Proposta mondiale: imitiamo Catania, 10 minuti al buio in favore del Pianeta

Scritto da: il 17.09.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Mi è arrivata una proposta via email cari miei concittadini rabbuiati. Consiste in una iniziativa simile a “M’illumino di meno”, però su scala globale: questa sera dalle 21:50 alle 22:00 luci spente per risparmiare preziosa energia e far del bene al nostro pianeta. Non si avrà contemporaneamente uno “spegnimento” perchè come sapete la Terra gira (evidentemente chi ha mandato l’email in varie lingue non ci ha pensato), però volete mettere il risparmio globale energetico? Io ADERISCO! ma a modo mio se permettono…

Chi lo dice all’ ideatore di questa campagna che sembra essere partita su facebook ed è arrivata a mezzo mondo via email sprecando attraverso lo spam milioni di kilowatt di energia, che qui a Catania sono mesi e mesi che stiamo al buio? Mi considero pertanto ESONERATO A VITA dalla partecipazione attiva a iniziative per il risparmio energetico come queste, per causa di tutta l’illuminazione della quale non ho usufruito da ottobre dello scorso anno (da allora hanno iniziato a spegnersi i primi lampioni). Tuttavia, proprio per il mio “anticipo” elargito con generosità voglio figurare lo stesso fra i partecipanti. Spero leggano questo post e guardino il video sotto realizzato da Silvia Lo Re per Step1

YouTube Preview Image

Il testo dell’email in varie lingue:

Francés:
Darkness monde: Le 17
Septembre 2008 de 21:50 à 22:00 heures
Propose de supprimer toutes les
lumières et, si possible, tous les appareils électriques, à notre
planète peut ‘respirer’.
Si la réponse est massive, les économies
d’énergie peuvent être brutales.
Seulement 10 minutes, et de voir ce
qui se passe.
Oui, nous sommes 10 minutes dans le noir, on allume une
bougie et simplement
Être regarder, que nous respirons et de notre
planète.
N’oubliez pas que l’union fait la force et l’Internet peuvent
être très électricité et peut

Même faire quelque chose de grand.
Déplace l’actualit

Ingles:
Darkness world: On
September 17, 2008 from 21:50 to 22:00 hours.
Proposes to delete all
lights and if possible all electrical appliances, to our planet can
‘breathe’.
if the answer is massive, energy saving can be brutal.
Only 10 minutes, and see what happens.
Yes, we are 10 minutes in the
dark, we light a candle and simply
Be looking at it, we breathe and
our planet.
Remember that the union is strength and the Internet can
be very power and can
Even do something big.

Moves the news, if you
have friends to live in other countries send to them.

taliano:
Oscurità mondiale: il
17 settembre 2008 dalle 21.50 alle 22.00.
Proponiamo di spegnere tutte
le luci e gli apparecchi elettronici affinchè il nostro pianeta possa
‘respirare’.
Se ci sarà una risposta collettiva l’energia risparmiata
sarà moltissima.
Solo dieci minuti e vedremo cosa succede.
Stiamo 10
minuti nell’oscurità, prendiamo una candela e semplicemente fermiamoci
a guardarla mentre il nostro pianeta respira.
Ricordate che l’unione fa
la forza e internet ha molta influenza, può essere qualcosa di
veramente grande.

gira la mail, se hai amici che vivono in altri
paesi fai girare loro la notizia.

Portugués:
Escuridão
mundial: No dia 17 de Setembro de 2008 das 21:50 às 22:00 horas
propõe-
se apagar todas as luzes e se possível todos os aparelhos eléctricos,
para o nosso planeta poder ‘respirar’.
Se a resposta for massiva, a
poupança energética pode ser brutal.
Só 10 minutos, para ver o que
acontece.
Sim, estaremos 10 minutos às escuras, podemos acender uma
vela e simplesmente
ficar a olhar para ela, estaremos a respirar nós e
o planeta.
Lembrem-se que a união faz a força e a Internet pode ter
muito poder e podemos
mesmo fazer algo em grande.

Passa a notícia,
se tiveres amigos a viver noutros países envia-lhes.

Alemán:
Darkness Welt: Am 17 September 2008 von 21:50 bis 22:00 Uhr
Schlägt
vor, alle Lichter zu löschen und, wenn möglich, alle elektrischen
Geräte, die unseren Planeten kann ‘atmen’.
Wenn die Antwort ist derb,
Energieeinsparung kann brutal.
Nur 10 Minuten, und sehen Sie, was
passiert.
Ja, wir sind 10 Minuten im Dunkeln, wir Licht einer Kerze
und einfach
Sei es bei der Suche, die wir atmen, und unseres
Planeten.
Denken Sie daran, dass die Gewerkschaft ist Stärke und das
Internet kann sehr Macht und können
Selbst etwas tun groß.

Verschiebt den Nachrichten.

Holandés:
Darkness wereld: Op 17 September 2008 van 21:50 tot 22:00 uur
Stelt voor om alle lichten en zo mogelijk alle elektrische apparaten,
om onze planeet kan ‘ademen’.
Indien het antwoord is enorm, de
energiebesparing kan worden wreder.
Slechts 10 minuten, en zie wat er
gebeurt.
Ja, we zijn 10 minuten in het donker, we licht van een kaars
en gewoon
Wordt kijken, we inademen en onze planeet.
Vergeet niet dat
de unie is kracht en het internet kan zeer macht en kan
Zelfs iets te
groot.

C’erano anche Cinese Arabo greco e Russo, ma per motivi di incompatibilità di codifica dei caratteri nell’email non si leggono…

  • Andrea Conti

    Mi dispiace che Catania “contribuisca” da così tanto tempo al risparmio energetico del nostro pianeta… (accidenti!!!)
    Accolgo con piacere il tuo “sens of humor”… senza il quale noi italiani saremmo veramente schiavi del Maalox!!!
    Anche se il tuo post nasce per motivazioni differenti da quelle per cui io ho scritto la seguente “analisi” (già pubblicata altrove) vorrei darle visibilità ulteriore postandola anche qui… mi permetti? Ecco il copia-incolla:

    ============================================================
    Bè, effettivamente è’ un esperimento che se ottenesse lo sperato seguito avrebbe delle indubbie ripercussioni sul “consumo istantaneo” di corrente elettrica da rete.
    Vogliamo esaminarle?

    Come si sa l’energia elettrica ad alto voltaggio non è attualmente immagazzinabile, non è stoccabile, non possiamo quindi determinare SCORTE di corrente elettrica producendone quando conviene, per poi consumarla quando occorre.
    Le applicazioni in cui necessitiamo di accumulatori (torce elettriche, telefonini, radio, notebook, orologi, elettroutensili, biomeccanica, bioelettronica, ecc ecc ecc (l’elenco si allunga di giorno in giorno) sono tuttavia ancora molto limitate, e questa limitazione è dovuta principalmente ai costi legati alle batterie, standard o ricaricabili, e alla limitatezza della loro capacità e della loro efficienza, per non parlare della loro potenza. Quindi attualmente non esistono “cose” alimentate a batteria che possono svolgere lavori ad alto potenziale (pensiamo ad esempio alle grosse difficoltà nella realizzazione delle vetture elettriche, che anche quando vengono commercializzate come “gioiello tecnologico” hanno ancora problemi nell’affrontare una salita oltre il 30% di pendenza).

    Ecco perchè l’energia elettrica erogata da rete fissa è gestita a FLUSSO CONTINUO, ottimizzando la produzione in base ai consumi previsti in un dato momento.
    Un buon funzionamento della rete elettrica, più che dalla disponibilità di centrali che ne producano, è dato da un modo EFFICIENTE di distribuirla laddove serve, ottimizzando al massimo quella prodotta, e non mandandone sprecato nemmeno un kW!!!!

    Cosa succederebbe se, per 10 minuti, un intero quadrante geografico con lo stesso fuso orario SPEGNESSE le luci?

    … …

    Avremmo ISTANTANEAMENTE uno SPRECO di energia elettrica, perchè le centrali non smetteranno di produrne, e verrà convogliata ugualmente alle utenze ma NON UTILIZZATA, determinando quindi come unico risultato una perdita di efficienza del sistema di gestione della corrente elettrica da rete fissa.
    In aggiunta, siccome questo esperimento genererebbe un effetto “black-out artificiale” esiste la non remota possibilità di innescare un conseguente ALLARME BLACK-OUT, rilevato dagli strumenti di misurazione come repentino, brusco calo dei consumi, normalmente determinato da interruzioni fisiche della rete di distribuzione (da cui l’attivazione delle maestranze preposte all’individuazione del “fantomatico” guasto…
    Quindi sostanzialmente l’esperimento si annuncia, all’analisi dei fatti, come un ATTENTATO al buon funzionamento della rete elettrica, così come è strutturata e concepita oggi.

    E’ un discorso diverso quello degli appelli alla riduzione dei consumi in occasione del caldo estivo che induce all’utilizzo MASSICCIO e CONTINUATIVO di applicazioni elettriche come condizionatori e ventilatori e frigoriferi, perchè in questo caso siamo in presenza di una INADEGUATEZZA della produzione elettrica a fronte di un massiccio aumento del consumo TOTALE, per cui si assiste al sovraccarico delle linee e delle centrali in funzione, che non possono fornire tutti i kW richiesti e si corre il rischio di giungere al BLACK-OUT per carenza di energia!!!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple