La Scuola Superiore di Catania a rischio chiusura

Scritto da: il 26.07.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

SSCLa situazione della SSC, Scuola Superiore di Catania, è critica.

Ad appena dieci anni dalla sua nascita, la Scuola d’eccellenza catanese rischia di non avere fondi a sufficienza per bandire il concorso per l’anno accademico 2008-2009. Ma aleggia la possibilità di una chiusura definitiva: i tagli alla spesa pubblica in materia di istruzione e ricerca annunciati con il decreto legge 112/2008 entrato in vigore proprio ieri 25 Luglio, rendono difficile il reperimento dei finanziamenti necessari e rischiano di provocarne la chiusura. Del resto il mondo universitario è in subbuglio da settimane per questa manovra estiva, i cui contenuti sono stati criticati fortemente dalla CRUI.

Per discutere dei destini della SSC si terrà un’apposita assembea martedì 29.

  • Martedì 29 Luglio alle ore 19:00 presso l’Aula Magna della Scuola Superiore di Catania, Via S. Nullo 5/i, si terrà un’Assemblea per discutere dell’emergenza alla presenza del prof. Enrico Rizzarelli, Presidente della Scuola, di tutti gli Alunni ed Ex-Alunni, dei Professori e di chiunque abbia a cuore i destini di questa importantissima istituzione univeritaria.

Contro la chiusura della SSC, potete firmare la petizione, che a poche ore dalla sua creazione conta già 400 firme.

Riporto infine il testo della lettera che gli Sudenti della Scuola Superiore stanno facendo circolare presso i Professori dell’Università di Catania.

Le scrivo per comunicarle lo stato di precarietà in cui versa la Scuola Superiore di Catania.

Quest’ultima rappresenta, insieme all’ISUFI di Lecce, l’unico esempio di Scuola di Eccellenza al Sud, fiore all’occhiello del nostro Ateneo. È un istituto di alta formazione, di perfezionamento degli studi universitari e di avvio alla ricerca, i cui risultati sono ampiamente confermati dalle numerose pubblicazioni prodotte dai suoi studenti. Gli Allievi della Scuola, oltre a seguire i corsi dell’Ateneo di Catania, frequentano dei corsi interni aggiuntivi, che concorrono ad elevare il loro livello di preparazione, e devono tenere una media non inferiore a 27/30; essi sono inoltre finanziati dalla Scuola per lo svolgimenti di attività di ricerca all’estero.

Ciononostante, a dieci anni dalla sua nascita, la scuola oggi rischia di non avere fondi a sufficienza per bandire il concorso per l’anno accademico 2008-2009.

È chiaro come già quest’eventualità da sola mini il significato di una Scuola che si propone a garanzia del futuro degli studenti “eccellenti” della nostra Università.

La situazione è in realtà più complicata e per certi aspetti più grave, aleggiando la possibilità di una chiusura definitiva della Scuola. È per questo che La invito ad un’Assemblea che si terrà Martedì 29 Luglio alle ore 19:00 presso l’Aula Magna della Scuola Superiore di Catania, Via S. Nullo 5/i.

Alla presenza del prof. Enrico Rizzarelli, Presidente della Scuola, di tutti noi Alunni ed Ex-Alunni e di voi Professori, si discuterà di quello che riteniamo un argomento di grande interesse, non tanto per noi Studenti, quanto piuttosto per l’intero Ateneo di Catania.

La prego pertanto di farmi pervenire una sua risposta ed eventualmente di contattare chiunque pensa possa essere interessato e d’aiuto.

Infine inseriamo qui il link ad una petizione on-line a favore della prosecuzione dell’attività della Scuola Superiore di Catania.

 

 

  • http://maelstrom2.blogspot.com maelstrom

    La SSC ha dato tanto a tanti studenti, la sua chiusura significherebbe solo un fallimento per Catania e l’ateneo catanese.

    Speriamo bene…

  • http://magma.iobloggo.com kaos

    Non mi pronuncio sui corsi pre-laurea del SSC che non conosco, ma ricordo che la sua istituzione fu salutata come una grande conquista per la comunità accademica locale e credo che in un periodo di debolezza del modello tradizionale di studio abbia rappresentato un percorso di eccellenza riconosciuto da tutti.

    Ho qualche perplessità invece sui corsi post laurea del nostro ateneo, alcuni gestiti proprio dalla SSC. Qualcuno ha dati statistici veritieri sul tasso di occupazione dei corsisti a sei mesi, un anno e tre anni dal conseguimento dell’attestato? E soprattutto, si tratta di un’occupazione attinente al percorso di studi del master? Vi assicuro per esperienza diretta che in certi master universitari catanesi si ha difficoltà perfino a reperire aziende per gli stage dei ragazzi.
    In questi anni abbiamo assistito alla proliferazione di master e a mio parere non sono mancate le inefficienze dal punto di vista didattico ed organizzativo: basti pensare che alcuni master sono affidati alla SSC e altri al COF, con un’inutile duplicazione di funzioni di progettazione ed amministrazione. Probabilmente però, quello che ai miei occhi appare inutile è invece il risultato di spartizioni di risorse fra vari gruppi di potere riconducibili a questo o quel dipartimento universitario. Assegnare alla SSC la totale responsabilità dei corsi post laurea avrebbe garantito alla scuola un flusso di risorse enormi che invece era meglio distribuire anche ad altri organismi universitari.
    Detto questo, mi auguro che l’unico esempio di eccellenza universitaria caanese continui ad operare con uomini e risorse adeguate.

  • http://liblog.bloglist.it/ Caym, alias Livia

    Non voglio discutere quali siano i reali meriti ed i limiti della SSC:
    trovo che sia sempre e comunque un male tagliare i fondi ad istruzione e ricerca, e auspico si possa salvare ogni istituzione che serva a produrre “cultura”.

  • Pingback: Giofilo » Meno Scuole Superiori, più Università Inferiori

  • Pingback: Tre appelli: salviamo Pio Andrea, il Parco del Casalotto, e l’Università | 095

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple