Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano – 5 maggio a Catania

Scritto da: il 30.04.09
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Ricevo dall’Associazione Rita Atria la segnalazione di un evento, che merita grande attenzione per la qualità degli artisti.

Colgo l’occasione per raccontare brevissimamente la vicenda, che è ancora troppo poco nota, della presidentessa dell’Associazione Rita Atria Piera Aiello, collaboratrice di giustizia, una donna esempio di coraggio (e forse il termine è riduttivo). Piera Aiello, dopo la morte della cognata Rita Atria nel 1992, ha vissuto per la giustizia, per testimoniare contro la mafia. Anni d’incubo sotto falsa identità. Pian piano si è ricostruita una vita normale. La sua copertura però è saltata poche settimane fa per via dell’imprudenza di un carabiniere.

Pubblico il comunicato dell’evento senza modifiche.

Si svolge martedì 5 maggio alle 21, all’Auditorium del Monastero dei Benedettini, la tappa catanese del tour siciliano Siamo gli operai. Donne e uomini che lavorano. In cammino verso l’ottavo forum sociale antimafia “Felicia e Peppino Impastato”.

Il concerto catanese è organizzato da Associazione Antimafie “Rita Atria”, Associazione Magma – Caltagirone, Casablanca Edizioni Le Siciliane, Casa Memoria “Felicia e Peppino Impastato” – Cinisi, Coppola Editore, facoltà di Lingue e Letterature straniere – Catania, Open Mind GLBT – Catania, Telejato, UDI. Un folto gruppo di promotori per un evento che nasce all’insegna dell’impegno sociale per parlare di una questione importante come la “sicurezza sul lavoro”, raccogliendo fondi per contribuire a quelle famiglie siciliane che sono state toccate dal lutto di chi del proprio lavoro è diventato vittima.

Protagonisti della serata saranno il musicista emiliano Fabrizio Varchetta e il suo gruppo, i Witko, insieme a due cantatrici siciliane, Matilde Politi e Simona Di Gregorio: il bluegrass, l’indie rock, il folk rock, ma anche i modi pacati dell’acustica, incontreranno il canto di tradizione. Canti di ieri si uniranno a canzoni di oggi che si fanno specchio dei nostri giorni e del nostro mondo, mostrando come tanto le testimonianze di ieri quanto quelle di oggi narrano le stesse difficoltà del quotidiano e la stessa voglia di non cedere.

Al concerto sarà presente una rappresentanza di operai siciliani.

Il progetto Siamo gli Operai nasce in seguito ai fatti della ThyssenKrupp di Torino, quando sette operai perdono la vita per il non rispetto degli standard di sicurezza. Fabrizio Varchetta, cantautore e operaio, compone allora il pezzo “Siamo gli operai”, presto divenuto titolo di un intero album i cui proventi sono destinati interamente alle famiglie di operai vittime sul lavoro.

Il tour siciliano di Fabrizio Varchetta e i Witko li vedrà il 6 maggio a Caltagirone, l’8 al mattino a Corleone e la sera a Trapani e infine il 9 maggio a Cinisi, in occasione delle manifestazioni in memoria di Peppino Impastato. L’ottava edizione del Forum sociale antimafia, dedicato a Felicia e a Peppino, vedrà infatti tra i temi discussi anche quello della sicurezza sul lavoro, tema caro allo stesso Peppino Impastato.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple