Tutti gli articoli su ATO

The revenge of Dancing Bilancio and Tarsu the Bill

Scritto da: il 24.06.11 — 0 Commenti
Aumenti TARSU in arrivo. 28 € all'anno in più in media. E pagheranno TUTTI, anche le "fasce deboli", che pagheranno prima salvo attendere il rimborso, poi. Martedì il Consiglio comunale dovrebbe confermare questo aumento per far quadrare quanto previsto nel bilancio di previsione redatto un paio di settimane fa dalla giunta. Perché? Al comune di Catania il "rischio dissesto" è tutt'altro che scongiurato: mancano milioni di euro per far quadrare i conti. Da dove "mancano", questi soldi? Principalmente dalla riduzione dei trasferimenti statali, almeno una ventina di milioni di euro in meno. Conseguenze? Tagli aiservizi sociali (denominazione ufficiale "razionalizzazione"), tagli in ogni direzione. Stringere la cinghia comunque non fa mai male, e certo di "razionalizzazione" nel tempio degli sprechi (il palazzo degli elefanti, s'intende) c'è grande bisogno. Ma il problema è che nonostante questo, qualche mese fa è stato stipulato un folle contratto per lo smaltimento dei rifiuti: i limiti di raccolta differenziata da raggiungere sono inferiori agli standard previsti dalla legge (comunitaria, che sia recepita anche dalla Sicilia non importa: dovrà esserlo a breve), e tra qualche anno ci ritroveremo a dover pagare delle pesanti multe dalla comunità europea semplicemente perché l'ATO rifiuti che si occupa della sola Catania città (ente inutile e doppione?) ha "sbagliato" a fare il bando. Certamente erano in buona fede... Come quando, rispetto alla vecchia concessione, hanno aumentato la cifra di parecchi milioni di euro, arrivando a un totale di 165 milioni in 5 anni, ala faccia della crisi... Tutte vicende note e di cui si è già discusso ampiamente (vedi anche Argo e Virgilio Catania). Come se questo non bastasse, martedì in consiglio comunale si voterà questo aumento. E a breve, se andrà in porto l'aumento, la bozza di bilancio di previsione. Tra le varie "agevolazioni" alle fasce deboli lo "sgravio della tarsu". Cioè? Chi ha un ISEE ...

Lavori in Corso – ecco il dossier sulla munnizza a Catania

Scritto da: il 28.05.09 — 0 Commenti
Eccolo qui, in tutto il suo profumo: il dossier sulla munnizza a Catania e provincia. Si chiama Munnizzopoli Catania tra rifiuti ed affari, ed è opera dell'associazione Lavori in corso che raccoglie alcune le esperienze di giovani e meno giovani catanesi impegnati nel mondo dell'informazione libera (provenienti da La Periferica, I Cordai, Catanianotizie, Step1 ma anche da associazioni come Cittàinsieme). Il dossier è stato pubblicato su ucuntu.org, ma è disponibile per l'embed e la stampa tramite Issuu. [HTML1] Alla presentazione del dossier, tenutasi ieri in via Siena 1 a Catania, la sede di Cittàinsieme, si sono scambiate opinioni e utili informazioni sulle vicende trattate, e si è parlato poi di Libera informazione a Catania, insieme anche a un ospite di riguardo, la giovane ma già molto esperta Norma Ferrara, giornalista proprio di Libera Informazione. Assente, purtroppo, Letizia Maniaci di Telejato. Fra pochi giorni il video della serata! Breve resoconto video... [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hy8d50uJMEU[/youtube]

Catania tra rifiuti ed affari – presentazione dossier “Munnizzopoli” mercoledì 27 maggio

Scritto da: il 25.05.09 — 0 Commenti
Mercoledì 27 Maggio alle ore 20.00 presso la sede di CittàInsieme, in Via Siena 1, si terrà un'assemblea pubblica sul problema dei rifiuti e della loro gestione a Catania e provincia. Nel corso dell'incontro verrà presentato il dossier "Munnizzopoli - Catania tra rifiuti ed affari" realizzato dall'associazione giornalistica "Lavori in Corso" che riunisce giornalisti provenienti da testate come uCuntu, La Periferica, I Cordai, Step1, Casablanca e Catanianotizie. L'assemblea sarà anche un'occasione di confronto sul tema dell'informazione a Catania e nel paese. Per farlo interverranno Norma Ferrara di LiberaInformazione, Letizia Maniaci di TeleJato, Sonia Giardina de I Cordai, ma ampio spazio verrà riservato ai contributi di tutti gli intervenuti. Di seguito, due video sul problema rifiuti: la terza puntata delle rubrica "900 secondi" e il mini documentario dei Grilli dell'Etna sugli Inceneritori in Sicilia. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=GJlr2g8t-B4[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=TqgJvU_flPg[/youtube]

900 secondi su Catania – terza puntata – ATO e rifiuti

Scritto da: il 02.05.09 — 2 Commenti
Eccoci alla terza puntata della rubrica “900 secondi” curata dai Giovani di CittàInsieme e dedicata ai cittadini catanesi. In questa terza puntata si parla di ATO e rifiuti. Il "frontman" dei Giovani di Cittàinsieme Mirko Viola è accompagnato questa volta da un esperto sul tema, Sebastiano Spina, che è un membro attivo in alcune associazioni ambientaliste siciliane. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=GJlr2g8t-B4[/youtube] Per approfondire i "temi" di cui si parla nel video, vi lascio alcuni link: Decreto Ronchi e sua breve "spiegazione" "I fantasmi rà munnizza" dal Blog il Casalotto Zero Waste Alliance e Rifiuti Zero Catania E soprattutto la relazione della Corte dei Conti sul funzionamento dei 27 ATO siciliani

Rifiuti: un video di Telestrada e le foto della Polizia Provinciale

Scritto da: il 20.02.09 — 0 Commenti
Bernie, redattore di Telestrada (che avevate già visto nei panni di simpatico "Babbo Natale") ha intervistato l'assessore comunale all'Ambiente Domenico Mignemi sul problema dei rifiuti a Catania, di cui ho parlato in questi due post: "Operazione ripuliamo Catania" e "TARSU, la relazione del Difensore Civico". Ecco il video [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=tMPx747l2nU&eurl=http://www.telestrada.it/2009/02/11/la-situazione-dei-rifiuti-a-catania/&feature=player_embedded[/youtube] Qualche giorno fa invece la Provincia di Catania ha diffuso un comunicato riguardante le tante "microdiscariche" presenti nel territorio. A "scoprirle" la Polizia Provinciale, che ha attenzionato particolarmente le aree di Belpasso, Piano Tavola, San Giovanni la Punta, San Pietro Clarenza, Adrano, Biancavilla, ma anche i comuni dell’area del Calatino... Seguono foto e comunicato della provincia. AMBIENTE: INDIVIDUATE DECINE DI MICRODISCARICHE DALLA POLIZIA PROVINCIALE. Belpasso, Piano Tavola, San Giovanni la Punta, San Pietro Clarenza, Adrano, Biancavilla, ma anche i comuni dell’area del Calatino sono stati attentamente monitorati dal personale della Polizia provinciale, coordinato dal comandante Valerio Saitta, per individuare, sanzionare e prevenire il fenomeno delle microdiscariche, sia in territori rurali sia nei centri abitati. Gli agenti sono andati a verificare numerose segnalazioni fornite da Legambiente e il riscontro è stato immediato: copertoni e parti di automobili, materiale edile di risulta, mobili ed elettrodomestici, ovunque rifiuti nocivi. In molti casi le microdiscariche erano state formate in terreni abbandonati o, comunque, non coltivati all’insaputa dei proprietari che, informati dalla Polizia provinciale, hanno spontaneamente provveduto alla rimozione dei rifiuti e al conferimento in discarica, affrontando rilevanti spese. “E’ stata una grande prova di sensibilità e di civiltà – sottolinea il comandante Saitta – di almeno cinquanta cittadini che hanno finito col pagare di tasca propria per il cattivo comportamento di chi ha ritenuto di poter scariche ovunque rifiuti di ogni genere. Un invito che rivolgiamo a tutti e di recintare i propri terreni, in modo da scoraggiare la formazione di nuove microdiscariche”. Dove i proprietari non hanno provveduto ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple