Mostruosa ressa all’inaugurazione dell’Ipercoop a Gravina di Catania – video

Scritto da: il 07.05.09
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.
YouTube Preview Image

Credo che le immagini si commentino sole.

Il video è stato girato nel giorno dell’inauguraizone dell’Ipercoop Katanè, il terzo (per ora?) in Sicilia.

Nota: pare che la causa scatenante di tanto “buddellu” fosse un televisore lcd in offerta, un Samsung da 32 pollici hd… Consiglio di evitare la ressa e cercare su Trovaprezzi, le cifre non sono molto diverse dai 250 € circa richiesti all’Ipercoop…

  • http://filippomi.blogspot.com/ Filippo MI

    mi viene da piangere …

    Quando mi trasferì a Milano, non sapendo cosa fare nei fine settimana, inevitabilmente finivo per fare la spesa e passeggiare all’interno di questi centri commerciali.

    Nel frattempo le vie ed i negozi del centro, erano in mano a poveri disgraziati ubriachi, mentre le piazzette virtuali dei vari Fiordalismo e Carrefour, erano piene di famiglie e ragazzini che giocavano ..

    Una tristezza infinita, la gente preferiva ai luoghi storici cittadini, la nuova agorà costituita di panchine old style e palme di plastica …

    Mai avrei pensato che questa involuzione culturale avrebbe attecchitto nella mia amata Catania …

  • Marcello

    Questa ressa è qualcosa di allucinante.Gli innamorati che si danno appuntamento nei centri commerciali invece che in riva al mare, è una società malata.Detto questo, vorrei però spezzare una lancia a favore del marchio coop che opera seguendo dei principi molto importanti:politica del mantenimento dei prezzi, rispetto dei lavoratori, dei consumatori e dell’ambiente, etichette trasparenti.

  • Ale

    ancora una volta un esempio dell’ottusità e maleducazione che impera a catania. poveri noi che ci conviviamo con questi animali.

  • Giovanni

    Frequentare centri commerciali invece che luoghi paesaggisticamente e storicamente senz’altro più rilevanti non è una involuzione culturale. Il video è il perfetto specchio della mai raggiunta civiltà del sud Italia dovo sono nato ed ho vissuto e dove, per fortuna, ora non vivo più.

  • massimone73

    Censurate questo video, please….
    E’ lo specchio della realtà meridionale.

  • dantespeak

    Quando sento dire “Catania è bella”, mi viene da sorridere. Sarebbe bella senza i suoi cittadini.O la stragrande maggioranza.Catania non offre niente,nè lavoro nè fiere degne del loro nome, nè iniziative culturali-sportive-ricreative.
    I soliti quattro tristissimi pub. Ed i soliti tristissimi assidui frequentatori.Ed il consueto squallore della maleducazione e della prepotenza. Ora inizia l’estate:largo ai milioni di posteggiatori!Aiutateci…

  • ledi

    c’e’ da preoccuparsi e non poco. Ma non solo in Sicilia, a Mantova in occasione di una offerta in cui i fagioli erano ribassati di prezzo, avvenne un parapiglia. La gente si spingeva i modo incivile per arrivare al banco dell’ortofrutta. Per dei fagioli ….e per risparmiare qualche centinaia di lire.

  • lucky

    povere pecorelle tutte in fila come un gregge segue il suo pastore BEEEEE-BEEEE-BEEEEEE.
    CHE TRISTEZZA VEDERE QUESTE SCENE……

  • Antony

    si devono vergognare ogni volta che aprono un centro commerciale sembra che avviene un terremoto che scappano a destra e sinistra!!!!!! SUNU COMU LI PORCIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

  • Claudio

    Mi sono trovato lì dopo circa 4 giorni dall’apertura per comprare un portatile, prezzo basso ma tuttosommato normale, la scena era simile, sono stato trasportato dalla folla fino ai portatili mentre un signore è caduto e me lo sono trovato sotto i piedi, cerdando di soccorrerlo sono stato travolto anche io…i portatili li avevano anche nascosti in mezzo ad altri proodotti per conservarli agli “amici”.
    3 ore di fila per riuscire a pagare, mi sentivo davvero una pecora infilata nel gregge, penso sarà il mio ultimo acquisto in un centro di follia commerciale.
    Dovrebbero chiuderli, i catanesi non sono in grado di gestirli, nè di usarli a quanto pare.

  • marco

    Questa non è gente che si è comportata cosi non sono della citta’ di Catania, ma Cacania! citta’ :)

  • marco

    Scusate dovevo cancellare il non è

  • ngheliu

    Sorrido leggendo il commento di dantespeak…io amo la mia città, la trovo bella e gioiosa (nonostante i moltissimi difetti) e credo che nella normalità dei casi siano anche i suoi cittadini, calorosi ed allegri, a renderla speciale! …nulla togliendo, ovviamente, alle sue bellezze storiche e alle meraviglie paesaggistiche! Non ne facciamo una questione meridionale quando si tratta solo di maleducazione…e di maleducati ne esistono ovunque, a Catania e a Mantova, a Napoli e a Milano a Palermo e a Brescia!

  • linda

    Non sono Siciliana , ma emiliana .Premetto che amo la Sicilia e Catania,mia città di adozione ; però concordo nel dire che quello che è accaduto nel centro commerciale è da “no comment “!!!Non è possibile che si possa arrivare a questo grado di maleducazione!!Ma che cosa può pensare uno del Nord?!?!Ha ragione chi consiglia a queste persone di passare il propio tempo ad ammirare le magnifiche testimonianze di architettura lasciate dai vari popoli che x secoli hanno invaso la vostra magnifica isola!!X non parlare dei meravigliosi paesaggi che si possono ammirare ovunque possa spaziare lo sgurdo!!!Vi prego , voi Catanesi,non permettete più che accadano cose così inqualificabili!!Vi auguro di poter intervenire dando + istruzione xchè la causa principale di ciò è la mancanza di istruzione
    Comunque io tornerò sempre nella vostra meravigliosa isola!!

  • emy

    Come sempre, un qualsiasi evento accaduto al sud diventa questione meridionale, una scandalo al nord colpa degli immigrati?! beh solo infinite cazzate,,,,di gente maleducata e di basso livello esiste ovunque… cara linda emiliana, uno del nord deve pensare bene di guardare i propri grandi problemi e magari di far le vacanze altrove e non in SICILIA!!!

  • angela

    Vorrei sapere il motivo per cui aprite soltanto pochissime casse SEMPRE A QUALSIASI ORA! Che ci stanno a fare tutte quelle casse allora? Perchè non ne facevate 2 o 3 al massimo? Questo è sfruttamento sia alle vostre impiegate (poverine) e soprattutto una mancanza di rispetto verso i vostri numerosi clienti del supermercato! Ma lo sapete che nelle altre citta’ italiane e civili le casse le aprono tutte? Ma noi che siamo un paese del terzo mondo? Vergognatevi! Non è giusto fare una fila di un ora solo per comprare poche cose, e i bambini? Li sentite piangere i bambini per la stanchezza? Non vi fanno pena e non vi facciamo pena anche noi? HO UNA RABBIA!!! SVEGLIATEVI!!!!!!!!!!!!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple