Tutti gli articoli su artisti

Sono innamorato/a di Pippa Bacca. Chiedimi perchè!

Scritto da: il 31.03.09 — 0 Commenti
Pubblico oggi una lettera per Pippa Bacca, di cui oggi ricorre il primo anniversario della morte. A scriverla gli amici catanesi di Pippa Bacca, e fra questi Giuseppe Parito che me la inviò mesi e mesi fa, chiedendomi di pubblicarla (dopo che i quotidiani locali non la pubblicarono lo scorso anno)  quando lo ritenessi opportuno. Pippa Bacca è diventata con la sua ultima performance, che è stata causa indiretta della sua morte (vestita da sposa, in giro per la Turchia in autostop, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo, fu violentata e uccisa da un uomo a Gebze) un simbolo di quella che nella lettera è definita "arte della verità". Questa scritta è impressa su uno degli innumerevoli gadget che Pippa Bacca ha prodotto e diffuso, per qualche tempo, durante i suoi viaggi performativi. "Viaggi", che l'hanno portata, in numerose occasioni anche a Catania, dove una comunità di persone ha avuto con Lei un periodo di frequentazione e amicizia. Con Lei, e con la sorella Antonietta , che di questi "Catanesi" nella sua casa Milanese ne ha accolti tanti, alcuni per lunghissimi periodi. Questa comunità in questo pensiero si raccoglie e unisce per rendere il giusto omaggio ad una amica ma soprattutto ad una grandissima artista stimata. Si unisce, dedicando questa sentita riflessione alla carissima "Anto" che sappiamo straordinaria, anche in questo momento, in cui malgrado lo struggimento, rilegge in modo straordinariamente consapevole l'opportunità di un viaggio/missione che più di qualcuno, invece, racconta come di un fatale ingenuo disegno. Il nostro pensiero si concentra, al contrario, convinto sulla necessità di rendere omaggio a Giuseppina Pasqualin, straordinaria artista della "verità". Crediamo non sia provocatorio, o almeno non più di quanto intendesse esserlo Lei, se pensiamo e sentiamo di potere affermare che la sua morte testimonia in modo organico e tristemente coerente ...

Costanti del classico nell’arte del XX e XXI secolo – Palazzo Valle

Scritto da: il 25.02.09 — 0 Commenti
Con qualche giorno di ritardo, riporto una importante notizia, riguarda una Mostra di livello internazionale nel rinnovato Palazzo Valle, progettato da Giambattista Vaccarini e sito in via Vittorio Emanuele a Catania. Del restauro si è occupata la Fondazione Puglisi Cosentino, così come della Mostra di cui potete leggere di seguito (ne ha già parlato Lo Re) COSTANTI del classico nell’arte del XX e XXI secolo Catania, Fondazione Puglisi Cosentino 22 febbraio - 29 giugno 2009 Se è vero che “ogni epoca per trovare identità e forza ha inventato un’idea diversa di classico” (Salvatore Settis), è corretto chiedersi cosa ci sia di classico nell’arte contemporanea. Alla domanda offre una delle diverse, possibili risposte una grande mostra curata da Bruno Corà quale evento inaugurale dell’attività della Fondazione Puglisi Cosentino. L’esposizione, dal titolo “Costanti del classico nell’arte del XX e XXI secolo” sarà allestita dal 22 febbraio al 29 giugno 2009 a Catania in Palazzo Valle, capolavoro del barocco etneo, recuperato dall’abbandono, restaurato e riaperto come “luogo delle culture” da Alfio Puglisi Cosentino, presidente e promotore della Fondazione Puglisi Cosentino. A fronte del quesito “cos’è classico in arte?”, le opere prescelte dal disegno critico vengono offerte allo sguardo dello spettatore non come risposte, ma in quanto possibili oggettive testualità del proteiforme manifestarsi di quella qualità. Di ogni artista saranno presenti uno o più lavori affiancati da un corredo di documenti e apparati storici e critici. L’allestimento non seguirà un andamento strettamente cronologico: alle prime sale nelle quali si pongono le principali questioni con opere esemplari di artisti della prima metà del XX secolo segue un itinerario che individua momenti e tensioni intellettuali focalizzate intorno alle ‘costanti del classico’. Il porre in relazione diretta le opere di artisti a volte anche distanti tra loro, non solo per generazione o per geografia, andrà a costituire un interessante percorso all’interno dell’arte del XX secolo nel ...

Pecha-Kucha Night – Catania Volume #4

Scritto da: il 23.12.08 — 0 Commenti
Pecha Kucha Night + Party = pre vigilia natalizia all’insegna della festa. Martedì 23 Dicembre alle 21,00, presso il centro culture contemporanee Zo, si svolge il PKN_catania vol.4. Edizione speciale per festeggiare il successo riscosso nel suo primo anno a Catania. In via del tutto eccezionale la serata ospita, approfittando del rientro natalizio, creativi che da tempo lavorano fuori dalla Sicilia. La proposta di presentare in un’unica serata esperienze e lavori condotti all’estero vuole avere come effetto immediato quello di mostrare una realtà produttiva e qualitativa più attenta e presente, quotidianamente chiamata ad interagire con altri settori della società. Speakers residenti e non residenti presentano al pubblico, sempre secondo la formula dei 6’40’’, le loro professioni, mestieri, hobby. Pecha-Kucha Night è un format ideato a Tokyo nel 2003 dagli architetti Astrid Klein e Mark Dytham (KDa) e già presente in oltre 100 città del mondo. Pecha-Kucha Night è un incontro in cui artisti e professionisti del mondo della creatività hanno la possibilità di condividere fra loro e col pubblico il proprio lavoro e le proprie idee. Il nome è l'equivalente onomatopeico giapponese del più comune "chit-chat" inglese, ovvero chiacchiera. L'idea innovativa che caratterizza PKN è la formula di presentazione dei partecipanti: circa 20 creativi a serata, a ciascuno dei quali è concesso di mostrare 20 diapositive per 20 secondi ciascuna, per un totale di 6’40”. Eva Grillo e Cecilia Alemagna (architetti) con Vincenzo Drago (fotografo) e Pasqualino Cacciola (musicista), in partnership con Zo - Centro Culture Contemporanee, hanno introdotto questo format a Catania, dove si propone di mettere a confronto le professionalità che lavorano sul piano della creatività attivi sul territorio. Da un lato si permette al pubblico di mantenersi costantemente aggiornato sulle proposte esistenti, dall’altro si incoraggiano nuove possibili collaborazioni tra gli stessi speakers coinvolti nella serata: un appuntamento che coinvolge un pubblico eterogeneo (curiosi, aziende, liberi ...

Pecha-Kucha Night – Catania Volume #3

Scritto da: il 07.10.08 — 0 Commenti
Questa sera martedì 7 ottobre alle 21 , presso il centro culturale Zo, terzo appuntamento con l’edizione catanese di Pecha-Kucha Night. L'ingresso costa 5 euro Dopo la pausa estiva è ripartita la macchina organizzativa del Pecha-Kucha Night_catania. Martedì 7 Ottobre alle 21,00, presso il centro culture contemporanee Zo, si svolgerà il PKN_catania vol.3, penultima serata di questo entusiasmante primo anno. Anche questa volta parteciperanno speakers provenienti da varie città che racconteranno, sempre secondo la formula dei 6’40’’, le loro professioni, mestieri, hobby etc. Pecha-Kucha Night, un format ideato a Tokio nel 2003 dagli architetti Astrid Klein e Mark Dytham (fondatori di KDa) e già presente in oltre 100 città del mondo. Pecha-Kucha Night è un incontro in cui artisti e professionisti del mondo della creatività hanno la possibilità di condividere fra loro e col pubblico il proprio lavoro e le proprie idee. Il nome è l'equivalente onomatopeico giapponese del più comune "chit-chat" inglese, ovvero chiacchiera. L'idea innovativa che caratterizza PKN è la formula di presentazione dei partecipanti: 4 serate in un anno; circa 20 creativi a serata, a ciascuno dei quali è concesso di mostrare 20 diapositive per 20 secondi ciascuna, per un totale di 6’40”. Eva Grillo e Cecilia Alemagna (architetti) con Vincenzo Drago (fotografo) e Pasqualino Cacciola (musicista), in partnership con Zo - Centro Culture Contemporanee, hanno introdotto questo format a Catania. Lo spirito che il PKN_catania si propone è dettato dall’esigenza del confronto tra professionalità differenti che lavorano sul piano della creatività. Da un lato si permette al pubblico di mantenersi costantemente aggiornato sulle professionalità esistenti, dall’altro si incoraggiano nuove possibili collaborazioni tra gli stessi speakers coinvolti nella serata: un appuntamento che coinvolge un pubblico eterogeneo composto da curiosi, aziende, liberi professionisti, associazioni, università, un evento che contiene i presupposti per alzare il livello qualitativo dell’utenza e dell’offerta. Chiunque abbia qualcosa di nuovo da ...

Kataunas: scambio artistico fra Lituania e Italia

Scritto da: il 02.10.08 — 0 Commenti
Kaunas + Katane = KATAUNAS Scambio culturale tra artisti provenienti da Kaunas (Lituania) e Catania (Italia). Il 4 ottobre partirà a Catania, presso il nuovo spazio di sperimentazione artistica BOCS, la prima tappa del progetto Kataunas che vede coinvolti artisti lettoni e artisti italiani, siciliani, in uno scambio artistico che possa permettere di esprime le proprie identità mescolandole alle altre. Date e sedi 4 – 31 ottobre 2008. BOCS, Catania, Italia 12 dicembre 2008 – 15 gennaio 2009. Meno Parkas, Kaunas, Lituania Artisti Federico Baronello, Patricija Gilyte, Agne Jonkute, Giuseppe Lana, Filippo Leonardi, Inga Liksaite, Maria Domenica Rapicavoli Il progetto Kataunas rappresenta un tentativo di stabilire un dialogo culturale tra le città di Kaunas e Catania che si trovano rispettivamente in Lituania e in Italia. All'interno del titolo, i nomi delle due città si mescolano e confondono in maniera spontanea così come durante le mostre sarà fatto dagli artisti e dall'arte stessa. Kaunas e Catania sono accomunate dalla loro peculiare posizione geografica all'interno dell'Unione Europea, la prima situata all'estremo Nord, l'altra all'estremo Sud. Ad ogni modo, tutte e due le città condividono la stessa condizione periferica e transitoria ambedue stanno vivendo una stagione di cambiamenti sociali, economici e culturali significativi. Kaunas è la seconda città più grande Lituania, dopo la capitale Vilnius. Situata al centro del Paese, durante il comunismo Kaunas è stata principalmente una città industriale come testimoniano sia i resti industriali che l'architettura. Oggi Kaunas è un fiorente polo culturale e industriale con una vasta popolazione studentesca, ottimi musei e gallerie e presenta una scena culturale e artistica vibrante. La Lituania è entrata a far parte della Comunità Europea nel 2004 e oggi registra uno dei maggiori tassi di crescita all'interno dell'Unione. Situata ai piedi del vulcano Etna, bagnata dal Mar Ionio, Catania è la seconda città più grande della Sicilia. La città diventa centro ideale di ...

Pecha-Kucha Night – Catania Volume #2

Scritto da: il 26.05.08 — 1 Commento
Martedì 27 Maggio alle 21 , presso il centro culturale Zo, secondo appuntamento con l’edizione catanese di Pecha-Kucha Night. L'ingresso costa 3 euro Pecha-Kucha Night, un format ideato a Tokio nel 2003 dagli architetti Astrid Klein e Mark Dytham (fondatori di KDa) e già presente in oltre 100 città del mondo. Pecha-Kucha Night è un incontro in cui artisti e professionisti del mondo della creatività hanno la possibilità di condividere fra loro e col pubblico il proprio lavoro e le proprie idee. Il nome è l'equivalente onomatopeico giapponese del più comune "chit-chat" inglese, ovvero chiacchiera. L'idea innovativa che caratterizza PKN è la formula di presentazione dei partecipanti: 4 serate in un anno; 20 creativi a serata, a ciascuno dei quali è concesso di mostrare 20 diapositive per 20 secondi ciascuna, per un totale di 6’40”. Eva Grillo e Cecilia Alemagna (architetti) con Vincenzo Drago (fotografo) e Pasqualino Cacciola (musicista), in partnership con Zo - Centro Culture Contemporanee, hanno inrodotto questo format a Catania. Lo spirito che il PKN_catania si propone è dettato dall’esigenza del confronto tra professionalita? differenti che lavorano sul piano della creatività. Da un lato si permette al pubblico (agli spettatori) di mantenersi costantemente aggiornato sulle professionalità esistenti, dall’altro si incoraggiano nuove possibili collaborazioni tra gli stessi creativi coinvolti nella serata: un appuntamento che coinvolge un pubblico eterogeneo composto da curiosi, aziende, liberi professionisti, associazioni, università, un evento che contiene i presupposti per alzare il livello qualitativo dell’utenza e dell’offerta. Chiunque abbia qualcosa di nuovo da mostrare o da dire è il benvenuto. Proporsi, partecipare od assistere e? semplice: basta visitare il sito www.pknight.org.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple