Morti bianche: treno travolge e uccide due operai a Motta Sant’Anastasia

Scritto da: il 01.09.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Continua la strage di lavoratori: questa volta è toccato a due operai che lavoravano sulla linea ferrata nei pressi di Motta Sant’Anastasia, Fortunato Calabrese di 58 anni che sarebbe andato in pensione tra sei mesi, e Giuseppe Virgillito 35 anni che si sarebbe sposato tra qualche mese. Vite spezzate e famiglie distrutte viene da dire, e la Speranza si unisce al coro dicendo “saranno gli ultimi”, mentre la realtà dei fatti dice brutalmente che finchè non ci saranno interventi concreti moriranno tanti altri mentre svolgono il proprio lavoro.

Sulle dinamiche dell’incidente, sulle polemiche e le “risposte politiche” vi rimando a questo articolo di Repubblica Palermo. Ma leggendolo vi renderete conto che dall’11 Giugno, quando morirono sei operai a Mineo, nelle parole, nelle “analisi” del problema non è cambiato nulla, forse proprio perchè nei fatti non è cambiato nulla, i problemi sono sempre gli stessi, e non sono stati affrontati.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple