Civica e Ursino Recupero – De Biblioteca

Scritto da: il 18.06.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Scorcio bibliotecaOggi avevo programmato di parlare dei risultati delle elezioni e della partita (vittoriosa) dell’Italia seguita al Monastero dei Benedettini. Ma un post di Livia su LiBlog mi ha riportato alla mente un vecchio progetto del blog 095: fornire una guida a tutte le biblioteche cittadine.

Iniziamo con le Biblioteche riunite Civica ed Ursino Recupero, biblioteca storica.

Indirizzo: Via Biblioteca, 13 Cap: 95124 – Catania

Orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì 9:00-13:30 – Mercoledì anche 16:00-19:00 – Sabato 9:00-12:00

Telefono/Fax: 095 316883

Direttrice: Dott. Rita Angela Carbonaro

La Biblioteca Civica e Ursno Recupero è certamente la biblioteca più bella della città.Ogni passo al suo interno, ogni sguardo ai libri, al soffitto, agli stessi tavoli fa restare a bocca aperta. Ma forse è meglio riportare quello che ha scritto Livia a riguardo:

Quando si entra colpisce lo spazio, l’aria, la luce. Non sarebbe tanto strano se non fosse all’interno di un edificio in pietra lavica, bellissimo e monumentale. Le sale sono ampie, i corridoi ben distribuiti, l’atmosfera non è soffocante. La foto non rende giustizia alla bellezza, alla sontuosità, alla maestà della sala Vaccarini: libri fino al cielo, arte da respirare e ancora fasci di luce.

Un microscopico riassunto della storia della biblioteca (preso da questa pagina)

Divenuta comunale con l’abolizione delle corporazioni religiose era di origine conventuale.
Raccoglie preziosi volumi della biblioteca dei benedettini di S. Nicolò l’Arena ( Manoscritti e codici miniati tra i quali una Bibbia latina del XIII-XIV secolo). Con la ricostruzione seguita alla distruzione operata dal terremoto del 1693 ad opera di Nicolò Maria Riccioli, si costrui’ un nuovo grande ambiente per la biblioteca inaugurato nel 1773. Nel 1867 il monastero, e la biblioteca, passarono al governo italiano che ne curò l’apertura al pubblico.

Ma evidentemente questi brevissimi accenni non bastano, la storia va approfondita. Ecco alcuni rapidi link dedicati alle Biblioteche riunite Civica e Ursino Recupero:

Pagina su Wikipedia - Civica e Ursino Recupero: l’unione che fa grande una cittàArticoli di Simona Inserra (su Megaron)

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple