Perché l’AMT e le Aziende Partecipate del Comune di Catania sono in perdita ed inefficienti? Ne parliamo con l’Assessore Sicali

Scritto da: il 19.03.10
Articolo scritto da .

Vuoi sapere perché l’AMT e le aziende partecipate del Comune di Catania sono sempre in perdita ed inefficienti?

Prendendo spunto dal recente intervento della Corte dei Conti in merito alla necessità di adottare misure correttive sulle Partecipate per permettere al Comune di uscire realmente dalla crisi, ed alla luce delle allusioni che attraverso gli organi di stampa il Sindaco avrebbe fatto riguardo all’influenza della politica ed alla spartizione delle poltrone che in passato hanno caratterizzato gli assetti delle aziende Partecipate, CittàInsieme ha ritenuto opportuno organizzare un incontro pubblico, aperto a tutti i cittadini, per fare chiarezza sui rimedi che è necessario adottare per rendere finalmente funzionanti, efficienti ed economicamente virtuose le aziende del Comune (Amt, Sostare, Sidra, Asec, Asec Trade, Multiservizi, InvestiACatania).

L’assemblea si terrà Lunedì 22 marzo alle ore 20.15, nella nostra sede, in Via Siena 1.

Con nostro grande disappunto, non sarà presente il Prof. Angelo Sicali (Assessore alle Aziende Partecipate del Comune di Catania) che aveva accettato il nostro invito ad intervenire. L’Assessore sarà sostituito da una sagoma umana alta un metro e ottanta sulla quale incolleremo tutti i bigliettini con le domande e  le proposte che avremmo voluto rivolgergli di persona.
Per favorire il dibattito verranno illustrate a cura di CittàInsieme delle relazioni sullo stato economico di ciascuna Partecipata.

L’incontro sarà trasmesso in diretta via internet, dal sito www.cittainsieme.it e da qualsiasi altro sito che copierà il codice html che si allega alla presente.

***
SARA’ ASSENTE L’ASSESSORE SICALI

CittaInsieme ha organizzato, per lunedì 22 Marzo ore 20.15, una pubblica assemblea sulla situazione economica delle Aziende Partecipate e Municipalizzate a Catania e sulla efficenza dei servizi erogati dalle stesse.
Ha preparato dossier, ha studiato il problema, ha lavorato per mesi per informarsi e poter correttamente informare i catanesi.

Naturalmente ha invitato l’assessore al ramo, Sicali (già invitato lo scorso anno per un’altro incontro, invito declinato perché insediato in assessorato da poco tempo) che aveva assicurato la sua partecipazione, ma solo Mercoledì 17 Marzo ha disdetto adducendo il fatto che l’Amministrazione sta per varare misure in merito e quindi lui non ritiene opportuno e responsabile anticipare, prima della ratifica, le decisioni della Giunta.
Esprimiamo il nostro disappunto e riteniamo che questa sia ancora una volta un’occasione mancata di autentico confronto con i cittadini, mentre sono in corso gli Stati Generali fortemente voluti dall’Amministrazione!

CittaInsieme non rinuncerà all’assemblea programmata e per cui erano già stati fatti comunicati ed inviti.
L’incontro avrà luogo regolarmente nel giorno e nell’ora fissata.
 
Auspichiamo una partecipazione numerosa, augurandoci che in futuro l’Amministrazione non disattenda i momenti di confronto sollecitati dai cittadini.

  • http://biancoenero.blogdo.net/ fabiola

    Ho letto il titolo di questo post e mi sono subito incuriosita.
    Non tanto per l’argomento che certamente ha la sua grande importanza, quanto per il fatto che l’assessore Sicali avrebbe risposto.
    Con disappunto mi sono accorta che Sicali ha declinato l’invito e mi sono fatta una risata.
    Tempo addietro ho fatto un articolo sul cimitero di Catania rilevando le pessime condizioni in cui versava e naturalmente ho chiesto a Sicali (assessore al cimitero) di voler dire la sua in proposito, lui, dato che si trattava di televisione ha accettato; ma evidentemente gli era sfuggito il punto dell’intervista. Quando ci siamo trovati nel suo ufficio gli ho fatto la prima domanda e lui è sbiancato. Ha chiesto al cameraman di spegnere la telecamera e ha voluto riproposta la domanda a telecamera spenta. Si è assentato per 20 minuti e poi una volta tornato mi ha rilasciato una lunga dichiarazione senza capo nè piedi, resosi conto dell’enorme confusione che stava trasmettendo chiese di rifare l’intervista. QUella mattina abbiamo consumato una cassetta da 60 minuti ed un’altra per metà. Il risultato finale è stato comunque abominevole e a me, ormai consapevole della confusione totale in cui nuotava questo amministratore all’oscuro di tutto non è restato altro che farmi prendere dall’istinto di maternità, non ho fatto la seconda e certamente neanche la terza o la quarta domanda. Sicali non aveva niente da comunicare.
    E credo sinceramente che non abbia niente da comunicare neanche per le partecipate che rappresentano un argomento ancora più ostico.

  • Pingback: Novaled vince il clean equity 2010 | Schermi OLED

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple