Statue di Rabarama in piazza Teatro Massimo – imbrattate

Scritto da: il 17.04.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Chi sporca il bello è senza cervello“. E se lo scrivono su uno striscione al Teatro Massimo Bellini di Catania, non possiamo che concordare.

Le statue dell’artista romana Rabarama sono esposte dalla scorsa settimana in piazza Bellini, in occasione della mostra collaterale ‘Gli spazi dell’arte‘, organizzata nell’ambito di ‘Catania Arte Fiera‘. Qualche catanese “senza cervello” ha però ben pensato di divertirsi a imbrattare le statue con dei pennarelli. Da qui lo striscione del Teatro Massimo Bellini.

L’arte è noiosa? Non è per tutti? Agli imbrattatori consiglio di vedere il video seguente, che dimostra come ci si può divertire con l’arte. Molto.

YouTube Preview Image

Si ringraziano il professor Magn3tor e ^OTTO^ YOUTUBE per le illuminanti spiegazioni. :-D

  • Pingback: BlogList

  • Mushin

    Sicuramente il dato terribile è che una simile accoglienza ad installazioni urbane scoraggia il ripetersi di simili tentativi importanti. Splendido video!

  • Pingback: Chi sporca il bello è senza cervello | 095

  • Cristina

    Certo che i ragazzi del video non capiscono un acca..mi sembrano solo burini come tanti…Che tristezza che fanno

  • Cristina

    Certo che gli autori del video”esplicativo”mi pare non capiscano un acca e non rendono giustizia all’arte..Sono solo dei burini e ignoranti qualsiasi e molto volgari..Fanno davvero tristezza.

  • Leandro Perrotta

    Mi sembrava evidente che scherzassero senza nessuna pretesa di risultare “dotti”, anzi, tutto l’opposto… Ma comunque il messagio è: se non volete accedere all’arte, almeno non imbrattatela ma scherzateci tu per come potete. In questo non ci vedo niente di male, scrivere col pennarello invece…

  • Cristina

    E’ giusto..nel senso che è meglio scherzarci su!Ma non credo proprio che la volgarità sia divertente..E’ piuttosto scontata,stupida..ci vuol più intelligenza ad essere ironici.Così sono un pò”scunchiuruti”e comunque non danno un messaggio se non far sentire i catanesi ancori più stupidi..E d’altronde solo gli stupidi possono trattare una città come fosse una discarica..spazzatura dappertutto,ovunque!Anche sulle staue stesse..E questa è una vergogna!Che cosa ci si può aspettare da una città che non rispetta se stessa! che improvvisamente rispetti e apprezzi l’arte?!Almeno ci stava una certa divulgazione artistica e una cultura ambientalista…Ma se le persone sono incivili tutto l’anno..

  • Pingback: Arte, Catanesi, Rabarama e Step1 | 095

  • Alberto

    Non condivido le esternazioni di Cristina per una semplice ragione,l’arte è uno strumento dell’uomo per esprimere il proprio senso di bello.Purtroppo non sempre questo messaggio arriva nelle menti delle persone…esistono ragazzi/e che imbrattano monumenti e rompono statue dappertutto…non vedo perchè noi Catanesi dobbiamo essere tutti etichettati come burini senza cervello…eppure siamo Italiani tanto quanto un Milanese o un Romano..Comunque,per tornare al discorso del video che puo sembrare stupido,almeno loro cercano di dare una chiave di lettura all’arte(seppur in modo satirico).Secondo me è anche più controproducente far passare L’Arte come una cosa sl per persone ke la capiscono…perchè l’Arte non è una cosa per pochi estimatori…l’Arte è un modo di esprimersi.Almeno loro ci provano a dare un loro segno..Te invece critiki e insulti loro come dei sacrileghi…

    Bel video cmq…XD

  • Emanuele

    Mi pare ovvio ke i ragazzi del video scherzavano, quindi Cristina vedi di darti una calmata (o forse era solo un “attacco uterino” da una che si sente “spicc’e na fava” e poi non e’ “nenti miscatu cu nuddu” ? :-o ) Poi, non e’ carino imbrattare statue di alto valore economico e culturale, ma daltronde da molta gente di catania (spesso peggio della feccia barbarica) c’e’ da aspettarsi questo ed altro, quindi non ci stupiamo (basta vedere “molti” catanesi al mare a fondachello lo schifo che portano). Daltronde, come si dice, una citta’ ha la gente che si merita !!!

  • Mushin

    @Alberto: Sono d’accordo.

    @Emanuele: Il tuo modo di porti è praticamente la radice di quello che contesti nei catanesi. Mi riferisco alla tua aggressione verbale senza contenuti, che omologa facendo di tutta l’erba un fascio (come se i catanesi fossimo tutti uguali) e soprattutto apre le porte a concezioni razzistiche delle interazioni sociali.

  • Emanuele

    MUSHIN: NO, perche’ non ho detto “tutti” ma “molti” … esistono sempre le eccezioni ^_^ (per fortuna -.-” )

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple