OPERAZIONE “RIPULIAMO CATANIA”

Scritto da: il 01.07.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Parte oggi l’operazione annunciata dal Comune sulla pulizia straordinaria della città, effettuata da unità aggiuntive della nettezza urbana . Verificheremo i risultati nei prossimi 20 giorni.

Di seguito il comunicato dell’ufficio stampa comunale.

Il Comune lancia, per espresso volontà del sindaco, Raffaele Stancanelli, l’operazione “Ripuliamo Catania”, che, a partire da martedì prossimo (oggi, NDL), vedrà quotidianamente impegnati per venti giorni, una serie di unità aggiuntive della Nu e delle ditte appaltatrici, dotata di mezzi idonei, in un’operazione di pulizia straordinaria tesa, “a ridare decoro alla città”.

“Nel corso della campagna elettorale – spiega il Sindaco – le due più immediate esigenze espresse dai cittadini riguardavano, come sottolineato anche dalla stampa in questi giorni, la pulizia di Catania e le condizioni delle strade. E i primi atti della mia amministrazione riguarderanno proprio interventi in questi settori”.

L’operazione “Ripuliamo Catania” è coordinata da Valerio Ferlito, capo della Direzione Ecologia, Ambiente e Nettezza urbana del Comune, con la collaborazione del responsabile del Servizio Verde pubblico Marco Morabito e del Comandante del Corpo dei Vigili Urbani, Pietro Belfiore. Il piano prevede un intervento programmato in 38 microaree delle otto zone del centro e in sei macroaree dei quartieri periferici.

Ogni giorno dalle 6 alle 12, si procederà non soltanto a spazzare, lavare e disinfettare, sia manualmente che con speciali mezzi meccanici, ma anche a scerbare, ossia a tagliare e rimuovere erbacce e rovi. Ogni autospazzatrice, munita di dispositivi aspiranti, sarà supportata da una squadra di cinque operatori ecologici con scope e soffiatori per ripulire marciapiedi e strade, svuotare cestini, asportare le deiezioni canine, scerbare. Successivamente si procederà al lavaggio delle strade e alla loro disinfestazione, che sarà utile anche a liberare quelle zone dalle zanzare.

Per procedere a questa pulizia così approfondita, a partire da martedì prossimo sarà necessario liberare dalle automobili le microaree in cui si interviene. Saranno così disposte delle ordinanze che, nei giorni stabiliti per l’intervento, impediscono il parcheggio. Le auto in sosta, ovviamente, dovranno essere rimosse.

Nei giorni precedenti all’intervento, dunque, si provvederà a sistemare nelle strade da ripulire cartelli che segnalano il divieto di sosta dei veicoli. Inoltre il calendario degli interventi di pulizia, già approntato dalla Direzione Ecologia per quanto riguarda il centro (entro pochi giorni sarà definitivo anche quello riguardante le periferie), sarà diffuso per tempo, in modo da dare la possibilità ai cittadini di adeguarsi alle disposizioni del Comune.

“Proprio la collaborazione dei cittadini – spiega il sindaco Stancanelli – è indispensabile non soltanto per far sì che quest’operazione di pulizia straordinaria abbia risultati concreti, ma anche perché, nell’ordinario, Catania venga mantenuta pulita”.

Ecco perché la Direzione Ecologia approfitta dell’occasione per ricordare ai cittadini di depositare la spazzatura nei cassonetti nel periodo tra le 17 e le 22. E ai proprietari di cani di portare con sé gli attrezzi per raccogliere i “bisognini”.

L’operazione “Ripuliamo Catania”, inoltre, non finisce qui: oltre ai 600 cassonetti per la raccolta differenziata di plastica, vetro, carta e rifiuti pericolosi recentemente distribuiti in città dall’Ato CT4, sono in arrivo nuovi 750 cassonetti della Nettezza urbana, da 1.700 litri di capacità, destinati a incrementare quelli già diffusi sul territorio per la raccolta indifferenziata.

  • enribo

    che senso ha fare la pulizia straordinaria quando non viene fatta quella ordinaria? o meglio, quello che dovrebbe essere ordinario diventa straordinario. mah…!!! i misteri di catania!
    mi sa che è solo fumo negli occhi.. spero di sbagliarmi.

  • Leandro Perrotta

    Io spero che sia almeno un pò di “munnizza nei cassonetti”. Quanto al fumo negli occhi avremo modo di scoprirlo nel corso dei prossimi 5 anni (che la speranza è sempre l’ultima a morire)

  • Pingback: Piazza Carlo Alberto - Operazione bidone | 095

  • Pingback: Rifiuti: un video di Telestrada e le foto della Polizia Provinciale | 095

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple