...

Dissesto sì, dissesto no – 24 settembre Live @ Cittàinsieme

Scritto da: il 22.09.08 — 2 Commenti
Mercoledì 24 settembre alle ore 20.15 in Via Siena 1, CittàInsieme organizza un incontro sull'attuale situazione finanziaria del Comune e sugli effetti che deriverebbero se dovesse dichiararsi il dissesto finanziario. Lo scopo dell'incontro è quello di spiegare tecnicamente cosa vuol dire dichiarare il "dissesto finanziario" e se questo può portare vantaggi o svantaggi alla cittadinanza, rispetto alla situazione attuale. Interverranno il Prof. Maurizio Caserta, ordinario di Economia Politica dell'Università di Catania, e il Dott. Francesco Bruno, Ragioniere Generale del Comune di Catania, e anche della Provincia di Catania. CittàInsieme ha deciso di proseguire con l'esperienza iniziata nel giugno scorso (in occasione dell'assemblea con i candidati a Sindaco), trasmettendo in diretta via internet l'incontro, dal sito www.cittainsieme.it Colonna sonora dell'incontro sarà [youtube kgpxvjw0-Nk] Parcheggi abusivi, applausi abusivi, villette abusive, abusi sessuali abusivi; tanta voglia di ricominciare abusiva. Appalti truccati, trapianti truccati, motorini truccati che scippano donne truccate; il visagista delle dive e' truccatissimo. Papaveri e papi, la donna cannolo, una lacrima sul visto: Italia si' Italia no Italia bum, la strage impunita. Puoi dir di si' puoi dir di no, ma questa e' la vita. Prepariamoci un caffe' , non rechiamoci al caffe' : c'e' ...

40 avvisi di garanzia per l’inchiesta sul buco di bilancio

Scritto da: il 21.07.08 — 6 Commenti
La Procura della Repubblica di Catania ha emesso 40 avvisi di garanzia per l'inchiesta che riguarda il "buco" nel bilancio comunale. Quanto sia grande il buco non si è ancora capito, la cifra che sembra più attendibile è "circa 700 milioni di euro". Quel che è certo per ora è che nell'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Gennaro fra gli indagati figurano l'ex sindaco Umberto Scapagnini, gli ex assessori comunali al bilancio Francesco Caruso e Gaetano Tafuri, il deputato regionale del Pdl Nino D'Asero, l'ex assessore ai Lavori Pubblici Filippo Drago, l'ex ragioniere generale Vincenzo Castorina e l'attuale Francesco Bruno. I reati ipotizzati sono falso ed abuso d'ufficio: secondo l'accusa nella redazione dei documenti contabili relativi agli anni compresi tra il 2003 ed il 2006 sarebbero stati prodotti dei falsi per coprire la reale entità delle perdite, mai esattamente definite. L'inchiesta non si è ancora conclusa, e il procuratore Gennaro ha provveduto a "secretare" gli atti e gli interrogatori già svolti. Fonti: L'Unione Sarda  - Radio Catania Sapremo quindi qualcosa solo a conclusione delle indagini, che potrebbero portare a un processo come a un "non luogo a procedere". Nel frattempo l'amministrazione attuale dovrà esibirsi in virtuosismi degni dei migliori ginnasti per portare avanti il Comune evitando il dissesto finanziario (link con riferimenti normativi)  DLGS 267/2000 - Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali 7. Gli enti locali che hanno deliberato lo stato di dissesto finanziario sono soggetti, per la durata del risanamento, ai controlli di cui al comma 1, sono tenuti alla presentazione della certificazione di cui al comma 2 e sono tenuti per i servizi a domanda individuale al rispetto, per il medesimo periodo, del livello minimo di copertura dei costi di gestione di cui al comma 2, lettera a). CAPO II Enti locali dissestati: disposizioni generali Articolo 244 Dissesto finanziario 1. Si ha stato di dissesto finanziario ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple