Le Arance Pizzo Free del signor Pappalardo – a Palagonia

Scritto da: il 26.02.09
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

addiopizzo_cataniaAddiopizzo Catania ha organizzato per sabato 28 febbraio una gita a Palagonia per raccogliere arance. Non si tratta di una scampagnata, ma di una iniziativa che viene dalla ASAAE – Associazione Antiracket Antiusura Etnea per aiutare concretamente il signor Pappalardo la cui attività è stata messa in ginocchio dalle estorsioni e dall’usura.

  • Per chi volesse partecipare  a questa giornata che si preannuncia utile ma anche divertente, l’appuntamento è Sabato 28 a Catania in piazza Michelangelo alle ore 8:00

Per i contatti con l’associazione AddioPizzo Catania vi rimando a questa pagina.

Arance Pizzo free – capitolo secondo
Ricordate o avete mai sentito parlare del signor Pappalardo di Palagonia?Per chi non lo sapesse, è un imprenditore con una storia di usura ed estorsione alle spalle, che ha trovato il coraggio e la forza di denunciare e che adesso sta finalmente affrontando il processo.La sua vita stava per essere rovinata del tutto, sopraffatta dalla solitudine in cui era caduto/l’avevano fatto cadere/l’avevano lasciato dopo la denuncia. La solitudine, già. Sembra una parola vuota e, invece, in circostanze come la sua, non faceva altro che pesare ancora di più come un enorme e brutto macigno su lui e la sua famiglia.

Per fortuna, la sua associazione antiracket ha distrutto questa prigione fatta di solitudine, gli è stata vicino e ha creato molto movimento intorno a lui, coinvolgendo anche scuole, persone e associazioni, tra cui addiopizzo. L’anno scorso tutti insieme siamo andati nel suo agrumeto a raccogliere le arance, che rischiavano ormai di marcire sugli alberi. Queste arance sono poi state vendute e, quelle non vendute, trasformate in marmellata e vendute anche quelle.Con il signor Pappalardo siamo anche andati al Quirinale per questo.Bene, non è finita però: c’è ancora bisogno di noi, di voi, di tutti.Il 28 febbraio ci sarà un’altra raccolta di arance.C’è la possibilità anche di andare in pullman, e se volete partecipare fatecelo sapere al più presto così potremo organizzare tutto bene come l’anno scorso e anche meglio. Sarà una giornata meravigliosa, ne siamo sicuri. Un’altra giornata meravigliosa. Per noi, ma soprattutto per lui… Pensateci, a come dev’essere bello sentirsi circondati da persone che non ti conoscono, non sanno chi sei, ma ti stanno intorno e ti danno una mano senza volere nulla in cambio. L’anno scorso quant’è bello l’abbiamo visto negli occhi del signor Pappalardo pieni di lacrime felici, quest’anno vogliamo rivederlo solo nel suo sorriso.Forse non possiamo cambiare il mondo, ma possiamo aiutare una persona, anche una sola, ad andare avanti in questa lotta, la lotta per la legalità.Vi sembra poco? Vi aspettiamo numerosi con i vostri amici, le vostre famiglie e i vostri bambini.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple