Arrivano i soldi! 140 milioni dal Cipe

Scritto da: il 30.09.08
Articolo scritto da . Catania, ad uno sguardo superficiale, è una città che sembra non offrire molto. Ma se si ha la pazienza di guardarla dentro, Catania si rivela vulcanica come il suo Etna che le fa da compagno. Si trovano tante di quelle straordinarie storie che si potrebbero scrivere intere enciclopedie per narrarle. 095 Blog è una guida, per poter muoversi dentro questo magma cittadino. Un semplice bignami, da consultare e sfogliare con semplicità.

Ecco la notizia tanto attesa da moltissimi catanesi: arrivano i soldi! Io ero fra quelli che auspicavano l’assunzione totale di responsabilità, ovvero rassegnarsi al dissesto e a fare grandi sacrifici per pochi anni. Invece arriva un pò di ossigeno subito, per decisione del CIPE, Comitato Interministeriale per la Programazione economica, 140 milioni di euro a fondo perduto. In attesa di leggere sul sito del Comitato l’esito della riunione che ha sancito questo finanziamento straordinario per la città di Catania, ricopio un interessante articolo dell’AGI, con i primi commenti politici: alcuni possiedono una esplosiva carica comica (mi diverto con poco), ma fortunatamente il sindaco si limita a commentare in maniera responsabile con “ORA IL LAVORO DURO“.


COMUNE CATANIA: 140 MLN DAL CIPE, SINDACO “ORA IL LAVORO DURO”

(AGI) Catania, 30 set. – La buona notizia scuote tutti a Catania. Il finanziamento a fondo perduto di 140 milioni di euro disposto dal Cipe in favore del Comune di Catania, per fronteggiare l’emergenza finanziaria dell’Ente, fa tirare un sospiro di sollievo ai dipendenti, ai netturbini, da settimane in stato d’agitazione, e alle centinaia di creditori dell’amministrazione, Enel compresa che aveva materialmente “spento” diverse zone della citta’. “Ma adesso comincia il lavoro duro – avverte il sindaco Raffaele Stancanelli – la somma ci consentira’ di affrontare i creditori, ma dobbiamo continuare a programmare, tagliare e razionalizzare sulla base di linee d’azione che esporro’ il 6 ottobre in consiglio”.
Positive le reazioni della politica, anche se tendono a evidenziare le responsabilita’ di chi ha retto e sta reggendo il Comune. “I soldi stanziati dal Cipe rappresentano una buona notizia per la citta’. Speriamo che il tutto venga gestito con trasparenza e rigore’”, dice ad esempio il segretario provinciale etneo del Pd, Luca Spataro: “Attendiamo il piano di risanamento e gesti di discontinuita’ rispetto al passato.
Riteniamo che se gli uomini nei posti chiave dell’amministrazione resteranno gli stessi il rischio e’ che non cambi nulla”. Cio’ che ancora manca, osserva l’esponente del Partito democratico, “e’ la credibilita’ di questa classe dirigente e di questa maggioranza nell’affrontare la crisi.
Ancora oggi – continua- non intravediamo segnali in contro tendenza rispetto a quanto accaduto in questi anni”.
Soddisfatto anche Basilio Catanoso, deputato alla Camera del Pdl: “Questo permettera’ al sindaco Stancanelli e alla giunta di lavorare nell’interesse di Catania e dei catanesi. La situazione rimane difficile, ma consente di guardare al futuro con maggiore serenita’, fermo restando il percorso sicuramente impegnativo che attende la classe dirigente etnea”. “Basta con i politici incompetenti al governo delle nostre citta’ che sperperano denaro pubblico senza freni”, tuona invece Domenico Scilipoti dell’Italia dei Valori, che aggiunge: “Sul dissesto finanziario del Comune di Catania i responsabili ci sono: il sindaco in carica Umberto Scapagnini e l’ex vice sindaco Lombardo. In una recente intervista Scapagnini ha anche ammesso di non aver controllato in tempo e a dovere i conti pubblici della citta’, mentre l’attuale malgovernatore della regione Lombardo scarica le colpe sugli assessori al bilancio”. Per Nello Musumeci, capogruppo de La Destra-As a Palazzo degli Elefanti, l’intervento straordinario disposto dal Cipe, infatti, avverte Musumeci, “non puo’ essere inteso come un premio a quel malgoverno che ha provocato il disastro finanziario, ma semmai deve essere un invito a tutta la classe dirigente a portare la nona citta’ d’Italia fuori dalla crisi entro quattro o cinque anni”. (AGI)

Vi lascio con una canzone che sempre fatta apposta per l’occasione: i Pink Floyd al Live 8 – Money

YouTube Preview Image

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple