Niente da dire? No, è che sto solo cercando il modo (mio)

Scritto da: il 01.02.12
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Catania è la città dove vivo, e questo blog è dedicato a Catania. Un legame talmente stretto che il nome, per chi non se ne fosse accorto, prende spunto dal prefisso telefonico. Ma cosa scrivo qui dentro? In tanti anni, da quando nell’ormai lontano maggio 2008 questo blog è stato creato (ricordiamo la bonanima della vecchia piattaforma bloglist), l’informazione online in questa città è cresciuta fino a raggiungere nuove certezze. Tra queste, una: un blog come questo qui nel 2012 non ha senso di esistere.

Qui non si fa commento. Per fare un buon commento servono ore di riflessione, tanta esperienza e maturità. A 28 anni non ho nessuna di queste qualità, e nemmeno la faccia tosta per spacciarmi per un esperto di comunicazione, cosa che in molti con meno esperienza di me invece fanno. Per fortuna c’è chi fa il commento, e mi riferisco in particolar modo ad Argo. Nato più o meno nello stesso periodo di Ucuntu, i due siti catanesi sono le due facce del giornalismo militante cittadino. Da un lato, da Argo, ci stanno coloro che seguono l’associazionismo, lo vivono, ne hanno esperienza diretta in posizioni critiche ma aperte, senza ideologia di fondo se non il buon senso. Dall’altro, è il caso di Ucuntu, ci stanno quelli che l’antimafia è l’unico partito, e il compromesso, anche piccolo, è inconcepibile per definizione. Sono i duri, come Riccardo Orioles, che hanno appena lanciato la nuova edizione de I Siciliani. L’ammirazione per Argo e per I Siciliani è l’unico motivo per cui non cito altri

Qui non si fa cronaca. E’ bello fare cronaca, ma purtroppo serve esperienza, buona volontà e rapidità. Tutte cose che al blogger che gestisce 095 mancano. E quindi? La lasciamo ai quotidiani, cartacei come il solito (ma purtroppo imprescindibile, ancora oggi) La Sicilia, o il Quotidiano di Sicilia, e a quelli online, come il Corriere del Mezzogiorno sezione Catania e naturalmente Ctzen, dove lavoro da un bel po’ con molte soddisfazioni. Non c’è da aggiungere molto altro, solo Sud e Catania Oggi.

Qui non si parla di politica. Per questo c’è CataniaPolitica (speriamo ancora per tanto tempo), Le Iene Sicule, The Lo Re Report… Tutti loro hanno un contatto diretto con i politici locali, cosa che l’autore di questo blog non ha, sempre a causa della pigrizia di cui sopra.

Qui non si fa microblogging, o almeno non solo questo. Per il microblogging c’è Catania Today, che ha la forma di un quotidiano online e la mission di informare presto, prima degli altri. Si ricopiano molto i comunicati e i dispacci di agenzia quindi, si preferisce lasciare traccia di sè in modo veloce, facendo tanti contatti subito. Ma si perde l’identità. E 095 vuole essere un blog, quindi con una identità ben specifica (vedere la foto enorme in home, sono io). Sulla scia ci sono molti progetti simili, come la piattaforma Blog Sicilia, quelli che vanno a prendere il caffé con.

Qui non si fa inchiesta. E chi fa inchiesta in Sicilia? Sono pochi, ma faccio prima a citare due nomi di persone che stimo: Rosa Maria Di Natale e il giovane Antonio Condorelli. Cito anche Antonio Mazzeo, Sonia Giardina. Non altri, perché purtroppo il giornalismo è inteso come mestiere, e l’unica discriminante per definirsi tali è “io campo col giornalismo”, e le inchieste sono davvero cosa per pochi. Rosa Maria Di Natale è una professionista stimata a livello nazionale, vincitrice del premio Ilaria Alpi qualche anno fa (2007) per Hotel Librino, e docente a contratto di giornalismo all’università di Catania. Oggi scrive per Repubblica. Antonio Condorelli è uno che pur avendo solo un paio d’anni più di me ha uscito fuori un lavoro, insieme a Sigrfrido Ranucci, che si chiama I Viceré per Report, e oggi dirige la sezione catanese del magazine S.

In sostanza che si fa in questo blog? Se la cosa non vi dispiace, da oggi scriverò quel che mi pare, senza generi, senza particolari problemi sul contenuto.

E se vi dispiace, commentate, che a me non dispiace!

  • Giofilo

    Io sono

  • Giofilo

    Scusa il commento di prima, volevo scrivere: io sono contentissimo che tu voglia continuare a scrivere su 095! Ti seguirò anche nelle nuove forme che vorrai dare al tuo blog e alla tua scrittura ;-)

  • Leandro Perrotta

    Grazie Giofilo, io francamente mi scervello da tempo: probabilmente sarà il mio blog, punto. Quindi vi dovrete sorbire pensierini melensi e incazzature, o forse qualche idiozia. Ma nella certezza che identificherà meglio il tizio nella foto ;-)

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple