Migranti stipati al Palanitta. Di nuovo.

Scritto da: il 21.03.11
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Stavolta sono 124, e sono di nuovo egiziani: pare che si siano spacciati per “libici” pur di essere accolti a largo di Riposto. Come accadde pochi mesi fa, anche questa volta i migranti sono stati “accolti” nel Palanitta di Librino.

“Accolti” tra virgolette, perché il Palanitta è un palasport, non è certo un centro attrezzato per accogliere nessuno! Nemmeno le squadre in trasferta, visto che è inagibile per la maggiorparte come impianto sportivo, figuriamoci 124 disperati…

Eppure ogni volta che si presenta l’occasione viene usato per stivare, come se si trattasse di merci di presunto contrabbando sotto fermo amministrativo, alla periferia della città e in zona “tranquilla”, i poveri disperati che scappano da “casa loro”.

Che fine faranno? Probabilmente dopo un rapido “riconoscimento”, qualche accertamento medico, verranno mandati di corsa in Egitto. Come se in Egitto la situazione fosse facile, normale.

Sono stato al Palanitta circa un’ora fa, ho fatto pochissime foto all’esterno. Una calma piatta, mentre il quartiere (Librino, naturalmente) attorno non si è nemmeno accorto di nulla. I ragazzini giocano a calcio, i ragazzi più grandi arrivano col borsone in attesa di entrare al palazzetto per gli allenamenti di boxe – unica disciplina che ancora si svolge al Palanitta, visto che il parquet è impraticabile – e mestamente se ne ritornano indietro senza lamentarsi. A Librino i disservizi sono normali, e anche il Palasport utilizzato come deposito di gente indesiderata, arrivata al porto cittadino ed efficientemente avviata all’espulsione in meno di 24 ore.

Ve le mostro di seguito, le foto. Non che ci sia molto da vedere, mentre più sotto da vedere è il bellissimo video di Sonia Giardina che narra della situazione venutasi a creare al Palanitta qualche mese fa, quando gli espulsi erano per una buona parte minori, con annessa protesta in aeroporto.

LE FOTO

IL VIDEO DI SONIA GIARDINA
YouTube Preview Image

AGGIORNAMENTO: da una news ANSA di pochi minuti fa, pare che i migranti verranno trasferiti per la maggiorparte a Pozzallo (RG).

  • Cristinaperrotta

    non c’è il link alle foto?

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple